Apri il menu principale

TramaModifica

Il Film-documentario, introdotto da alcune letture di Giancarlo Giannini tratte da "Se questo è un uomo" di Primo Levi, raccoglie le testimonianze di diversi sopravvissuti al campo di sterminio di Auschwitz, ricondotti presso gli stessi luoghi della loro prigionia. Oltre alla testimonianza delle sofferenze patite nel campo, vengono narrate anche le esperienze legate alle umiliazioni e privazioni subite a causa delle leggi razziali del 1938, nonché della segregazione e cattura avvenute in Italia.

Le testimonianze dei sopravvissuti raccontate nel film sono quelle di: Shlomo Venezia, Rubino Romeo Salmonì, Nedo Fiano, Ida Marcheria, Leone Sabatello, Liliana Segre, Alberto Mieli, Goti Herskovits Bauer, Settimia Spizzichino, Piero Terracina, Sabatino Finzi, Elisa Springer, Alberto Sed, Mario Spizzichino, Lina Navarro, Virginia Gattegno, Dora Venezia, Raimondo Di Neris, Matilde Beniacar, Alessandro Kroo, Dora Klein, Luigi Sagi ed Elena Kugler. Molti di loro sono stati o sono tuttora, nonostante l'età avanzata, attivi testimoni della Shoah italiana.

ProduzioneModifica

Il film è stato girato fra Roma, Venezia, Milano ed Auschwitz. Il DVD presenta anche una introduzione di Moni Ovadia e un reportage sull'accoglienza ricevuta al Festival di Berlino.

DistribuzioneModifica

Presentato per la distribuzione in Home video, è stato anche reso disponibile per la libera e gratuita visione sul web dalla Fondazione CDEC a seguito delle numerose richieste provenienti da istituti scolastici, istituzioni e privati cittadini[2][3][4].

AccoglienzaModifica

Il film è stato selezionato al Festival di Berlino del 1997 e nel 1999 ha vinto il Nuremberg Film Festival.[5] È stato selezionato inoltre ai festival cinematografici di Gerusalemme, Washington, Marsiglia, Valencia, Istanbul[6]. Nel 1997 è stato trasmesso in prima serata da Raidue, senza interruzioni pubblicitarie, ottenendo uno share di quasi 7 milioni di telespettatori.[2][6][7][8] È stato proiettato a Montecitorio alla presenza delle massime autorità dello Stato.[9]

«Memoria è uno dei più importanti documenti per la storia e la cultura del nostro Paese»

(Romano Prodi, al tempo "Presidente del consiglio dei ministri")

Basato sulla testimonianza di 93 ebrei italiani sopravvissuti alla deportazioneModifica

Il film è stato realizzato con le interviste a 93 "testimoni" ebrei sopravvissuti alla deportazione. «Non tutti compaiono nel film. ma la loro testimonianza è conservata per sempre»[10]. I 69 altri testimoni che non compaiono nel film sono:

  • Ester Amato
  • Isacco Bajona
  • Silvia Bdlleli
  • Stella Benveniste
  • Enrico Breiner
  • Alessandra Bucci
  • Tatiana Bucci
  • Angelo Calò
  • Ester Calò
  • Matilde Choen
  • Rachele Choen
  • Raimondo Cohen
  • Salomone Dana
  • Ottaviano Danelon
  • Germana Del Mare
  • Adriana Di Nepi
  • Giuseppe Di Porto
  • Lello Di Segni
  • Donato Di Veroli
  • Errina Di Veroli
  • Giuditta Di Veroli
  • Leone Di Veroli
  • Silvia Di Veroli
  • Teo Ducci
  • Lucia Eliezer
  • Fausta Finzi
  • Stella Franco
  • Norina Gehan
  • Martino Godelli
  • Adolfo Gruener
  • Enrica Jona
  • Gisella Kugler
  • Elisa Levi
  • Italo Dino Levi
  • Rachele Levi
  • Rosa Levi
  • Mario Limentani
  • Liliana Millu
  • Giacomo Moscato
  • Matilde Mustacchi
  • Rachele Mustacchi
  • Amalia Navarro
  • Luciana Nissim
  • Graziella Perez
  • Lello Perugia
  • Settimo Piattelli
  • Edo Raba
  • Luciana Sacerdote
  • Gilberto Salmoni
  • Diamantina Salonicco
  • Dora Scemaria
  • Giulia Sciarkon
  • Franco Schoenheit
  • Fatina Sed
  • Eugenio Sermoneta
  • Pacifico Sermoneta
  • Iacob Sturm
  • Arianna Szörényi
  • Giuliana Tedeschi
  • Natalia Tedeschi
  • Loredana Tisminiesky
  • Joseph Varon
  • Albina Valech
  • Lina Ventura
  • Benedetto Vivanti
  • Arminio Wachsberger
  • Enrica Zarfati
  • Milena Zarfati
  • Silvana Zarfati

NoteModifica

  1. ^ Memoria. I sopravvissuti raccontano, un film della Fondazione CDEC, su cdec.it. URL consultato il 1º dicembre 2018.
  2. ^ a b "Memoria", un film indimenticabile - Mosaico, in Mosaico, 10 luglio 2012. URL consultato il 6 agosto 2017.
  3. ^ Fondazione CDEC, MEMORIA, 9 luglio 2012. URL consultato il 6 agosto 2017.
  4. ^ Proiezione film "Memoria" di Gabbai, su Portale del Comune di Milano. URL consultato il 6 agosto 2017.
  5. ^ (EN) Nuremberg International Human Rights Film Festival |, su en.nihrff.de. URL consultato il 6 agosto 2017.
  6. ^ a b Untitled Document, su www.cdec.it. URL consultato il 6 agosto 2017.
  7. ^ Memoria, in RAI Tv. URL consultato il 6 agosto 2017.
  8. ^ Memoria | Intervista a Ruggero Gabbai, su Rai. URL consultato il 19 febbraio 2018.
  9. ^ Forma international, su formainternational.it.
  10. ^ Dalla voce fuori campo nei titoli di coda del film

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica