Michel Hidalgo

allenatore di calcio e calciatore francese (22 marzo 1933 - 26 marzo 2020)
Michel Hidalgo
Michel Hidalgo (1981).jpg
Michel Hidalgo nel 1981
Nazionalità Francia Francia
Altezza 168 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1966 - giocatore
1984 - allenatore
Carriera
Giovanili
????-1952 US Normande
Squadre di club1
1952-1954Le Havre
1954-1957Stade Reims
1957-1966Monaco
Nazionale
1962 Francia Francia 1 (0)
Carriera da allenatore
1967-1968Monaco (Riserve)
1968-1969Menton (all.-gioc.)
?Monaco (Riserve)
?Francia Francia (co-all.)
1976-1984Francia Francia
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Francia 1984
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 ottobre 2006

Michel Hidalgo (Leffrinckoucke, 22 marzo 1933Marsiglia, 26 marzo 2020[1]) è stato un allenatore di calcio e calciatore francese.

È considerato l'artefice della rinascita del calcio francese a partire dalla seconda metà degli anni settanta del XX secolo e il teorico di un gioco dinamico e offensivo (il cosiddetto "calcio champagne") che impose all'attenzione del mondo sportivo la giovane squadra transalpina, che sotto la guida di Hidalgo vinse il campionato d'Europa 1984 giocato in casa.

BiografiaModifica

Di padre spagnolo, operaio metallurgico, e madre parigina,[2] nasce a Leffrinckoucke, a 15 km dal confine con il Belgio, nel Nord-Passo di Calais.[2]

È morto il 26 marzo 2020 nella sua casa di Marsiglia dopo una malattia.[3]

CarrieraModifica

CalciatoreModifica

Cresce in Normandia, dove si avvicina al calcio. Nel ruolo di centrocampista vince il campionato iuniores della Normandia nel 1952 nelle file dell'US Normande, prima di passare al Le Havre, in cui milita per due stagioni, dal 1952 al 1954. In seguito veste per tre anni la maglia dello Stade Reims, con cui vince il titolo nazionale nel 1954-1955 gioca la finale della Coppa dei Campioni 1955-1956 persa per 4-3 contro il Real Madrid, partita in cui realizza una rete. Passato al Monaco nel 1957, vi rimane fino al 1966, vincendo due titoli nazionali e due Coppe di Francia.

Nella nazionale francese conta una presenza, ottenuta nel 1962 in amichevole contro l'Italia.

AllenatoreModifica

Dal 1964 al 1969 è presidente dell'UNFP, il sindacato francese dei calciatori, alla cui testa succede a Just Fontaine.

Inizia la carriera di allenatore guidando la squadra riserve del Monaco nel 1967 e poi ricoprendo il ruolo di allenatore-giocatore del Menton dal 1968 al 1969.

Il 27 marzo 1976 viene nominato commissario tecnico della nazionale francese al posto di Ștefan Kovács, di cui era stato per altro assistente. La nazionale transalpina è reduce da un periodo di magra, avendo mancato la qualificazione a tutti i grandi tornei internazionali degli ultimi anni. Al mondiale di Argentina 1978, primo torneo sotto la guida di Hidalgo, la squadra patisce l'eliminazione al primo turno, ma mostra dei progressi nel gioco e le qualità di giovani calciatori, tra cui soprattutto Michel Platini, la stella dei Bleus. Il tecnico rimane in sella anche per il mondiale di Spagna 1982, in cui la nazionale francese arriva in semifinale, dove viene sconfitta dalla Germania Ovest ai tiri di rigore dopo una spettacolare partita durante la quale la Francia riesce a portarsi in vantaggio per 3-1. Dopo aver subito la rimonta tedesca, la squadra di Hidalgo perde, tuttavia, per 5-4 ai tiri dal dischetto e chiude al quarto posto, sconfitta dalla Polonia nella finale di consolazione.

Hidalgo raggiunge il culmine della propria carriera di commissario tecnico della nazionale francese nel 1984, quando guida la squadra alla vittoria del campionato europeo giocato in casa. La Francia, al primo alloro internazionale, in mostra un gioco brillante e, grazie soprattutto alle prestazioni di Platini, dimostra una netta superiorità rispetto alle contendenti.

Dopo il trionfo, cede le redini della nazionale ad Henri Michel e passa a ricoprire il ruolo di direttore tecnico della nazionale, carica che ricopre sino al 1986, quando viene chiamato ad allenare l'Olympique Marsiglia.

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Francia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
5-5-1962 Firenze Italia   2 – 1   Francia Amichevole -   46’
Totale Presenze 1 Reti 0

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Stade Reims: 1954-1955
Monaco: 1960-1961, 1962-1963
Monaco: 1959-1960, 1962-1963
Stade Reims: 1955
Monaco: 1961

AllenatoreModifica

Francia: 1984

OnorificenzeModifica

  Cavaliere dell'Ordine di San Carlo (Monaco)
— 17 novembre 2015[4]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN48059986 · ISNI (EN0000 0000 5887 8589 · LCCN (ENn80059697 · GND (DE1207145394 · BNF (FRcb11907491s (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n80059697