Meghan Markle

Attrice statunitense, duchessa di Sussex, moglie del principe Henry del Regno Unito

Meghan Markle, duchessa di Sussex (Rachel Meghan Markle; Los Angeles, 4 agosto 1981), è un'attrice statunitense[1][2], moglie, dal 19 maggio 2018, del principe Henry, duca di Sussex, e madre di Archie Harrison e Lilibet Diana.

Meghan Markle
Meghan, The Duchess of Sussex (2022).JPG
Meghan, duchessa di Sussex, nel 2022
Duchessa di Sussex
Stemma
Stemma
In carica dal 19 maggio 2018
Predecessore Titolo creato
Contessa di Dumbarton
In carica dal 19 maggio 2018
Predecessore Anne Wheatley, II contessa di Dumbarton
Baronessa Kilkeel
In carica dal 19 maggio 2018
Predecessore Titolo creato
Nome completo Rachel Meghan Markle
Trattamento Altezza reale (attualmente non utilizzabile in seguito a rinuncia)
Altri titoli Principessa del Regno Unito
Nascita Los Angeles, California, Stati Uniti, 4 agosto 1981 (41 anni)
Dinastia Windsor
Padre Thomas Markle sr.
Madre Doria Ragland
Coniugi Trevor Engelson (2011-2013)
Henry, duca di Sussex (dal 2018)
Figli Archie Mountbatten-Windsor
Lilibet Mountbatten-Windsor
Religione Anglicanesimo

BiografiaModifica

InfanziaModifica

Rachel Meghan Markle[3] nasce il 4 agosto 1981 al West Park Hospital di Canoga Park, quartiere di Los Angeles, e cresce nelle zone di View Park-Windsor Hills e Hollywood della città. La madre, Doria Loyce Ragland (15 settembre 1956)[4], afroamericana, è assistente sociale e istruttrice di yoga,[5][6] mentre il padre, Thomas Wayne Markle (18 luglio 1944),[7] è stato direttore della fotografia della serie Sposati... con figli.[8] Meghan ha due fratellastri maggiori, Yvonne Samantha e Thomas Jr., avuti dalla prima moglie del padre, Roslyn Loveless. Meghan aveva solo sei anni[7] quando i suoi genitori hanno divorziato.

Ha frequentato la Northwestern University, dove nel 2003 ha conseguito il bachelor of arts degree in Theater e international studies; successivamente ha svolto uno stage presso l'ambasciata di Buenos Aires.[7]

Carriera da attriceModifica

Ha recitato in film quali Sballati d'amore, Remember Me, In viaggio con una rock star e Come ammazzare il capo... e vivere felici, e serie televisive come Suits, The War at Home, Fringe, CSI: Miami, CSI: NY, The League, Castle, Knight Rider, Senza traccia, 90210 e Til Death - Per tutta la vita. Ha lavorato anche come modella e calligrafa.[8][9]

Ottiene il suo primo ruolo di rilievo entrando nel cast della serie televisiva USA Network Suits, nel 2011, recitando la parte dell'assistente legale Rachel Zane fino al 2017. Dal 2014 al 2017 Markle è stata caporedattrice del sito web di lifestyle The Tig, da lei fondato[10][11]. Dopo il fidanzamento ufficiale con il principe Henry del Galles, annuncia il suo addio alle scene e al mondo della moda.[1][12]

A partire dal 2020, in seguito alla decisione di Meghan e Henry di rinunciare al Sovereign Grant, la coppia firma un contratto con Netflix per la realizzazione di un progetto.[13] Contestualmente Markle debutta come doppiatrice facendo da voce narrante nel film di Disneynature La famiglia di elefanti.

Altre attivitàModifica

Nel 2021 pubblica il suo primo libro, La panchina.[14]

Vita privataModifica

Nel 2004 ha incominciato una relazione con il produttore cinematografico Trevor Engelson, con cui si è sposata, con rito civile, il 10 settembre 2011 e da cui ha divorziato nell'agosto 2013.[9][15]

Dal giugno 2016 viene resa nota al grande pubblico la sua frequentazione col principe Henry del Galles,[16] figlio secondogenito di Carlo III del Regno Unito e Lady Diana, nonché nipote di Elisabetta II. Il 27 novembre 2017 viene annunciato ufficialmente il loro fidanzamento da parte della casa reale di Windsor.[17][18]

In preparazione al matrimonio, Justin Welby, l'arcivescovo di Canterbury, ha battezzato Meghan nella Chiesa anglicana il 6 marzo 2018. La cerimonia, privata, è stata eseguita con l'acqua proveniente dal fiume Giordano nella cappella reale del Palazzo di St. James.[19][20]

Il matrimonioModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Matrimonio del principe Harry e Meghan Markle.
 
Meghan Markle con il marito Harry, duca di Sussex.

Le nozze si sono celebrate il 19 maggio 2018 nella cappella di San Giorgio nel Castello di Windsor.[21][22] La coppia, per il matrimonio, ha scelto una lista nozze solidale: chiunque avesse voluto partecipare al matrimonio reale avrebbe dovuto fare una donazione a una delle sette organizzazioni a scopo benefico scelte dagli sposi.[23]

Il 15 ottobre 2018 Kensington Palace ha annunciato che la coppia era in attesa del primo figlio, nato il 6 maggio 2019 al Portland Hospital di Westminster, un maschio, che viene chiamato Archie Harrison.[24] Nel novembre 2020 la duchessa dichiara ufficialmente di aver perso un bambino a causa di un aborto spontaneo, precisamente nel mese di luglio. Il 14 febbraio 2021 viene annunciato tramite una foto su Instagram che la duchessa è in attesa del secondo figlio[25], il 7 marzo 2021 viene rivelato che il neonato in arrivo si tratta di una bambina[26], nata il 4 giugno 2021 al Santa Barbara Cottage Hospital in California, che viene chiamata Lilibet Diana[27][28].

A causa della gravidanza, non ha presenziato sabato 17 aprile 2021 alle esequie del Duca di Edimburgo, nonno del marito.

Immagine pubblicaModifica

 
Meghan Markle nel 2013.

La prima apparizione pubblica di Meghan con Harry dopo il loro annuncio di fidanzamento fu durante una raccolta fondi a Nottingham il 1º dicembre 2017[29], in occasione della Giornata mondiale contro l'AIDS.[30][31] Nel gennaio del 2018 ha accompagnato Harry durante i suoi impegni reali a Brixton[32], Cardiff[33], alla Goldsmiths' Hall[34] ed Edimburgo[35].

Il 28 febbraio 2018 Meghan ha partecipato al primo forum annuale della The Royal Foundation, Making a Difference Together.[36][37] Dopo il matrimonio con Harry, è diventata la quarta patrona della fondazione a fianco del marito Harry e dei cognati William, duca di Cambridge e di Catherine, duchessa di Cambridge.[38]

A fianco della regina e degli altri membri della famiglia reale ha partecipato alla funzione all'Abbazia di Westminster per il Commonwealth Day il 12 marzo 2018.[39][40] Compresa la prima visita ufficiale in Irlanda del Nord il 23 marzo 2018[41], Meghan ha svolto 26 impegni pubblici ufficiali prima del matrimonio.[42]

Il primo impegno ufficiale dopo il matrimonio è stato in occasione del 70º compleanno di Carlo III del Regno Unito, il 22 maggio 2018, per cui è stata organizzata una festa per celebrare il lavoro umanitario del principe del Galles.[43] La sua prima visita ufficiale fuori dal Regno Unito, su richiesta del governo britannico, è stata a Dublino, Irlanda, nel luglio 2018.[44][45]

Il duca e la duchessa, prima di trasferirsi all'estero, vivevano al Nottingham Cottage, vicino a Kensington Palace.[46] Nel gennaio 2020 Meghan e il marito annunciano la volontà di ritirarsi dagli incarichi pubblici della famiglia reale e di voler diventare finanziariamente indipendenti, rinunciando al Sovereign Grant, una sorta di appannaggio reale.[47][48][49] Rinunciano così anche al trattamento di Altezza Reale, pur non perdendolo. Si trasferiscono quindi in Canada, a Vancouver, e successivamente in California, affittando una villa e, successivamente, acquistando a Santa Barbara una residenza già appartenuta a Mel Gibson.

Nel marzo del 2021 va in onda un'intervista realizzata da Oprah Winfrey, nella quale Meghan Markle accusa di razzismo l'entourage della Casa Reale, affermando di non essere stata protetta, di aver pensato al suicidio, e di aver percepito che vi era preoccupazione "per il colore della pelle del figlio". È seguita una reazione che ha messo in dubbio la veridicità e il contesto delle affermazioni fatte dalla coppia[50].

Albero genealogicoModifica

Da parte di suo padre la duchessa di Sussex ha antenati di origini inglesi, irlandesi e tedesche mentre da parte di sua madre ha antenati afroamericani, provenienti principalmente dagli stati americani della Georgia e dell'Ohio.

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Isaac Thomas Markle George Benjamin Markle  
 
Mary Jane Mangle  
Gordon Arnold Markle  
Ruth Ann Arnold Adam A. Arnold  
 
Martha Jane Sykes  
Thomas Wayne Markle  
Frederick George Sanders George Sanders  
 
Mary Belle Ellsworth  
Doris May Rita Sanders  
Gertrude May Merrill George David Merrill  
 
Mary Bird  
Rachel Meghan Markle  
Steve R. Ragland Jeremiah Ragland  
 
Claudia Ritchie  
Alvin Azell Ragland  
Louise Catherine Russell James Cunagan Russell  
 
Virginia Lee Betts  
Doria Loyce Ragland  
James T. Arnold Samuel O. Arnold  
 
Gertrude Elizabeth Sadler  
Jeanette Arnold  
Nettie Mae Allen Hunter Luther Allen  
 
Gertrude Parks  
 

Titoli e trattamentoModifica

Meghan non è più titolata a ricevere il trattamento pubblico di Altezza Reale in seguito alla rinuncia del trattamento pubblico di tale titolo da parte del marito.[51][52][53] Il titolo e trattamento completo di Meghan è il seguente: Meghan, duchessa di Sussex, contessa di Dumbarton, baronessa Kilkeel".[54][55]

Meghan ha mantenuto il passaporto americano con il suo cognome. Non ha il passaporto britannico in quanto non è rimasta nel Regno Unito i tre anni necessari per diventare cittadina britannica[56][57]: ha ricevuto i titoli in virtù del matrimonio, in quanto Henry è duca di Sussex. Al contrario degli altri membri della famiglia reale, ella è comunemente appellata dalla stampa e dai cittadini con il suo nome e cognome originari, forse anche a causa del suo passato di attrice conosciuta.[57][56][58][59]

Nel gennaio 2020 il Principe Harry e la moglie annunciano di volersi ritirare dai loro ruoli di reali a tempo pieno per diventare finanziariamente indipendenti.[60][61][62]

StemmaModifica

Lo stemma personale della Duchessa di Sussex è stato concesso al momento del suo matrimonio con il principe Henry. Lo stemma è stato creato ex novo da Thomas Woodcock, re d'armi della Giarrettiera, grazie alla collaborazione dell'ufficio araldico nazionale inglese[63] con il seguente significato: uno scudo a sfondo azzurro, il colore dell'Oceano Pacifico, in ricordo del Paese di origine della Duchessa, così come le due strisce dorate ricordano il sole californiano. Le tre piume rappresentano la comunicazione ed il potere delle parole. Sotto lo scudo, papaveri della California su un tappeto d’erba si incontrano con il calicanto d’inverno, che cresce nei prati di Kensington Palace. A supportare lo stemma sono stati scelti due animali simbolo dell'unione di Meghan con la famiglia reale: da una parte un leone e dall'altra un uccello canoro con le ali aperte, anche questo un simbolo del potere della comunicazione.[63]

OnorificenzeModifica

Onorificenze britannicheModifica

  Medaglia del giubileo di platino della Regina Elisabetta II
— 6 febbraio 2022

FilmografiaModifica

AttriceModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Video MusicaliModifica

DoppiatriceModifica

Doppiatrici italianeModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Meghan Markle è stata doppiata da:

NoteModifica

  1. ^ a b Diana Falzone, Meghan Markle will quit acting following engagement to Prince Harry, Fox News Channel. URL consultato il 27 novembre 2017 (archiviato il 27 novembre 2017).
  2. ^ Nonostante il matrimonio con un membro della famiglia reale, Meghan Markle non acquisirà automaticamente la cittadinanza britannica ma potrà ottenerla soltanto seguendo la normale procedura prevista: (EN) How will Meghan Markle become a British citizen?, in bbc.com, 1º dicembre 2017. URL consultato il 3 maggio 2018.
  3. ^ (EN) Netty Royal Blog, su nettyroyalblog.nl.
  4. ^ (EN) The Shared Ancestry of (Rachel) Meghan Markle & Prince Harry of Wales (PDF), su americanancestors.org. URL consultato il 10 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2017).
  5. ^ (EN) Hannah Furness, Who is Meghan Markle? The actress, blogger, yoga-lover - and breath of fresh air for the British Royal family, in The Telegraph, 28 novembre 2017. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  6. ^ (EN) Meghan Markle: I'm More Than An 'Other', in ELLE UK, 22 dicembre 2016. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  7. ^ a b c (EN) Tara John, Meet Meghan Markle, Prince Harry's Fiancee And Britain's Newest Royal-To-Be, su Time, 27 novembre 2017. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  8. ^ a b (EN) Matt Goulet, Q&A: The Beautiful Meghan Markle on Suits, Canada Day, and Handwriting, in Esquire, 17 luglio 2013. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  9. ^ a b (EN) 36 things we've learnt about Meghan Markle, in The Telegraph, 4 agosto 2017. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  10. ^ (EN) Judy Meepos, Experience the World of Suits Star Meghan Markle's New Lifestyle Site, The Tig, in InStyle.com, 13 agosto 2014. URL consultato il 2 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2016).
  11. ^ (EN) Diana Pearl, As Meghan Markle Shuts Down Her Lifestyle Site, Source Says Speculation It’s Related to Prince Harry Is 'False', in PEOPLE.com, 7 aprile 2017. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  12. ^ Prince Charles to walk Meghan down the aisle, su bbc.com, 18 maggio 2018. Ospitato su www.bbc.com.
  13. ^ (EN) Netflix Teams With Prince Harry And Meghan Markle For Overall Deal -, su mxdwn Television, 2 settembre 2020. URL consultato il 16 settembre 2020.
  14. ^ (EN) Andrea Joly, “La panchina”, il primo libro di Meghan che riflette sui rapporti padre-figlio attraverso gli occhi di una madre, su lastampa.it, 11 novembre 2021. URL consultato il 22 settembre 2022.
  15. ^ (EN) Stephanie Webber, Meghan Markle and husband Trevor Engelson quietly separated in august., su usmagazine.com, US Magazine, 26 settembre 2013. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  16. ^ Il principe non guarda, Meghan fa la linguaccia, in ilGiornale.it. URL consultato il 13 febbraio 2018.
  17. ^ Enrico Franceschini, Gb, il principe Harry si sposa: le nozze con Meghan Markle a primavera 2018, in La Repubblica, 27 novembre 2018. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  18. ^ Il principe Harry e Meghan Markle: annunciato il matrimonio, in ilGiornale.it, 27 novembre 2017. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  19. ^ Gb, battesimo anglicano per Meghan: cerimonia segreta con Harry, Carlo e Camilla, in Repubblica.it, 8 marzo 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  20. ^ Antonella Rossi, Meghan Markle è diventata anglicana, il battesimo a St. James Palace, in VanityFair.it, 8 marzo 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  21. ^ "I Will": Harry e Meghan sono sposi. Milioni davanti alla tv per il Royal Wedding, in Repubblica.it, 19 maggio 2018. URL consultato il 19 maggio 2018.
  22. ^ Royal Wedding, la diretta del matrimonio. Harry e Meghan Markle hanno detto sì. Lui piange per la commozione, lei non pronuncia la rituale formula di obbedienza, in Il Fatto Quotidiano, 19 maggio 2018. URL consultato il 19 maggio 2018.
  23. ^ (EN) Royal Wedding Charity Donations, in Sito ufficiale della famiglia Reale inglese. URL consultato il 10 aprile 2018.
    «The couple have asked that anyone who might wish to mark the occasion considers making a donation to charity, rather than sending a wedding gift.»
  24. ^ (EN) Jenny.minard, The Duchess of Sussex has been delivered of a son, su The Royal Family, 6 maggio 2019. URL consultato il 6 maggio 2019.
  25. ^ news.sky.com, https://news.sky.com/story/duke-and-duchess-of-sussex-announce-they-are-expecting-second-child-12218475.
  26. ^ Katey Rich, Harry and Meghan Are Having a Girl, su Vanity Fair, 8 marzo 2021. URL consultato l'8 marzo 2021.
  27. ^ Il nome Lilibet è un omaggio alla bisnonna, la regina Elisabetta II del Regno Unito, Lilibet era il suo soprannome, mentre Diana è un omaggio alla defunta madre del principe Henry, Diana, Principessa del Galles
  28. ^ Prince Harry and Meghan announce birth of baby girl, su bbc.co.uk, BBC, 6 giugno 2021. URL consultato il 6 giugno 2021.
  29. ^ (EN) Caroline Davies, Meghan Markle begins royal induction with Nottingham walkabout, su the Guardian, 1º dicembre 2017. URL consultato il 9 agosto 2018.
  30. ^ Harry e Meghan, prima uscita ufficiale a Nottingham: prove di look e la possibile data delle nozze, in Il Messaggero.it, 1º dicembre 2017. URL consultato il 9 agosto 2018.
  31. ^ Prima uscita per Harry e Meghan dopo annuncio nozze, in ANSA.it, 1º dicembre 2017. URL consultato il 9 agosto 2018.
  32. ^ Meghan Markle, il mistero dei tre anelli, in Tgcom24, 10 gennaio 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  33. ^ (EN) Adorable moment Prince Harry tells a group of children to hug Meghan, in Mail Online, 18 gennaio 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  34. ^ (EN) Hannah Furness, 'I'm truly privileged to be here': Meghan Markle accompanies Prince Harry to present award to inspirational Military Cross-winning soldier, in The Telegraph, 1º febbraio 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  35. ^ Harry e Meghan a Edimburgo: e lei sceglie il cappotto scozzese, in Il Messaggero.it, 13 febbraio 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  36. ^ (EN) The Duke and Duchess of Cambridge, Prince Harry and Ms. Meghan Markle attend the first Royal Foundation Forum, in The Royal Foundation, 28 febbraio 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  37. ^ Gb: i giovani principi per beneficenza, in ANSA.it, 28 febbraio 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  38. ^ (EN) About our foundation, in The Royal Foundation. URL consultato il 9 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2018).
  39. ^ Michaela K. Bellisario, Commonwealth Day. Ma è Meghan a rubare la scena (più di Elisabetta e Kate), in Io Donna, 12 marzo 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  40. ^ Stefania Saltalamacchia, Un'altra «prima volta» per Meghan Markle: alla corte della regina per il Commonwealth Day, in VanityFair.it, 13 marzo 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  41. ^ Giada Oricchio, Mai così "royal", Meghan Markle conquista anche l'Irlanda del Nord, in Il tempo.it. URL consultato il 9 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2018).
  42. ^ (EN) Royal wedding facts and figures: From how many people are invited, to the cost of Windsor parking, in The Telegraph, 19 maggio 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  43. ^ La prima uscita ufficiale di Harry e Meghan al compleanno del principe Carlo, in Repubblica, 22 maggio 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  44. ^ Stefania Saltalamacchia, Harry e Meghan scelgono l'Irlanda per il primo viaggio ufficiale da marito e moglie, in VanityFair.it, 11 luglio 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  45. ^ (EN) Prince Harry and Meghan Markle to visit Dublin, in The Irish Times, 19 giugno 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  46. ^ (EN) Victoria Ward, Nottingham Cottage: The Kensington home where Meghan and Harry live as a married couple, in The Telegraph, 20 maggio 2018. URL consultato il 9 agosto 2018.
  47. ^ Luigi Ippolito, Harry e Meghan “si dimettono” da reali: «Vogliamo lavorare», su Corriere della Sera, 1º agosto 2020. URL consultato il 9 gennaio 2020.
  48. ^ Harry & Meghan: ecco quanto verrà a costare alla coppia il “divorzio” dalla Real Casa, su Il Sole 24 ORE. URL consultato il 9 gennaio 2020.
  49. ^ Harry e Meghan non saranno più "Altezze Reali" e restituiranno i soldi usati per ristrutturare casa, 18 gennaio 2020. URL consultato il 19 gennaio 2020.
  50. ^ (EN) Global reaction to Harry and Meghan interview pours in, su Chicago Sun-Times, 8 marzo. URL consultato il 12 marzo 2021 (archiviato dall'url originale l'11 marzo 2021).
  51. ^ Di Debora Attanasio, Ci siamo: da oggi Harry non vuole più essere chiamato "principe", su Marie Claire, 26 febbraio 2020. URL consultato il 9 settembre 2022.
  52. ^ Di Giovanna Gallo, I royal che non possono più usare il trattamento di "Altezza reale", su Cosmopolitan, 22 gennaio 2022. URL consultato il 9 settembre 2022.
  53. ^ Harry e Meghan non avranno più il titolo di Altezze Reali: saranno solo i duchi del Sussex, su La Stampa, 18 gennaio 2020. URL consultato il 27 novembre 2022.
  54. ^ Stefania Saltalamacchia, «Duca e duchessa del Sussex»: ecco i nuovi titoli di Harry e Meghan, in VanityFair.it, 19 maggio 2018. URL consultato il 20 maggio 2018.
  55. ^ (EN) Royal wedding: Harry and Meghan appointed Baron and Baroness of Kilkeel, in BelfastTelegraph.co.uk, 19 maggio 2018. URL consultato il 19 maggio 2018.
  56. ^ a b Di Debora Attanasio, E ora Meghan Markle dovrà cambiare cognome (sì, è una regola della monarchia britannica), su Marie Claire, 26 marzo 2020. URL consultato il 9 settembre 2022.
  57. ^ a b Condé Nast, Meghan Markle ha perso la sua occasione di diventare cittadina britannica, su Vanity Fair Italia, 10 gennaio 2021. URL consultato il 9 settembre 2022.
  58. ^ Perché Meghan Markle non ha raggiunto Balmoral, la BBC: “Potrebbe non essere accolta calorosamente”, su Spettacolo Fanpage. URL consultato il 9 settembre 2022.
  59. ^ Regina Elisabetta morta, Meghan Markle dov'è? Perché la duchessa di Sussex non è a Balmoral, su www.ilmessaggero.it, 8 settembre 2022. URL consultato il 9 settembre 2022.
  60. ^ (EN) Statement from Her Majesty The Queen, su The Royal Family, 18 gennaio 2020. URL consultato il 2 maggio 2020.
    «The Sussexes will not use their HRH titles as they are no longer working members of the Royal Family.»
  61. ^ (EN) Harry and Meghan drop royal duties and HRH titles, in BBC News, 19 gennaio 2020. URL consultato il 2 maggio 2020.
    «In a separate statement, Buckingham Palace said: "The Sussexes will not use their HRH titles as they are no longer working members of the Royal Family."»
  62. ^ Harry e Meghan perdono il titolo reale: addio fondi e dovranno restituire 2,4 milioni Ecco come saranno chiamati, su Il messaggero. URL consultato il 2 maggio 2020.
    «A partire dalla primavera la coppia sarà nota come Harry il Duca di Sussex e Meghan la Duchessa di Sussex, titoli che manterranno sebbene non potranno utilizzare quelli di altezze reali.»
  63. ^ a b (EN) Her Royal Highness The Duchess of Sussex: Coat of Arms, in The Royal Family, 25 maggio 2018. URL consultato il 29 giugno 2018.
  64. ^ Meghan Markle ha anche un suo stemma, in Ansa.it, 25 maggio 2018. URL consultato il 23 giugno 2018.
  65. ^ (EN) Monica Sisavat, ICYMI, Meghan Markle Appeared in a Music Video 21 Freakin' Years Ago, su POPSUGAR Entertainment UK, 20 agosto 2020. URL consultato il 15 ottobre 2021.
  66. ^ (EN) Watch Meghan Markle's Cameo in Richard Marx's Star-Studded 2012 Christmas Music Video, su E! Online, 17 dicembre 2020. URL consultato il 15 ottobre 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN255735746 · ISNI (EN0000 0003 7816 282X · LCCN (ENno2012087025 · GND (DE1147348987 · BNE (ESXX5428170 (data) · BNF (FRcb16687080v (data) · NSK (HR000744428 · NDL (ENJA031236921 · WorldCat Identities (ENlccn-no2012087025