Apri il menu principale

Milo O'Shea

attore irlandese

BiografiaModifica

Figlio di un cantante e di un'insegnante di balletto, O'Shea crebbe a Dublino e fu educato dai Fratelli cristiani alla scuola Synge Street CBS. All'età di 12 anni apparve al Gate Theatre nella pièce Cesare e Cleopatra di George Bernard Shaw. Successivamente continuò gli studi musicali e teatrali alla Guildhall School of Music and Drama di Londra, diventando anche un abile pianista[1].

Affermatosi sul palcoscenico, O'Shea passò al cinema negli anni sessanta. Tra i suoi ruoli più memorabili sul grande schermo, da ricordare quello di padre Lorenzo nella versione di Romeo e Giulietta diretta nel 1968 da Franco Zeffirelli, e quello di Leopold Bloom nella versione cinematografica dell'Ulysses (1967) diretta da Joseph Strick[2]. Interpretò inoltre il ruolo dello scienziato Durand Durand nella commedia fantascientifica Barbarella (1968), diretta da Roger Vadim e interpretata da Jane Fonda, e quello dell'ispettore Boot nella commedia horror Oscar insanguinato (1973) con Vincent Price. Nel 1984 riprese il vecchio ruolo del Dr. Durand Durand (accreditato come Dr. Duran Duran) per il film del concerto Arena dei Duran Duran, la band il cui nome venne ispirato proprio dal personaggio di O'Shea in Barbarella[1].

O'Shea fu attivo anche sulle scene statunitensi, apprezzato per la simpatia delle sue interpretazioni[2]. Nella stagione 1966-1967 apparve a Broadway nel dramma Staircase, interpretato da Eli Wallach e diretto da Barry Morse, in cui per la prima volta Broadway rappresentò una vicenda di protagonisti omosessuali in chiave non ironica. Per la sua interpretazione, O'Shea ottenne una nomination al Tony Award nel 1968, e fu nuovamente candidato al premio nel 1981 per la sua interpretazione di padre Tim Farley nella pièce Mass Appeal. Nel 1982 diede una memorabile interpretazione - pur nel ruolo secondario di un giudice - nel film Il verdetto di Sidney Lumet, con Paul Newman, mentre sul piccolo schermo interpretò il Presidente della Corte suprema degli Stati Uniti Roy Ashland nella serie West Wing - Tutti gli uomini del Presidente (1992).

Dopo un primo matrimonio con l'attrice Maureen Toal, O'Shea si risposò con l'attrice irlandese Kitty Sullivan, che incontrò in Italia durante le riprese di Barbarella e con la quale apparve in alcune occasioni sulle scene, tra cui un revival a Broadway del musical My Fair Lady nel 1981. La coppia risiedette stabilmente a New York dal 1976, prendendo la cittadinanza statunitense.

O'Shea morì il 2 aprile 2013, a New York, dopo una breve malattia, all'età di 86 anni.

Filmografia parzialeModifica

Doppiatori italianiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b https://www.theguardian.com/stage/2013/apr/03/milo-o-shea?INTCMP=ILCNETTXT3487
  2. ^ a b Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, pag. 392

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN23613685 · ISNI (EN0000 0000 7824 5172 · LCCN (ENn86013808 · GND (DE1017877130 · BNF (FRcb14212102q (data) · WorldCat Identities (ENn86-013808