Melle (Italia)

comune italiano
Melle
comune
Melle – Stemma Melle – Bandiera
Melle – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
SindacoGiovanni Fina (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate44°34′N 7°19′E / 44.566667°N 7.316667°E44.566667; 7.316667 (Melle)Coordinate: 44°34′N 7°19′E / 44.566667°N 7.316667°E44.566667; 7.316667 (Melle)
Altitudine646 m s.l.m.
Superficie27,91 km²
Abitanti285[1] (31-10-2017)
Densità10,21 ab./km²
Comuni confinantiBrossasco, Busca, Cartignano, Frassino, Roccabruna, San Damiano Macra
Altre informazioni
Cod. postale12020
Prefisso0175
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT004122
Cod. catastaleF114
TargaCN
Cl. sismicazona 3A (sismicità bassa)
Cl. climaticazona F, 3 162 GG[2]
Nome abitantimellesi
Patronosan Lazzaro
Giorno festivo11 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Melle
Melle
Melle – Mappa
Posizione di Melle nella provincia di Cuneo
Sito istituzionale

Melle (Ël Mél in piemontese, Lou Mel in occitano) è un comune italiano di 285 abitanti della provincia di Cuneo, in Piemonte.

GeografiaModifica

Il Comune è situato in Valle Varaita, e apparteneva alla Comunità montana Valli Po, Bronda, Infernotto e Varaita.

StoriaModifica

Fin dall'epoca longobarda vi operarono i monaci della potente abbazia di San Colombano di Bobbio ed al suo ricco feudo reale ed imperiale monastico[3][4][5], cui dipese l'abbazia di San Dalmazzo di Pedona, mentre in seguito dall'VIII secolo la gestione della vallata sarà poi organizzata dall'abbazia di Pagno, che amministrava il territorio assieme alla pievania del monastero di Falicetto (Verzuolo).

Monumenti e luoghi di interesseModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[6]

CulturaModifica

 
La chiesa parrocchiale intitolata a San Giovanni Battista

Ogni anno, la seconda domenica di agosto, il paese ospita la sagra del Tumin del Mel, con mercati rionali, serate con orchestre e spettacoli e assaggi dei prodotti tipici.

CucinaModifica

Il comune di Melle è noto per il tomino (tomin dël Mel), incluso tra i prodotto agroalimentare tradizionali (P.A.T.) piemontesi.[7]

AmministrazioneModifica

 
Il municipio

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 giugno 1988 7 giugno 1993 Rosaria De Bonis - Sindaco [8]
7 giugno 1993 28 aprile 1997 Rosaria De Bonis - Sindaco [8]
28 aprile 1997 28 agosto 2000 Felice Marenco - Sindaco [8]
14 maggio 2001 30 maggio 2006 Maurilio Paseri centro-sinistra Sindaco [8]
30 maggio 2006 16 maggio 2011 Maurilio Paseri centro-sinistra Sindaco [8]
16 maggio 2011 in carica Giovanni Fina lista civica: due stelle alpine Sindaco [8]

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 ottobre 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  3. ^ Valeria Polonio Felloni Il monastero di San Colombano di Bobbio dalla fondazione all'epoca carolingia
  4. ^ Eleonora Destefanis Il Monastero Di Bobbio in Eta Altomedievale
  5. ^ C. Cipolla - G. Buzzi Codice Diplomatico del Monastero di S. Colombano di Bobbio fino all'anno MCCVIII - Volumi I-II-III, in Fonti per la Storia d'Italia, Tipografia del Senato, Roma 1918
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ TOMINO DI MELLE (TOUMIN DEL MEL) (scheda su www.piemonteagri.it, consultata nel novembre 2014)
  8. ^ a b c d e f http://amministratori.interno.it/

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN132526941 · WorldCat Identities (ENlccn-n80158214
  Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo