Apri il menu principale
Messalina
Lingua orig.Italiano
Autori
EditoreEditrice 66 / ErreGi / Ediperiodici
1ª app.1966
1ª app. inMessalina - Dea dell'Amore
SessoFemmina
Messalina Dea dell'Amore
fumetto
TestiRenzo Barbieri
DisegniEdgardo dell'Acqua
EditoreEditrice 66
1ª edizione1966 – 1967
Periodicitàmensile
Albi7 (completa) prima serie
Generefumetti neri, storico
Messalina Dea dell'Amore
fumetto
TestiRenzo Barbieri
DisegniEdgardo dell'Acqua
EditoreCasa Editrice Erregi/Ediperiodici
1ª edizione1967 – 1974
Periodicitàmensile
Albi178 (completa) seconda serie
Generefumetti neri, storico

Messalina è un personaggio immaginario dei fumetti italiano di genere erotico di ambientazione storica e pubblicato dalla ErreGi/Ediperiodici dal 1966 al 1974 in 185 numeri.[1][2] Insieme a Isabella e a Goldrake è stata fra le serie ideate da Barbieri ed edite alla fine degli anni sessanta dalla ErreGi che portarono alla nascita del genere nero/erotico.[3][4][5][6]

Storia editorialeModifica

Il fumetto rientra nel nutrito filone erotico del fumetto italiano ma a differenza di Isabella, ambientata nel XVII secolo, Lucrezia, ambientata nel Rinascimento, o Vartàn, ambientata nel Far West, questa è ambientata nell'antica Roma.

La serie esordì nel 1966 quando Renzo Barbieri fondò la Editrice 66 per poter pubblicare fumetti da lui ideati. L'impresa non riscosse però il successo sperato e si arrivò presto alla chiusura di tutte le serie proposte. Nel 1967, Barbieri fonda insieme a Cavedon le Edizioni ErreGI che esordiscono riprendendo le testate già edite dalla Editrice 66 raggiungendo un certo successo.[5][6] La seconda serie di Messalina verrà pubblicata ininterrottamente fino al 1974 per 178 volumi.[2]

TramaModifica

Il fumetto, ambientato nell'antica Roma, è basato sulle avventure sessuali dell'omonimo personaggio storico, esempio di corruzione morale e prostituzione secondo la tradizione tramandata da Svetonio e Tacito. Messalina, coraggiosissima e bellissima matrona romana, grazie alla sua abilità sessuale, sventa congiure e aiuta alleati dell'Impero Romano, difendendo il trono dell'inetto marito Claudio[7]. Ha rapporti sessuali sia con maschi che con femmine, ma il suo amante favorito è lo schiavo Favodoro.

NoteModifica

  1. ^ Messalina, su I Fumetti di Gigi (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2009).
  2. ^ a b Messalina Dea dell’Amore, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 2 agosto 2017.
  3. ^ Fumetti.it - Fumetti rari e da collezionei, su www.fumetti.it. URL consultato il 28 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2016).
  4. ^ L’INVERNO DEI FUMETTI MILANESI - GIORNALE POP -, in - GIORNALE POP -, 15 gennaio 2017. URL consultato il 28 luglio 2017.
  5. ^ a b Giorgio Cavedon, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 17 luglio 2017.
  6. ^ a b Renzo Barbieri - Pioniere del fumetto erotico-pornografico italiano, su www.slumberland.it. URL consultato il 17 luglio 2017.
  7. ^ Federico Mataloni, La degenerazione del "Fumetto Nero" - 3.1 Il Fumetto Erotico, su Il "Fumetto Nero" nell'Italia del boom (1962-1970), fuorileidee.com.