Mestwin I di Pomerania

Mestwin I di Pomerania
Mestwin I, Duke of Pomerania.PNG
Duca di Pomerania
Predecessore Sobiesław
Successore Świętopełk II
Nascita 1160 circa
Morte 1/2 maggio 1219 o 1220
Dinastia Samboridi

Mestwin I di Pomerania[1][2] (polacco: Mściwój I gdański o Mszczuj I) (1160 c. – 1/2 maggio 1219 o 1220) è stato un nobile polacco. Fu reggente (un "namiestnik" o starosta) di Pomerelia (si definì princeps Pomoranorum)[3] dal 1205 circa fino alla sua morte.

Sigillo di Mestvinus dux Pomeraniae

Mestwin era un membro della dinastia Samboride, figlio del duca Sobiesław di Danzica e fratello minore di Sambor I, al quale successe in Pomerelia. Nelle tavole dell'abbazia di Oliwa, vicino a Danzica, è registrato come pacificus ("il pacifico").

Come Mestwin I, dei gracia princeps in Gdanzk,[4] aveva fondato un convento di suore (probabilmente l'abbazia premonstratense di Żukowo), la castellania di Białogarda al confine con le terre pomerane di Schlawe e Stolp sul fiume Łeba, e diversi villaggi tra i fiumi Radunia e Słupia. Dopo che il re Valdemar II di Danimarca aveva conquistato la costa meridionale del Mar Baltico con Danzica durante una crociata contro gli antichi prussiani, il duca Mestwin nel 1210 dovette accettare la signoria danese, ma riuscì a liberarsi di nuovo l'anno successivo.

Si sposò con Swinisława (morta nel 1240), forse figlia del granduca polacco Mieszko III il Vecchio, precedentemente indicata come figlia del duca Ratibor I di Pomerania. Ebbero otto figli:[5]

  • Mirosława, sposò Boghislao II, duca di Pomerania
  • Świętopełk II, duca di Pomerania, succedette a suo padre come duca di Pomerelia, dal 1227 di Pomerelia-Danzica
  • (dubbio) Jadwiga (Edvige), sposò il duca Ladislao Odonic della Grande Polonia
  • Witosława, priora dell'abbazia di Żukowo
  • Warcisław, duca di Świecie dal 1227
  • Sambor II, duca di Lubiszewo dal 1233
  • Ratibor, duca di Białogard dal 1233
  • Milosława, monaca dell'Abbazia di Żukowo

NoteModifica

  1. ^ On a recently-discovered Seal-stamp of Duke Mestwin I., of East Pomerania," by H. Ernst Strehlke. - The Numismatic Chronicle, p. 158, Royal Numismatic Society (Great Britain), 1966 [1]
  2. ^ (DE) Marian Gumowski, Handbuch der polnischen Siegelkunde, Akademische Druck- u. Verlagsanstalt, 1867, pp. 51, 67, 69.
  3. ^ Loew PO: Danzig. Biographie einer Stadt, Munich 2011, p. 32: "Sambor [...] styled himself 'princeps Pomoranorum,' [...], but not 'dux,' which was the privilege of the Piasts." p. 33: "Dopo la morte di Sambor, [...] suo fratello Mestwin si [...] sforzò di ottenere una sempre maggiore indipendenza dalla Polonia. Si definì fiduciosamente princeps in Danzk e si espanse verso sud. Il suo figlio maggiore Swantopolk (Swietopelk), regnante dal 1217 in poi, sfruttò la frammentazione della Polonia per acquisire l'indipendenza per il suo regno; già dal 1227 si definì 'dux,' 'Duca di Pomerelia.'"
  4. ^ Wspomniany Mestwin I ... znamiennym zwrotem nunc princeps in Gdanzk podkreślił, że obecnie już nie w jednym z podrzędnych, ale w naczelnym grodzie się ..., p.59 of Zapiski historyczne, by Towarzystwo Naukowe w Toruniu, Wydział Nauk Historycznych [2]
  5. ^ William Urban, The Prussian Crusade, 2nd, Chicago, Illinois, Lithuanian Research and Studies Center, 2000, p. 185, ISBN 0-929700-28-7.

BibliografiaModifica

  • Theodor Hirsch, Max Töppen, Ernst Gottfried Wilhelm Strehlke: Scriptores Rerum Prussicarum: Die Geschichtsquellen der preussischen Vorzeit
  • Max Perlbach (1885), "Mestwin I., Herzog von Pomerellen", Allgemeine Deutsche Biographie (ADB) (in German), 21, Leipzig: Duncker & Humblot, pp. 503–504

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN89962063 · GND (DE138418063 · CERL cnp01176600 · WorldCat Identities (ENviaf-89962063
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie