Mercanti di Liquore

gruppo musicale italiano
Mercanti di Liquore
Mercanti di liquore-olgiate molgora.jpg
I Mercanti di Liquore in concerto ad Olgiate Molgora il 17 luglio 2010
Paese d'origineItalia Italia
GenereFolk
Chanson
Periodo di attività musicale1995 – 2010
Album pubblicati7
Studio6
Live1

I Mercanti di Liquore sono stati un gruppo musicale lombardo attivi tra il 1995 ed il 2010 .

Il loro repertorio era costituito da composizioni originali e da rivisitazioni di canzoni dai repertori di Fabrizio De André (da cui è ispirato il loro nome) e di altri autori della musica italiana.

StoriaModifica

«Sembra di sentirlo ancora dire al mercante di liquore: «Tu che lo vendi, cosa ti compri di migliore?»»

(da La collina di Fabrizio De André, in Non al denaro non all'amore né al cielo)

Nascita e primi albumModifica

Il gruppo si forma a Monza a metà degli anni novanta, da Lorenzo Monguzzi, Simone Spreafico e Piero Mucilli, che militavano nel gruppo rock degli Zoo, con un disco alle spalle (Musica Mezzanima), con l'obiettivo di dar vita ad una formazione orientata verso la musica acustica.

Dopo alcuni anni di concerti tenuti sul territorio lombardo, cominciano a farsi conoscere fuori regione anche grazie alla partecipazione a trasmissione radiofoniche su reti nazionali. Nel maggio del 1999 esce, per l'etichetta Musica Mezzanima-Samsara, il primo album del gruppo, Mai paura, che contiene sette riletture di Fabrizio De André e quattro brani originali. L'album ottiene buone recensioni sulla stampa ed entra in distribuzione nazionale nel catalogo IRD.[1] Il brano Mai paura in particolare viene selezionato per la compilation Caterpillar Volume 3 (CGD East West) legata al noto programma radiofonico Caterpillar.

Questo li porta a partecipare, con il brano Geordie alla kermesse musicale organizzata dall'Associazione Culturale Fabrizio De André Faber, amico fragile, svoltasi il 12 marzo 2000 al Teatro Carlo Felice di Genova, assieme a moltissimi altri importanti artisti italiani. Nel giugno 2000 pubblicano un singolo distribuito dalla Venus, contenente l'interpretazione di Geordie proposta al Carlo Felice, una nuova versione di Mai paura e un brano inedito, Canzonetta.[2]

Nello stesso anno producono e propongono in diversi teatri italiani lo spettacolo Gente invisibile, con l'interpretazione sia da attori in scena che con videoproiezioni, sorta di omaggio ad artisti che hanno raccontato "storie sbagliate", con cover di cantautori chiave della musica italiana (come De André, Tenco, Ciampi, Lolli, Endrigo), e frammenti letterari e poetici di Bukowski, Pasolini, Vian.

La musica dei poveriModifica

Dopo diversi mesi di lavorazione e la partecipazione, con Marco Paolini, alla manifestazione Appunti Partigiani, nel marzo 2002 pubblicano il secondo album, La musica dei poveri, per la Mezzanima/Bloom. I quattordici brani del disco, quasi tutti di propria composizione, raccontano un'umanità perdente ma orgogliosa, capace di opporre all'arroganza dei vincitori una disobbedienza convinta e caparbia, o quantomeno una propria, differente, visione delle cose. La musica rimane orientata verso la ricerca di un'essenzialità compositiva a metà strada tra le grandi suggestioni della melodia popolare e una ritmica prepotente e moderna.

L'inizio del 2003 vede i Mercanti di Liquore impegnati in una singolare iniziativa: il Case del Popolo Tour[3], che da un lato mostra il desiderio del gruppo di non utilizzare i canali di promozione tradizionale dall'altro dà loro nuovi spunti per continuare a raccontare le loro storie e pensare alla loro musica in assoluta autonomia, ben lontani dalle consuete (e banalizzanti) strategie di vendita e di profitto. Le “Case del Popolo” acquistano così un valore simbolico e culturale in quanto contrapposte ai luoghi e agli spazi normalmente adibiti alla musica dal vivo.

Nell'aprile 2003 debutta lo spettacolo Song n.32 (Concerto variabile), che vede protagonisti i Mercanti di Liquore e Marco Paolini, in virtù di un duraturo sodalizio artistico. Il progetto viene poi tradotto nel disco Sputi. Si tratta di una sorta di viaggio che, utilizzando la forma canzone, raccoglie ed amplifica brani di vari autori e originali, suggestioni e filastrocche a proposito di acqua, guerra e disobbedienze preziose.

Terzo album, live e scioglimentoModifica

Nel marzo 2005 pubblicano il CD CHE/COSA/TE/NE/FAI/DI/UN/TITOLO, album costituito da 9 brani inediti che rappresenta un'evoluzione; il gruppo abbandona in parte lo scanzonato stile acustico per sviluppare arrangiamenti più complessi e testi meno immediati.

Nel 2006 esce un primo album dal vivo, Live in Dada, registrato il 21 e 22 ottobre 2005, presso il Dada Pub di Villasanta.

 
Lorenzo Monguzzi

Dal 10 al 13 ottobre 2006 presentano, sempre con Marco Paolini, lo spettacolo Karma Kola. Il titolo, provvisorio, è derivato da un libro del 1979.[4][5]

Lo spettacolo, riadattato, sarà presentato il 12 novembre 2006 al Teatro Goldoni di Bagnacavallo, con il titolo definitivo di Miserabili - Io e Margaret Thatcher, anche qui è adottata la struttura del racconto in forma di ballata. Monologhi, canzoni e brevi narrazioni compongono dei quadri per raccontare la metamorfosi della società italiana a partire dagli anni ottanta. L'argomento principale è l'economia, l'intreccio di "macro" e "micro", le ricette e le delusioni di questo passato prossimo che sconfina nel presente. Miserabili è dunque un work in progress per vocazione, perché è anche un modo di ragionare ad alta voce e senza pregiudizi sull'influenza, sempre crescente, delle regole (e dell'assenza di regole) di mercato, sul nostro modo di immaginare il futuro senza progettarlo, di vivere il presente, di rimuovere la memoria. Il celebre Primo Ministro britannico Margaret Thatcher è la protagonista di un dialogo immaginario con Nicola, il protagonista degli Album di Marco Paolini, assurgendo a simbolo vivente della metamorfosi della nostra società non più ristretta da confini nazionali. I Mercanti di Liquore hanno composto tutte le musiche dello spettacolo, mentre Andrea Bajani, già autore di alcuni libri sul mondo del lavoro, ha collaborato alle ricerche e alla stesura dei testi. Il diario di questo percorso è diventato nel 2008 un Album scritto, le canzoni un CD musicale.

L'11 dicembre 2006 con Marco Paolini hanno partecipato, a Roma, alla Campagna nazionale "Acqua Pubblica, ci metto la firma" proponendo una data gratuita di Song n. 32 a sostegno appunto del progetto di legge popolare contro la privatizzazione delle acque.[6]

Lo spettacolo I Miserabili è stato ripresentato nel 2009 con diverso allestimento[7], una data della tournée, quella del 9 novembre 2009 è andata in onda dal porto di Taranto in diretta tv su LA7.[8]

Per diversi anni dal 2008 in poi i Mercanti di Liquore svolgono esclusivamente attività live senza registrare nuovi album per poi sospendere anche l'attività live.

Dopo lo scioglimento del gruppoModifica

Nel 2013 esce il primo disco solista di Lorenzo Monguzzi intitolato Portaverta, a molti pezzi dell'album partecipa Marco Paolini.

Nel 2021, a distanza di 13 anni dal loro ultimo album, pubblicano la riedizione in vinile di Lombardia in due versioni differenti, una con vari musicisti sotto il nome di "I figli storti" (citati nel brano) e un'altra con Marco Paolini. Il ricavato da tale edizione viene devoluto a Emergency per la lotta contro il COVID-19.

FormazioneModifica

DiscografiaModifica

Mercanti di LiquoreModifica

SingoliModifica

  • 1999 - Mai paura
  • 2001 - Geordie
  • 2002 - La musica dei poveri
  • 2005 - Non siamo mai stati sulla Luna
  • 2021 - Lombardia

Marco Paolini e Mercanti di LiquoreModifica

ZooModifica

  • 1998 - Musica mezzanima (Epic/Sony music)

Lorenzo MonguzziModifica

  • 2013 - Portaverta

NoteModifica

  1. ^ Mai paura - Mercanti di Liquore (Rockit.it)
  2. ^ Recensione su Bielle.org
  3. ^ RecensioneTour su Rockit, su rockit.it. URL consultato il 13-08-2010.
  4. ^ da Nonsolocinema(recensione spettacolo), su nonsolocinema.com. URL consultato il 13 agosto 2010.
  5. ^ da Nonsolocinema (comunicato), su nonsolocinema.com. URL consultato il 13 agosto 2010.
  6. ^ www.acquabenecomune.org, su acquabenecomune.org. URL consultato il 13 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 4 luglio 2010).
  7. ^ Dal sito Jolefilm[collegamento interrotto]
  8. ^ Dal sito ufficiale La7, su la7.it. URL consultato il 13 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2009).

BibliografiaModifica

  • Buonanotte Lombardia storia e musica dei Mercanti di Liquore - di Glenda Sampietro e Michele Tavola - editore De Ferrari (5 marzo 2009)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica