Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Milan Associazione Calcio
Milan Associazione Calcio 1972-1973.jpg
Stagione 1972-1973
AllenatoreItalia Cesare Maldini
Direttore tecnicoItalia Nereo Rocco
PresidenteItalia Albino Buticchi
Serie A2º posto
Coppa ItaliaVincitore (in Coppa delle Coppe)
Coppa delle CoppeVincitore
Maggiori presenzeCampionato: Benetti (29)
Totale: Benetti, Bigon, Rivera (43)
Miglior marcatoreCampionato: Rivera (17)
Totale: Chiarugi (22)
StadioSan Siro
Media spettatori53.977[1]¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Milan Associazione Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1972-1973.

StagioneModifica

 
Il capitano milanista Rivera (a destra) a segno della goleada di San Siro contro l'Atalanta (9-3) del 15 ottobre 1972: l'incontro stabilì il record — ancora imbattuto — del numero di gol in una partita nella storia della Serie A a girone unico.

Albino Buticchi diventa il nuovo presidente rossonero mentre alla guida della squadra per la stagione 1972-1973 viene confermato Nereo Rocco, che assume il ruolo di direttore tecnico, insieme a Cesare Maldini come allenatore.[2][3] I nuovi acquisti durante il calciomercato estivo sono Luciano Chiarugi, Dario Dolci e Maurizio Turone;[2] nell'autunno 1972 si ritira invece, dopo 5 anni e 183 partite in rossonero,[4] il portiere Fabio Cudicini,[5] già fermo per alcuni problemi renali,[6] che viene sostituito tra i pali da Villiam Vecchi.

In campionato il Milan subisce solo 2 sconfitte (entrambe in trasferta) nel girone di andata, che chiude in 1ª posizione a quota 22 punti, tanti quanti quelli realizzati dalla Juventus.[7] anche grazie all'apporto di un attacco prolifico. Alla fine saranno 65 le reti realizzate, con una media di più di due a partita. Nel corso dell'annata i rossoneri si rendono autori di alcune goleade, come il 9-3 inflitto all'Atalanta il 15 ottobre 1972,[8] che costerà di fatto ai bergamaschi la retrocessione per la differenza reti al termine del torneo, chiuso a pari punti con Roma, Sampdoria e Vicenza. La partita contro l'Atalanta è quella con il record di reti segnate complessivamente in Serie A.[9]

 
Il capitano bianconero Salvadore e quello rossonero Rivera entrano a San Siro per la classica del 18 febbraio 1973 (2-2): il duello stagionale tra Milan e Juventus interessò sia il campionato sia la Coppa Italia.

Nella prima parte di campionato Rivera e compagni sono secondi alle spalle della Lazio di Tommaso Maestrelli, prima di competere con i romani e la Juventus. Rossoneri e bianconeri continuano poi appaiati fino alla 20ª giornata, quando la Juventus perde il derby con il Torino mentre il Milan batte il Lanerossi Vicenza,[10] guadagnando così 2 punti sui bianconeri.[11][12] A marzo il Milan ha tre punti di vantaggio sulle concorrenti ma la sconfitta del 22 aprile all'Olimpico contro i biancocelesti, con un gol annullato a Chiarugi dall'arbitro Concetto Lo Bello e la conseguente espulsione di Rocco per proteste,[13] rende decisiva l'ultima giornata, in programma il 20 maggio 1973, con i Diavoli avanti di un punto rispetto alle rivali.[9]

 
L'allenatore Rocco discute con Chiarugi, il miglior marcatore rossonero della stagione.

Alla penultima giornata, in particolare, il Milan guida la classifica con 44 punti davanti a Juventus e Lazio (unica ad aver battuto i rossoneri nel girone di ritorno), appaiate a quota 43.[2][3] Il Milan, che pochi giorni prima aveva disputato una dispendiosa finale di Coppa delle Coppe, deve affrontare in trasferta il Verona, che batte i rossoneri per 5-3;[14] la Lazio perde nel finale a Napoli[15] e la Juventus, invece, sta pareggiando contro la Roma, ma a pochi minuti dal termine Antonello Cuccureddu segna il gol-vittoria che dà lo scudetto ai bianconeri.[2][3][16] Il Milan chiude così il campionato al 2º posto[2], e questo episodio fu soprannominato la Fatal Verona.[17] Il capitano rossonero Gianni Rivera risulta capocannoniere della competizione con 17 gol, a pari merito con Paolo Pulici e Giuseppe Savoldi.[18][19] La vittoria in contemporanea di tre giocatori del titolo di capocannoniere è un evento rimasto unico nella storia della Serie A.[20]

In Coppa delle Coppe il Milan si qualifica alla finale dopo avere eliminato nei sedicesimi di finale i lussemburghesi del Red Boys Differdange (vittoria per 4-1 all'andata a Differdange e per 3-0 nel ritorno a Milano), negli ottavi di finale i polacchi del Legia Varsavia (1-1 a Varsavia e vittoria per 2-1 dopo i supplementari a San Siro),[21] nei quarti di finale i sovietici dello Spartak Mosca (vittoria per 1-0 a Soči e pareggio per 1-1 in casa) e in semifinale i cecoslovacchi dello Sparta Praga (due vittorie per 1-0).[22]

 
I rossoneri in posa dopo la vittoriosa difesa della Coppa Italia.

Nella finale di Salonicco del 16 maggio 1973 i rossoneri affrontano gli inglesi del Leeds e vincono la gara grazie a una punizione dopo tre minuti di Chiarugi, che diviene capocannoniere del torneo con 7 reti.[2] nei primi minuti di gioco.[3][22] A scendere in campo per l'ultimo atto sono Vecchi, Sabadini, Zignoli, Anquilletti, Turone, Rosato, Sogliano, Benetti, Bigon, Rivera e Chiarugi. È la seconda Coppa delle Coppe vinta dai rossoneri; il milanista Luciano Chiarugi risulta inoltre capocannoniere della manifestazione con 7 reti.[23]

La stagione si conclude con la Coppa Italia dove il Milan, in qualità di detentore del trofeo, inizia dal secondo turno.[24] I rossoneri chiudono il girone B, nel quale sono inseriti anche Atalanta, Cagliari e Napoli, al 1º posto con 10 punti frutto di 5 vittorie e una sconfitta[24][25] e si qualificano per la finale del 1º luglio 1973 all'Olimpico di Roma contro la Juventus. Circa un mese dopo la Fatal Verona il Milan si prende la rivincita battendo 6-3 dopo i calci di rigore la Juventus nella finale di Coppa Italia, conquistando così la sua terza coppa nazionale[3]. Il match termina 1-1 dopo i tempi supplementari (nel primo tempo al gol bianconero di Roberto Bettega risponde, su rigore, Romeo Benetti). Dal dischetto Schnellinger, ancora Benetti, Chiarugi, Biasiolo e Magherini non falliscono, mentre i bianconeri sbagliano 3 tiri su 5, fissando il risultato sul 5 a 2 per i rossoneri[21].

MaglieModifica

La divisa è una maglia a strisce verticali della stessa dimensione, rosse e nere, con pantaloncini bianchi e calzettoni neri con risvolto rosso. La divisa di riserva è una maglia bianca con colletto e bordi delle maniche rossi e neri, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi con risvolto nero e rosso.

Casa
Trasferta

Organigramma societario[2]Modifica

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: Giovanni Battista Monti
  • Massaggiatore: Carlo Tresoldi

RosaModifica

CalciomercatoModifica

Sessione estivaModifica

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Dario Dolci Varese definitivo
D Maurizio Turone Genoa definitivo
C Roberto Casone Sampdoria fine prestito
A Luciano Chiarugi Fiorentina definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Aldo Maldera Bologna prestito
D Luciano Monticolo Catanzaro definitivo
C Pier Paolo Scarrone Genoa definitivo
C Vincenzo Zazzaro Lecco prestito
A Silvano Villa Sampdoria prestito

Sessione autunnaleModifica

Cessioni
R. Nome a Modalità
P Fabio Cudicini fine carriera

RisultatiModifica

Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1972-1973.

Girone di andataModifica

Milano
24 settembre 1972
1ª giornata
Milan4 – 0
referto
PalermoStadio San Siro (47 682 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Terni
1º ottobre 1972
2ª giornata
Ternana0 – 0
referto
MilanStadio Libero Liberati (30 949 spett.)
Arbitro:  Monti (Ancona)

Milano
15 ottobre 1972
3ª giornata
Milan9 – 3
referto
AtalantaStadio San Siro (47 316 spett.)
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Torino
29 ottobre 1972
4ª giornata
Juventus2 – 2
referto
MilanStadio Comunale (65 818 spett.)
Arbitro:  Pieroni (Roma)

Milano
5 novembre 1972
5ª giornata
Milan2 – 0
referto
  Lanerossi VicenzaStadio San Siro (39 327 spett.)
Arbitro:  Trinchieri (Reggio Emilia)

Firenze
12 novembre 1972
6ª giornata
Fiorentina3 – 1
referto
MilanStadio Comunale (43 412 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
19 novembre 1972
7ª giornata
Milan3 – 2
referto
InterStadio San Siro (80 028 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Roma
26 novembre 1972
8ª giornata
Roma0 – 0
referto
MilanStadio Olimpico (63 342 spett.)
Arbitro:  Toselli (Cormons)

Milano
3 dicembre 1972
9ª giornata
Milan3 – 1
referto
SampdoriaStadio San Siro (30 675 spett.)
Arbitro:  Trono (Torino)

Cagliari
10 dicembre 1972
10ª giornata
Cagliari0 – 1
referto
MilanStadio Sant'Elia (33 073 spett.)
Arbitro:  Pieroni (Roma)

Milano
17 gennaio 1973
11ª giornata
Milan3 – 1[28]
referto
LazioStadio San Siro (28 373 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Napoli
24 dicembre 1972
12ª giornata
Napoli0 – 0
referto
MilanStadio San Paolo (55 024 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
30 dicembre 1972
13ª giornata
Milan1 – 0
referto
TorinoStadio San Siro (37 988 spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Bologna
7 gennaio 1973
14ª giornata
Bologna3 – 2
referto
MilanStadio Comunale (41 893 spett.)
Arbitro:  Serafino (Roma)

Milano
21 gennaio 1973
15ª giornata
Milan2 – 1
referto
VeronaStadio San Siro (34 270 spett.)
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Girone di ritornoModifica

Palermo
28 gennaio 1973
16ª giornata
Palermo0 – 1
referto
MilanStadio La Favorita (17 066 spett.)
Arbitro:  Menegali (Roma)

Milano
4 febbraio 1973
17ª giornata
Milan3 – 1
referto
TernanaStadio San Siro (45 899 spett.)
Arbitro:  Trinchieri (Reggio Emilia)

Bergamo
11 febbraio 1973
18ª giornata
Atalanta1 – 1
referto
MilanStadio Comunale (31 575 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Milano
18 febbraio 1973
19ª giornata
Milan2 – 2
referto
JuventusStadio San Siro (80 500 spett.)
Arbitro:  Pieroni (Roma)

Vicenza
4 marzo 1973
20ª giornata
Lanerossi Vicenza  0 – 3
referto
MilanStadio Romeo Menti (29 269 spett.)
Arbitro:  Monti (Ancona)

Milano
11 marzo 1973
21ª giornata
Milan2 – 0
referto
FiorentinaStadio San Siro (64 777 spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Milano
18 marzo 1973
22ª giornata
Inter0 – 2
referto
MilanStadio San Siro (80 637 spett.)
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Milano
25 marzo 1973
23ª giornata
Milan3 – 1
referto
RomaStadio San Siro (55 838 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Genova
8 aprile 1973
24ª giornata
Sampdoria1 – 4
referto
MilanStadio Luigi Ferraris (36 943 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Milano
15 aprile 1973
25ª giornata
Milan1 – 1
referto
CagliariStadio San Siro (57 923 spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Roma
21 aprile 1973
26ª giornata
Lazio2 – 1
referto
MilanStadio Olimpico (70 403 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
29 aprile 1973
27ª giornata
Milan1 – 0
referto
NapoliStadio San Siro (55 927 spett.)
Arbitro:  Monti (Ancona)

Torino
6 maggio 1973
28ª giornata
Torino2 – 2
referto
MilanStadio Comunale (58 032 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Milano
13 maggio 1973
29ª giornata
Milan3 – 1
referto
BolognaStadio San Siro (81 280 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Verona
20 maggio 1973
30ª giornata
Verona5 – 3
referto
MilanStadio Marcantonio Bentegodi (40 049 spett.)
Arbitro:  Monti (Ancona)

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1972-1973.

Secondo turnoModifica

Bergamo
26 maggio 1973
1ª giornata - Gruppo B
Atalanta0 – 2MilanStadio Comunale (9 969 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Milano
3 giugno 1973
2ª giornata - Gruppo B
Milan0 – 1CagliariStadio San Siro (18 939 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Napoli
17 giugno 1973
3ª giornata - Gruppo B
Napoli0 – 2MilanStadio San Paolo (37 500 spett.)
Arbitro:  Gialluisi (Barletta)

Milano
20 giugno 1973
4ª giornata - Gruppo B
Milan1 – 0AtalantaStadio San Siro (9 845 spett.)
Arbitro:  Mascali (Desenzano del Garda)

Cagliari
24 giugno 1973
5ª giornata - Gruppo B
Cagliari0 – 1MilanStadio Sant'Elia (5 000 spett.)
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Milano
27 giugno 1973
6ª giornata - Gruppo B
Milan2 – 0NapoliStadio San Siro (7 000 spett.)
Arbitro:  Trinchieri (Reggio Emilia)

FinaleModifica

Roma
1º luglio 1973
Gara unica
Milan1 – 1
(d.t.s.)
JuventusStadio Olimpico (49 663 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Coppa delle CoppeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa delle Coppe 1972-1973.

Sedicesimi di finaleModifica

Differdange
6 settembre 1972
Andata
Red Boys Differdange  1 – 4MilanStade du Thillenberg (8 200 spett.)
Arbitro:   Wurtz

Milano
27 settembre 1972
Ritorno
Milan3 – 0  Red Boys DifferdangeStadio San Siro (15 000 spett.)
Arbitro:   Casha

Ottavi di finaleModifica

Varsavia
25 ottobre 1972
Andata
Legia Varsavia1 – 1MilanStadion Dziesięciolecia (52 500 spett.)
Arbitro:   Michas

Milano
8 novembre 1972
Ritorno
Milan2 – 1
(d.t.s.)
Legia VarsaviaStadio San Siro (8 770 spett.)
Arbitro:   Tschenscher

Quarti di finaleModifica

Soči
7 marzo 1973
Andata
Spartak Mosca0 – 1MilanCentral'nyj stadion (12 000 spett.)
Arbitro:   Taylor

Milano
21 marzo 1973
Ritorno
Milan1 – 1Spartak MoscaStadio San Siro (25 829 spett.)
Arbitro:   Gugulović

SemifinaliModifica

Milano
11 aprile 1973
Andata
Milan1 – 0Sparta ČKD PragaStadio San Siro (35 433 spett.)
Arbitro:   Paterson

Praga
25 aprile 1973
Ritorno
Sparta ČKD Praga0 – 1MilanStadion Letná (40 000 spett.)
Arbitro:   Sánchez

FinaleModifica

Salonicco
16 maggio 1973
Gara unica
Milan1 – 0Leeds UtdStadio Kaftanzogleio (40 154 spett.)
Arbitro:   Michas

StatisticheModifica

Statistiche di squadraModifica

Competizione[2][29] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
  Serie A 44 15 13 2 0 42 14 15 5 6 4 23 19 30 18 8 4 65 33 +32
  Coppa Italia vincitore 3 2 0 1 3 1 3 3 0 0 5 0 7[30] 5 1 1 9 2 +7
  Coppa delle Coppe vincitore 4 3 1 0 7 2 4 3 1 0 7 2 9[31] 7 2 0 15 4 +11
Totale - 22 18 3 1 52 17 22 11 7 4 35 21 46 30 11 5 89 39 +50

Statistiche dei giocatori[22][32]Modifica

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa delle Coppe Totale
                               
Anquilletti, A. A. Anquilletti 280??50??80??410??
Belli, P. P. Belli 13-16??0-0005-3??18-190+0+
Benetti, R. R. Benetti 297??71??72??4310??
Biasiolo, G. G. Biasiolo 224??50??70??344??
Bigon, A. A. Bigon 2810??71??81??4312??
Casone, R. R. Casone 10??40??10??60??
Chiarugi, L. L. Chiarugi 2712??53??87??4022??
Cudicini, F. F. Cudicini 0-0000-0000-0000-000
Dolci, D. D. Dolci 110??40??70??220??
Golin, L. L. Golin 50??30??62??142??
Gori, G. G. Gori 000010??0000100+0+
Magherini, G. G. Magherini 20??50??30??100??
Marson, R. R. Marson 00??00??00??00??
Prati, P. P. Prati 176??000042??2180+0+
Rivera, G. G. Rivera 2817??63??90??4320??
Rosato, R. R. Rosato 252??70??60??382??
Sabadini, G. G. Sabadini 234??50??60??344??
Schnellinger, K. K. Schnellinger 280??60??70??410??
Sogliano, R. R. Sogliano 172??10??40??222??
Tresoldi, C. C. Tresoldi 10??000010??200+0+
Turone, M. M. Turone 150??40??50??240??
Vecchi, V. V. Vecchi 19-17??7-2??4-1??30-20??
Zignoli, G. G. Zignoli 150??70??71??291??

NoteModifica

  1. ^ (EN) Attendance Statistics of Serie A, stadiapostcards.com. URL consultato il 19 aprile 2012.
  2. ^ a b c d e f g h Panini, p. 369.
  3. ^ a b c d e Tosi.
  4. ^ Panini, p. 671.
  5. ^ Guido Lajolo, Cudicini ha deciso di lasciare il calcio, La Stampa, 6 ottobre 1972, p. 16. URL consultato il 19 aprile 2012.
  6. ^ È insidiato dal "proteus", Stampa Sera, 10 ottobre 1972, p. 11. URL consultato il 19 aprile 2012.
  7. ^ Classifica Parziale Stagione 1972-1973 - Giornata: 15, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 19 aprile 2012.
  8. ^ Andrea Saronni, Un altro Milan fantasia e quel 9-3, Sport Mediaset, 27 febbraio 2010. URL consultato il 5 giugno 2012.
  9. ^ a b Mondadori.
  10. ^ Serie A - Stagione 1972-1973 - Giornata: 20, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 19 aprile 2012.
  11. ^ Enzo Bordin, Nereo Rocco prudente e polemico (PDF), l'Unità, 5 marzo 1973, p. 8. URL consultato il 19 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2014).
  12. ^ Classifica Parziale Stagione 1972-1973 - Giornata: 20, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 19 aprile 2012.
  13. ^ La Tribù del Calcio con Chiarugi, Sport Mediaset, 27 gennaio 2011. URL consultato il 31 maggio 2013.
  14. ^ Bruno Panzera, Il Milan è stato tradito dalla fatica di Salonicco (PDF), l'Unità, 21 maggio 1973, p. 7. URL consultato il 19 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2014).
  15. ^ Michele Muro, L'emozione ha tagliato le gambe ai biancoazzurri (PDF), l'Unità, 21 maggio 1973, p. 8. URL consultato il 19 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2014).
  16. ^ Roberto Frosi, Prima Altafini (200 gol) poi Cuccureddu (all'86') (PDF), l'Unità, 21 maggio 1973, p. 7. URL consultato il 19 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2014).
  17. ^ Biblioteca Trivulziana.
  18. ^ Panini, p. 470.
  19. ^ (EN) Italy - Serie A Top Scorers, rsssf.com. URL consultato il 19 aprile 2012.
  20. ^ Gianni Rivera, Oreste Del Buono, Dalla Corea al Quirinale, Rizzoli, 1968.
  21. ^ a b Panini, p. 374.
  22. ^ a b c Panini, p. 375.
  23. ^ (EN) Cup Winners Cup Topscorers, rsssf.com. URL consultato il 19 aprile 2012.
  24. ^ a b Coppa Italia 1972-1973 - Secondo turno - Gruppo B, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 19 aprile 2012.
  25. ^ Panini, pp. 373-374.
  26. ^ Ritiratosi nel mese di ottobre del 1972.
  27. ^ Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  28. ^ Partita dell'undicesima giornata (17 dicembre 1972) sospesa dall'arbitro Gonella per nebbia dopo 81 minuti sul risultato di 1-0 (gol di Chiarugi) e successivamente rigiocata:
  29. ^ Milan Associazione Calcio 1972-73 (PDF), magliarossonera.it, p. 2. URL consultato il 19 aprile 2012.
  30. ^ Compresa la finale, disputata in campo neutro a Roma.
  31. ^ Compresa la finale, disputata in campo neutro a Salonicco.
  32. ^ Milan Associazione Calcio 1972-73 (PDF), magliarossonera.it, p. 3. URL consultato il 19 aprile 2012.

BibliografiaModifica

  • Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005.
  • Enrico Tosi, Forza Milan! – La storia del Milan, Italia/Italy, maggio 2005.
  • Milan. Sempre con te, Mondadori, dicembre 2009, ISBN 88-04-59118-8.
  • Cronache delle squadre di calcio milanesi - Il Milan, Milano, Biblioteca Trivulziana, 1990.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica