Apri il menu principale

Michail Ivanovič Rodionov

politico sovietico
(Reindirizzamento da Michail Rodionov)
Michail Ivanovič Rodionov

Presidente del Consiglio dei ministri della RSFS Russa
Durata mandato 23 marzo 1946 –
9 marzo 1949
Predecessore Aleksej Nikolaevič Kosygin
Successore Boris Nikolaevič Černousov

Deputato del Soviet dell'Unione del Soviet Supremo dell'URSS
Legislature I, II
Circoscrizione Oblast' di Gor'kij

Dati generali
Partito politico Partito Comunista di tutta l'Unione (bolscevico)

Michail Ivanovič Rodionov (in russo: Михаил Иванович Родионов?; Ratunino, 8 novembre 1907, 25 ottobre del calendario giulianoLeningrado, 1º ottobre 1950) è stato un politico sovietico.

Indice

BiografiaModifica

Nato nel Governatorato di Nižnij Novgorod, terminò nel 1927 l'Istituto pedagogico di Lyskovo. Fu membro del Partito Comunista di tutta l'Unione (bolscevico) dal 1929 e ricoprì vari ruoli partitici e amministrativi fino a diventare tra il 1939 e il 1940 Presidente del Comitato esecutivo del Soviet regionale dell'Oblast' di Gor'kij e dal 1940 al 1946 del Comitato regionale del partito nella stessa oblast'. Tra il 1946 e il 1949 fu membro dell'Orgburo e Presidente del Consiglio dei ministri della RSFS Russa. Fu arrestato nell'agosto 1949 e giustiziato un anno più tardi[1] nell'ambito del cosiddetto "affare di Leningrado".[2] Nel 1954, dopo la morte di Stalin, fu riabilitato con decreto del Presidium del Comitato centrale del PCUS.[3][4]

OnorificenzeModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (RU) A. B. Bezborodov, N. V. Eliseeva (a cura di), Istoria Kommunističeskoj partii Sovetskogo Sojuza, Mosca, Političeskaja ėnciklopedija, 2014, pp. 671, ISBN 978-5-8243-1824-1.
  • Giuseppe Boffa, Storia dell'Unione Sovietica 1945-1964, vol. 4, L'Unità, 1990 [Storia dell'Unione Sovietica, vol. 2, Mondadori, 1979].
  • (RU) Postanovlenie prezidiuma CK KPSS o «Leningradskom dele», 3 maggio 1954, N. 63, p. 53. URL consultato il 1º aprile 2018.
  • (RU) Rodionov Michail Ivanovič, su Spravočnik po istorii Kommunističeskoj partii i Sovetskogo Sojuza 1898-1991. URL consultato il 1º aprile 2018.