Apri il menu principale
Michail Fëdorovič Vladimirskij
Vladimirskiy Mikhail Fedorovich.jpg

Presidente del Comitato esecutivo centrale panrusso
Durata mandato 16 marzo 1919 –
30 marzo 1919
Predecessore Jakov Sverdlov
Successore Michail Kalinin

Presidente della Commissione centrale di revisione del Partito Comunista di tutta l'Unione
Durata mandato 19 dicembre 1927 –
2 aprile 1951
Predecessore Dmitrij Kurskij
Successore Pëtr Moskatov

Deputato del Soviet delle Nazionalità del Soviet Supremo dell'URSS
Legislature III
Circoscrizione RSFS Russa

Dati generali
Partito politico Partito Comunista Russo (bolscevico), Partito Comunista di tutta l'Unione

Michail Fëdorovič Vladimirskij (in russo: Михаил Фёдорович Владимирский; Arzamas, 4 marzo 1874Mosca, 2 aprile 1951) fu un politico russo e sovietico.

BiografiaModifica

Prese parte alla Rivoluzione d'ottobre fra le file bolsceviche e, nel 1919, dopo la morte di Jakov Sverdlov, presidente del Comitato Esecutivo Centrale dei Soviet (capo di Stato della RSSF Russa), egli fu scelto dal Partito Comunista Russo (bolscevico) per sostituirlo temporaneamente. Il ruolo passò successivamente a Michail Kalinin.

Vladimirskij fu anche vicepresidente del Gosplan dell'URSS dal 1926 al 1927, e commissario del popolo (ministro) per la Sanità Pubblica della RSSF Russa dal 1930 al 1934. In quegli anni turbolenti, fu un sostenitore della linea di Stalin contro i "deviazionismi" di Lev Trockij e Nikolaj Bucharin.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN304787601 · ISNI (EN0000 0004 1018 4501 · GND (DE1037948165 · WorldCat Identities (EN304787601