Apri il menu principale
Menippo in un dipinto di Diego Velázquez

Menippo di Gadara (Gadara, 310 a.C.Tebe ?, 255 a.C.) è stato un filosofo cinico e scrittore di satire greco antico dal cui nome derivano le satire menippee.

Indice

BiografiaModifica

Secondo Diogene Laerzio[1] fu uno schiavo[2] di origine fenicia[3], vissuto nel Ponto che, dopo la liberazione, si trasferì a Tebe, dove fu allievo del cinico Metrocle.
Menippo avrebbe, sempre secondo Diogene Laerzio, accumulato una fortuna grazie ai prestiti a usura, ma dopo che gli fu rubato tutto il suo denaro si suicidò per la disperazione.

Opere e influenzaModifica

Menippo scrisse opere, tutte perdute, in un misto di prosa e poesia, nelle quali, in stile semiserio (spoudaiogeloion), attaccava le opinioni epicuree e stoiche. Non ci restano, di esse, che i titoli: Evocazione dei morti; Testamenti; Lettere fittizie dagli dei; Contro i fisici, i matematici e i grammatici; Sulla nascita di Epicuro; Arcesilao; Simposio[4].
I suoi scritti esercitarono una notevole influenza, specie sui dialoghi di Luciano, che lo cita spesso e ne fa uno dei suoi protagonisti.

È, inoltre, noto che le satire menippee di Marco Terenzio Varrone, i cui frammenti danno un'idea di un tal genere di imitazione, derivino da Menippo di Gadara.[2]

NoteModifica

  1. ^ VI, 99.
  2. ^ a b Aulo Gellio, Noctes Atticae, II, 18, 7
  3. ^ Stephanus Byz., s.v. "Gadara"; Strabone, l. XVI, 2, 29: "Intanto si arriva a Gadara, che i giudei conquistarono, oltre ad Azoto e Ascalona. La distanza da Iamneia ad Azoto e Ascalona è circa duecento stadi. Il paese degli Ascaloniti è un buon mercato per le cipolle, anche se la città è piccola. Antioco il filosofo, che è nato un po' prima del mio tempo, era nativo di questo luogo. Filodemo, l'epicureo, e Meleagro e Menippo, il satirico, e Teodoro, il retore del mio tempo, erano nativi di Gadara (trad. A. D'Andria).
  4. ^ Gli ultimi due titoli sono citati rispettivamente da Ateneo, XIV, 629F e 664E.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN27455629 · GND (DE102399301 · CERL cnp00285174 · WorldCat Identities (EN27455629