Meisterschaft von Zürich 2002

Svizzera Meisterschaft von Zürich 2002
Edizione89ª
Data18 agosto
PartenzaZurigo
ArrivoZurigo
Percorso236,6 km
Tempo5h56'54"
Media39,775 km/h
Valida perCoppa del mondo
Ordine d'arrivo
PrimoItalia Dario Frigo
SecondoItalia Paolo Bettini
TerzoStati Uniti Lance Armstrong[1]
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
20012003

Il Meisterschaft von Zürich 2002, ottantanovesima edizione della corsa e valida come ottava prova della Coppa del mondo di ciclismo su strada, si svolse il 18 agosto 2002 su un percorso di 236,6 km. Venne vinto dall'italiano Dario Frigo che terminò in 5h56'54".

Partenza con 183 ciclisti, dei quali 54 completarono la gara.

Squadre partecipantiModifica

N. Cod. Squadra
1-8 MAP   Mapei-Quick Step
11-18 TEL   Team Telekom
21-28 USP   US Postal Service
31-38 DFF   Domo-Farm Frites
41-48 COA   Team Coast
51-58 FAS   Fassa Bortolo
61-68 C.A   Crédit Agricole
71-78 CST   CSC-Tiscali
81-88 ACQ   Acqua & Sapone-Cantina Tollo
91-98 COF   Cofidis, le Crédit par Téléphone
101-108 EUS   Euskaltel-Euskadi
111-118 ALS   Alessio
N. Cod. Squadra
121-128 GST   Gerolsteiner
131-138 LOT   Lotto-Adecco
141-148 ALA   Index-Alexia
151-158 LAM   Lampre-Daikin
161-168 PHO   Phonak Hearing Systems
171-178 RAB   Rabobank
181-188 SAE   Saeco-Longoni Sport
191-198 TAC   Tacconi Sport-Emmegi
201-208 BAN   iBanesto.com
211-218 ONE   ONCE-Eroski
221-228 SAI   Saint Quentin-Oktos

Ordine d'arrivo (Top 10)Modifica

Pos. Corridore Squadra Tempo
1   Dario Frigo Tacconi Sport 5h56'54"
2   Paolo Bettini Mapei a 1'06"
SQ[2]   Lance Armstrong[1] US Postal s.t.
4   Massimiliano Gentili Acqua & Sap. s.t.
5   Carlos Sastre CSC-Tiscali s.t.
6   Michele Bartoli Fassa Bortolo s.t.
7   Davide Rebellin Gerolsteiner s.t.
8   Oscar Camenzind Phonak s.t.
9   Ivan Basso Fassa Bortolo s.t.
10   Laurent Dufaux Alessio s.t.

NoteModifica

  1. ^ a b Il 22 ottobre 2012 l'UCI riconosce la sanzione imposta dall'USADA a Lance Armstrong, accusato di aver utilizzato sostanze dopanti durante la sua permanenza alla US Postal Service, e conferma di fatto la cancellazione dei suoi piazzamenti e delle vittorie dall'agosto del 1998 fino al termine della carriera. Cfr. (EN) Laura Weislo, USADA's reasoned decision on Lance Armstrong follows the money trail, in Cyclingnews.com, 10 ottobre 2012. URL consultato il 26 ottobre 2012. (EN) The UCI recognises USADA decision in Armstrong case, in Uci.ch, 22 ottobre 2012. URL consultato il 26 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 18 marzo 2013). (EN) UCI backs stripping Lance Armstrong of Tour de France wins, in Usatoday.com, 22 ottobre 2012. URL consultato il 26 ottobre 2012. Il 26 ottobre la stessa UCI ufficializza la decisione di non attribuire ad altri corridori le vittorie ottenute dallo statunitense e nemmeno di modificare i piazzamenti degli altri corridori. Cfr. (EN) Press release: UCI takes decisive action in wake of Lance Armstrong affair, in Uci.ch, 26 ottobre 2012. URL consultato il 26 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2012).
  2. ^ Il 26 ottobre 2012 l'UCI, preso atto dei risultati dell'inchiesta della USADA relativa all'uso di sostanze dopanti da parte di Armstrong e di diversi altri ciclisti, stabilì la non alterabilità di tutte le classifiche generali, così come delle vittorie di tappa, relative a tutti gli eventi sportivi inerenti al periodo 1998-2005. La stessa UCI dispose quindi la non riassegnazione di tutte le vittorie o dei piazzamenti conseguiti dagli atleti squalificati per doping nel periodo sopra menzionato. Cfr. (EN) Brian Homewood, No winner for 1999-2005 Tours, says UCI, in Reuters.com, 26 ottobre 2012. URL consultato il 17 giugno 2015. (EN) UCI to leave Tour de France winner list blank from 1999-2005, in Ctvnews.ca, 26 ottobre 2012. URL consultato il 17 giugno 2015.

Collegamenti esterniModifica