Apri il menu principale
Vecchio screenshot della pagina 100 di Mediavideo

Mediavideo è il teletext del gruppo Mediaset, il principale operatore privato attivo in Italia nella televisione terrestre. Il servizio è edito da RTI ed è disponibile su tutti i canali del gruppo.

Mediavideo è uno dei più consultati teletext in Italia, secondo solo a Televideo[senza fonte], il teletext della Rai, e a differenza di quest'ultimo è disponibile su tutte le reti Mediaset nella medesima edizione.

Indice

StoriaModifica

Dal 1991, con il diritto alle televisioni private di trasmettere in diretta per tutta la nazione, sorse la necessità per le tre reti Fininvest di rendersi competitive anche sui servizi televisivi accessori, il teletext e i sottotitoli, che la RAI da alcuni anni già offerti ai propri telespettatori.

Dopo un anno di attesa, il 21 settembre 1992[senza fonte] sono di fatto inaugurati i teletext di Canale 5, Italia 1 e Rete 4: su quest'ultima, la mattina del 15 marzo 1993 alle 11:50 durante la trasmissione di un episodio della telenovela Celeste, iniziano contestualmente i servizi di sottotitoli per i non udenti.

La necessità di sottotitolare alcuni programmi, dettata anche dal non voler consegnare alla RAI la fascia degli spettatori non udenti, è in effetti la vera motivazione con cui sono stati approntati i tre teletext delle reti Fininvest: oltre i sottotitoli, le pagine ivi contenute, via via aumentate, fino alla primavera 1997 si limitano al palinsesto quindicinale (sul teletext di Canale 5), all'elenco dei programmi sottotitolati (sul teletext di Rete 4, poi anche di Canale 5), e la segnaletica per la visione dei programmi (solo su quello di Canale 5). L'indice dei tre teletext era caratterizzato dal logo dell'emittente in alto a sinistra, rosso per Canale 5, blu per Italia 1, giallo per Rete 4.

Il teletext di Italia1, pur cambiando l'impaginazione dell'indice (fino al 1995-96 non dissimile alle sorelle, col logo - blu - in alto a sinistra; poi ciano a centro pagina) era l'unico dei tre a non offrire contenuti, sottotitoli a parte.

A partire dalla primavera 1997, per creare un ulteriore veicolo di raccolta pubblicitaria, Publitalia_'80 decise di aprire le pagine dei teletext Mediaset agli inserzionisti (già la Rai, tramite la SIPRA, sul primo Televideo aveva tentato a metà anni 80 questa strada con brevi messaggi pubblicitari a fondo pagine, ma senza successo): inizia a delinearsi la natura commerciale - oltre che "di servizio" - per la futura evoluzione dei teletext Mediaset, che avverrà in autunno.

Queste "prove tecniche di impaginazione" (come allora indicato in ogni pagina dei 3 teletext) durate quasi 5 anni servirono per approntare al meglio un servizio più completo, certamente meno votato ai servizi e più all'ambito commerciale, ma completo sul piano informativo, in modo da competere con il Televideo Rai: nasce così il nuovo Mediavideo.

Mediavideo nasce il 27 novembre 1997 al centro di emissione TOC di Segrate. Viene lanciato con lo slogan "Mediavideo è facile. Basta provare". Tra i fondatori c'è Carlo Maria Lomartire. Inizialmente le informazioni erano fornite dall'ANSA, sostituita nel 2001 dal TGcom (divenuto TGcom24 dal 28 novembre 2011).

L'indice, nella prima fase, era diviso in due colonne. Dal gennaio 2000 la colonna di sinistra è preponderante, lasciando larga parte della destra a un inserzionista. Al 2004 l'indice si divide orizzontalmente in due parti, inframezzate da due inserzionisti: nella parte superiore l'indice notizie, in quella inferiore l'indice degli argomenti. Al 2008 parte del logo viene sacrificata in favore di un ulteriore inserzionista. Infine, al 2011 l'indice prende lo schema ad albero - come il Televideo Rai dal 14 dicembre 2000 - con categorie sulla colonna sinistra e argomenti sulla destra, che cambiano al variare delle sottopagine compomenti l'indice stesso.

Contenuti e strutturaModifica

 
La struttura delle pagine di Mediavideo fino al 2013

I contenuti di Mediavideo, prevalentemente a carattere informativo, sono suddivisi per argomento.

InformazioneModifica

All'informazione generica sono dedicate le pagine dalla 100 alla 179. Si possono così dividere:

Pagina inizialeModifica

La pagina 100 è la pagina principale del Mediavideo. In alto a sinistra vi è la scritta in caratteri rossi "Mediavideo": sullo stesso livello della testata vi sono due angoli dedicati alla pubblicità. Il livello centrale è occupato dall'indice delle varie sezioni d'informazione, mentre il livello inferiore è occupato dall'indice generale. Un quarto spazio inferiore è dedicato ad altre pubblicità.

La pagina iniziale, così come altre pagine sia del Mediavideo che del Televideo della RAI, è inframmezzata da spot grafici che si susseguono a brevi intervalli.

Ultimissima e Ora per oraModifica

La pagina 101 è la pagina dedicata alla notizia dell'ultim'ora. La testata è occupata dalla scritta "ultimissima" in caratteri maiuscoletti e, sotto l'ora a cui risale l'ultimissima, vi è la notizia vera e propria che segue il classico schema del Mediavideo: titolo giallo in maiuscolo con un sottotitolo, sempre giallo ma in caratteri minuscoli, con un'impostazione che ricorda molto quella dei classici quotidiani cartacei. Sotto il titolo e sottotitolo è situata la notizia, scritta in caratteri bianchi e che occupa un massimo di dodici righe (titolo escluso).

La pagina successiva, titolata ora per ora, raccoglie le ultime venticinque ultimissime, raccolte in cinque pagine, ognuna che raccoglie cinque titoli di cronaca con i rispettivi sottotitoli. Le cinque pagine si susseguono ad intervalli regolari e le notizie sono ordinate cronologicamente. I testi completi delle ultimissime sono nelle pagine dalla 175 alla 179.

Primo pianoModifica

È la pagina 103 del Mediavideo, che raccoglie, con uno stile analogo alla prima pagina del quotidiano, le principali notizie aggiornate in tempo reale. Sotto la testata bianca vi è il titolo, centrato e in caratteri maiuscoli e verdi, della notizia principale del momento. Gli altri titoli seguono uno schema gerarchico di importanza definibile come:

  • Titoli verdi in maiuscolo: notizie principali
  • Titoli gialli (raramente verdi) in minuscolo: notizie secondarie
  • Titoli bianchi in minuscolo: altre notizie

Ogni titolo è accompagnato da un numero, a destra, corrispondente al numero della pagina dov'è situato l'articolo.

La disposizione dei titoli è raggruppata per argomento, seguendo anch'essa uno schema gerarchico che vede le notizie di cronaca/politica precedere le notizie di economia e di sport, eccetto casi particolari.

NotizieModifica

Gli articoli d'informazione generale di Mediavideo vanno dalla pagina 112 alla pagina 174, e sono preceduti dai menu delle notizie relative ai vari argomenti in cui è strutturato il campo d'informazione, ognuno dei quali è costituito da cinque articoli principali e, per alcuni argomenti, notizie supplementari.

  • Cronaca: le notizie che riguardano le vicende italiane, che vanno dalla pagina 112 alla pagina 127.
  • Politica: articoli di politica italiana, dalla pagina 128 alla pagina 132.
  • Estero: notizie che riguardano sia la cronaca estera che la politica estera, dalla pagina 133 alla pagina 144.
  • Spettacolo: notizie che riguardano in generale il mondo del cinema e della musica. Gli articoli vanno dalla pagina 145 alla pagina 154.
  • Televisione: informazioni di carattere televisivo, incentrate prevalentemente su Mediaset ma senza tralasciare altre aziende, dalla pagina 155 alla pagina 164.
  • Gossip: la sezione che tratta argomenti frivoli e di carattere mondano, dalla pagina 165 alla pagina 174.

Sport ed economia, pur elencate nei menu, hanno sezioni proprie.

Le pagine dalla 175 alla 179 raccolgono tutte le ultime notizie.

AltroModifica

Le pagine dalla 180 alla 199 raccolgono gli speciali di TGcom. Nel periodo degli europei 2008, la sezione è stata dedicata a news e approfondimenti sullo svolgimento della competizione.

SportModifica

Attualmente le pagine dalla 200 alla 219 sono dedicate allo sport. Esse sono così strutturate:

Sezione generaleModifica

È la sottosezione dedicata alle notizie di tutti gli sport e va dalla pag. 201 alla pag. 219. Dopo l'ultimissima, segue un breve elenco delle cinque notizie principali a pag. 202 che precede sedici articoli di sport in generale.

EconomiaModifica

Le pagine dalla 300 alla 350 sono interamente dedicate all'economia. La pagina principale dell'argomento, molto simile alla pagina principale, precede le ultimissime di economia e varie pagine dedicate alle contrattazioni del giorno. Le pagine dalla 343 alla 347 sono invece dedicate alle principali notizie di economia del giorno.

TVModifica

La sezione televisiva occupa le pagine dalla 300 alla 349. Essa è a sua volta divisa in varie sezioni secondarie:

Prima serataModifica

È l'ampia sezione dedicata ai programmi in onda nella fascia preserale e serale sulle reti Mediaset, Rai e LA7, dalla pagina 301 alla pagina 307. Vi sono anche indicazioni circa eventuali limitazioni della visione ai minori e circa l'eventuale segnale criptato dei vari film o programmi.

Altri inserti TVModifica

Le pagine dalla 308 alla 313 sono dedicate a brevi sintesi dei principali programmi del giorno sulle reti Mediaset. Le pagine riguardano le reti gratuite e i canali Mediaset Premium, una pagina interna è invece dedicata alle trame delle soap opera. La pagina 414 elenca invece i principali film del giorno.

Oggi in TVModifica

È una sezione che occupa l'ampio spazio compreso fra la pagina 315 e la pagina 322. Ogni pagina è dedicata a un canale, in ordine: Canale 5, Italia 1, Rete 4, Rai 1, Rai 2, Rai 3, LA7 e TV8. Sono elencati tutti i programmi della giornata televisiva, non corrispondente perciò alla giornata solare (l'ora di riferimento sono le sei del mattino).

AuditelModifica

La pagina 397 è dedicata ai dati complessivi della visione dei programmi divisi per rete televisiva (sono compresi anche i dati Rai), mentre le pagine 398 e 399 sono dedicate rispettivamente ai dati Auditel divisi per fasce orarie e per canale televisivo. Viene sempre considerato il target commerciale 15-64 anni.

Servizi per i non udentiModifica

Come Televideo, anche Mediavideo mette a disposizione dei non udenti un servizio di sottotitoli alla pagina 770 per Top Crime, alla 774 per Iris, alla pagina 775 per Rete 4, alla pagina 776 per Italia 1 e alla pagina 777 per Canale 5, La5 e Mediaset Extra. Alla pagina 390 si trova l'elenco di tutti i programmi sottotitolati nelle relative fasce orarie. Molti sono i film e le fiction che dispongono del servizio, tra cui la soap opera Beautiful su Canale 5. Il TG5 dispone invece di sottotitoli soltanto durante l'edizione delle 20:00.

Altri insertiModifica

A dicembre 2007 vengono aggiunte nuove sezioni al teletext dalla pagina 351 alla pagina 385 e dalla pagina 451 alla 461, occupando sezioni fino ad allora destinate solo alle inserzioni. I nuovi inserti sono dedicati all'oroscopo (fino ad allora confinato nelle pagine dalla 180 alla 199), all'arte locale, al folklore e alla cucina.

Sezioni soppresseModifica

CalcioModifica

Al calcio erano dedicate le pagine dalla 220 alla 265. Nelle prime venti pagine si susseguivano i calendari e le classifiche dei campionati di Serie A, Serie B, Serie C, oltre che ai principali campionati calcistici del continente quali la Primera División, la Bundesliga e la Premier League, e ai tornei più prestigiosi del continente, oltre che alla Coppa Italia.

Le pagine dalla 240 alla 260 ospitavano il Giornale del calcio, una sotto-sezione presente fin dal 1997 che dedicava una pagina personale a ciascuna squadra della Serie A. Le pagine del giornale presentavano la curiosa particolarità di avere le testate con i colori della squadra di calcio in questione anziché bianchi.

MotoriModifica

Le pagine dalla 261 alla 273 erano dedicate a Formula 1, Motomondiale e Superbike. Ognuna delle sottosezioni presentava l'ordine d'arrivo dell'ultima corsa (o, poco prima della gara, l'ordine di partenza) e le classifiche.

Altri sportModifica

Dalla pagina 275 fino alla pagina 299 vi erano spazi dedicati agli altri sport, quali basket, pallavolo, rugby, pallanuoto, pallamano, atletica, ciclismo, sci, tennis, golf, hockey su ghiaccio, softball e baseball.

Queste sezioni sono state soppresse nell'estate 2013 a causa della chiusura della Sportal.it, società che curava le informazioni riguardanti lo sport.

Voci correlateModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione