Apri il menu principale

Mike Schatz (...) è un attore, comico e doppiatore statunitense.

È noto soprattutto per aver prestato la voce originale a Emory nella serie animata Aqua Teen Hunger Force di Adult Swim. Oltre alla sua attività di doppiatore, Schatz lavore anche come direttore creativo per l'Atlanta Braves, per il network Up e con la Blue Sky Agency, agenzia pubblicitaria con sede ad Atlanta, in Georgia, con la quale lavora da circa 18 anni[1].

CarrieraModifica

L'idea di fare il comico è venuta un giorno, quando Mike Schatz è andato a guardare un'esibizione di marionette al Dad's Garage. Schatz aveva portato sua figlia di cinque anni a vedere lo spettacolo per bambini Uncle Grampa’s Hoo-Dilly Stew, dell'attore Lucky Yates. Secondo Mike Schatz, l'emozione che gli ha portato nel vedere quello spettacolo è stata molto simile alla prima volta che è andato a vedere The Second City. Più tardi, Schatz ha iniziato a esibirsi con la stessa compagnia.

Schatz, il cui padre era un giornalista della CNN, si è laureato all'Università della Georgia nel 1992. Nel corso del tempo ha recitato e prestato la sua voce sia per la squadra degli Atlanta Braves e per la catena di ristoranti Moe's Southwest Grill che per le serie televisive come Aqua Teen Hunger Force.

Per un breve periodo, Schatz ha lavorato anche alla WSB-TV, dove tirava fuori le palline da ping pong da una tramoggia e diceva i numeri della Georgia Lottery. Nel suo primo lavoro, il compito di Schatz era quello di scrivere la sceneggiatura dei trailer dei film. Per più di 20 anni ha fatto cabaret e commedie improvvisate nei teatri della città come Laughing Matters.

Oltre all'improvvisazione, Schatz ama la scrittura. Tra gli altri ha scritto V.I.P. Room, un testo semi-autobiografico sui paralleli della vita domestica e l'amore per gli stripclub, e Apnea, racconto che si concentra sull'apnea del sonno[2].

FilmografiaModifica

DoppiatoreModifica

Doppiatori italianiModifica

Da doppiatore è sostituito da:

NoteModifica

  1. ^ (EN) About Us | Blue Sky Agency, su blueskyagency.com. URL consultato il 1º marzo 2018.
  2. ^ (EN) Maker’s Dozen: Mike Schatz finds the keys to his improv universe at Dad’s Garage, in ArtsATL, 26 marzo 2015. URL consultato il 1º marzo 2018.

Collegamenti esterniModifica