Apri il menu principale

Milton Gendel

fotografo e critico d'arte statunitense

Milton Gendel (New York, 16 dicembre 1918Roma, 11 ottobre 2018[1]) è stato un fotografo e critico d'arte statunitense.

BiografiaModifica

È vissuto a Roma dal 1949 fino alla morte, avvenuta nel 2018 qualche mese prima del centesimo compleanno. Come corrispondente per ARTnews ha scritto su diversi artisti di rilievo nel dopoguerra italiano, tra i quali Alberto Burri e Toti Scialoja. Le fotografie di Gendel catturarono artisti e intellettuali sullo sfondo della trasformazione dell'Italia durante il boom economico.

Tra il 1945 e il 1946, di stanza in Cina con l'esercito degli Stati Uniti, Gendel ritrasse con la sua Leica il tumultuoso periodo tra la resa giapponese e l'avvio della guerra civile.

Per tutti gli anni cinquanta, Gendel immortalò Roma e altri luoghi d'Italia, tra cui la Sicilia con suggestioni dal cinema neorealista e atmosfere dechirichiane[2]. Negli anni sessanta le immagini di Gendel ritrassero il glamour della Dolce vita, con intuizioni psicologiche e spirito pungente.

NoteModifica

  1. ^ Edoardo Sassi, Morto Milton Gendel, nei suoi scatti un secolo di volti, in Corriere della Sera, 11 ottobre 2018. URL consultato il 13 ottobre 2018.
  2. ^ Giorgio Villani, Roma di vecchi dei...Un ritratto di Milton Gendel, in il manifesto, 18 novembre 2018. URL consultato il 21 novembre 2018.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN210474176 · ISNI (EN0000 0003 8551 5507 · LCCN (ENnr99014651 · GND (DE12990564X · ULAN (EN500343997 · WorldCat Identities (ENnr99-014651