Miklós Antal Esterházy

Miklós Antal Esterházy
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato31 dicembre 1655, Eisenstadt
Ordinato presbitero8 settembre 1680
Consacrato vescovo16 maggio 1684 dal cardinale Leopold Karl von Kollonitsch
Deceduto5 agosto 1695, Presburgo
 

Miklós Antal Eszterházy (o Esterházy) (Eisenstadt, 31 dicembre 1655Presburgo, 5 agosto 1695) è stato un vescovo cattolico ungherese.

BiografiaModifica

Miklós Antal era figlio del principe Paolo I Esterházy, palatino d'Ungheria, e di sua moglie Orsolya Esterházy. Egli fu quindi fratellastro del principe Michele Esterházy.

Sebbene la sua condizione di primogenito lo ponesse in linea di successione immediata nei titoli e nei possedimenti del padre, sin dalla giovane età si sentì attirato dalla carriera ecclesiastica e per questo studiò a Vienna, dove si laureò il 25 giugno 1676, alla presenza del vescovo di Nitra, passando dal 1677 al Collegium Germanicum Hungaricum di Roma dove rimase un anno e mezzo. Del soggiorno romano rimane una lettera inviata da Roma ai genitori nel 1677 in cui descrive i viaggi fatti a Roma e dintorni. L'8 settembre 1680 venne ordinato sacerdote e dal 15 marzo 1681 divenne dapprima abate di Hrapkó e poi canonico della cattedrale di Esztergom. Nel 1682 venne accolto come canonico della cattedrale di Győr e quindi proposto per il ruolo di vescovo titolare di Traù, ma il 23 aprile di quello stesso anno ottenne invece l'incarico di prevosto di Szentistván.

Il 9 maggio 1691 venne nominato vescovo di Tenin, in Croazia, entrando nella sua nuova diocesi il 6 ottobre dell'anno successivo e rimanendovi in carica sino alla propria morte, avvenuta a Presburgo, l'odierna Bratislava, nel 1695. Negli anni del suo episcopato, si dedicò prevalentemente all'attività di scrittore di opere a carattere religioso.

OpereModifica

  • Principis in Deum Pietas et Populi in Principem aut prima regnorum felicitas…, in Basilica D. Stephani… Viennae, 1672.
  • Encomia Magnae, Dignitatis, Statusque Ecclesiastici, Tyrnaviae, 1690. stamp. 1695.

Genealogia episcopaleModifica

La genealogia episcopale è:

Collegamenti esterniModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE129447064 · CERL cnp00604019