Mendozasaurus neguyelap

Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mendozasaurus
Immagine di Mendozasaurus neguyelap mancante
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Sauropodomorpha
Infraordine Sauropoda
Superfamiglia Titanosauroidea
Genere Mendozasaurus
Specie M. neguyelap

Il mendozasauro (Mendozasaurus neguyelap) è un dinosauro erbivoro appartenente ai sauropodi. Visse nel Cretaceo superiore (Turoniano/Coniaciano, circa 90-85 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Argentina.

DescrizioneModifica

Questo dinosauro è conosciuto per alcuni resti incompleti, comprendenti numerose vertebre caudali, alcune ossa delle zampe e alcune vertebre cervicali. La ricostruzione effettuata dai paleontologi è quella di un tipico sauropode, con arti colonnari, collo e coda lunghi e un corpo massiccio. Il collo, in particolare, era dotato di vertebre corte e larghe e di costole cervicali spesse e massicce, al contrario di quello di molti sauropodi. Le dimensioni erano notevoli, e di certo superava i 20 metri di lunghezza.

ClassificazioneModifica

Mendozasaurus è stato descritto per la prima volta nel 2003, sulla base di resti rinvenuti nella Provincia di Mendoza e comprendenti 22 vertebre caudali e varie ossa delle zampe. Successivamente (2005) la stessa località ha restituito altri resti, che hanno permesso agli studiosi di chiarire le affinità di questo dinosauro. Mendozasaurus è ritenuto un rappresentante piuttosto basale (primitivo) dei titanosauri, un gruppo di sauropodi molto comuni nei continenti meridionali durante il Cretaceo. Sembra che fosse più derivato (evoluto) rispetto a forme come Malawisaurus, ma non quanto i titanosauri di fine Cretaceo come Saltasaurus o Antarctosaurus. Mendozasaurus è stato incluso nel gruppo dei Lognkosauria, comprendente titanosauri di enormi dimensioni (Futalognkosaurus, Puertasaurus, Traukutitan) dotati di un collo eccezionalmente robusto. Un possibile parente, dotato di vertebre cervicali simili, è l'asiatico Isisaurus.

BibliografiaModifica

  • González Riga, B.J. (2003). "A new titanosaur (Dinosauria, Sauropoda) from the Upper Cretaceous of Mendoza, Argentina". Amehginiana 40: 155-172.
  • González Riga, B.J. (2005). "Nuevos restos fósiles de Mendozasaurus neguyelap (Sauropoda: Titanosauridae) del Cretácico Tardío de Mendoza, Argentina". Ameghiniana 42 (3): 535-538.
  • González Riga, B.J. and Astini, R. (2007). "Fossil preservation of large titanosaur sauropods in overbank fluvial facies: a case study in the Cretaceous of Argentina". Journal of South American Earth Sciences 23: 290-303.
  • Calvo, J.O., Porfiri, J.D., González-Riga, B.J., and Kellner, A.W. (2007) "A new Cretaceous terrestrial ecosystem from Gondwana with the description of a new sauropod dinosaur". Anais Academia Brasileira Ciencia, 79(3): 529-41.[1]

Collegamenti esterniModifica