Apri il menu principale

Mindaugas

primo sovrano di Lituania
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il nome proprio di persona maschile, vedi Mindaugas (nome).
Mindaugas I
Mindoŭh. Міндоўг (XVI).jpg
Granduca di Lituania
In carica 1230 –
6 luglio 1253
Predecessore carica creata
Successore sé stesso come Re di Lituania
Re di Lituania
In carica 6 luglio 1253 –
1262
Incoronazione 6 luglio 1253
Predecessore sé stesso come Granduca di Lituania
Successore sé stesso come Granduca dei Lituani
Granduca di Lituania
(Formalmente Granduca dei Lituani)
In carica 1262 –
1263
Predecessore sé stesso come Re di Lituania
Successore Treniota
Nascita Lituania, 1203
Morte Lituania, 1263
Casa reale Palamonidi
Padre Algimatas
Consorte Marta
Religione paganesimo, cattolicesimo

Mindaugas (in polacco antico Mindowe, in polacco moderno Mendog, in bielorusso Міндоўг/Mindowh, in russo Mиндовг/Mindovg; 12031263) è stato il primo sovrano della Lituania incoronato il 6 luglio 1253[1].

BiografiaModifica

Tra leggenda e realtàModifica

Presumibilmente figlio del leggendario sovrano di Vilnius e capo della confederazione tribale lituana Ryngold, figlio e successore a sua volta dell'altrettanto leggendario Algimantas.[2] Algimantas e suo figlio Ryngold non hanno completi fondamenti storici, e sono avvolti dalla leggenda e dal mistero. Secondo la leggenda sorta nel XV secolo, la stirpe di Mindaugas discenderebbe della mitica famiglia romana dei Palemonidi, fondata da Palemon (probabilmente con riferimento a Polemone II del Ponto) fuggito da Roma con 500 nobili famiglie e stabilitosi sulle sponde orientali del Baltico.[3] La mitologia dei numerosi sovrani che, da Palemon ad Algimantas a Ryngold, ressero il comando delle varie tribù lituane, verrà messa per iscritto attorno al 1530 nelle Cronache lituane: furono queste poi adoperate dai lituani per rafforzare un sentimento “nazionalista” (prendendo in prestito un termine d’epoca successiva), in costante conflitto con i polacchi e con i teutonici, per ricostruire la dinastia da cui discese Mindaugas, primo Duca di Lituania.

Duca di Lituania e reModifica

Mindaugas governò la Lituania come Duca (Kunigaikštis) dal 1236 circa (data tradizionale di costituzione del Ducato di Lituania) e come unico re (karalius) dal 1253, finché non rinunciò alla sua cristianità nel 1262.[4]

Egli riunì i locali ducati tribali, conquistò la Rutenia Nera e spostò la sua corte a Navahrudak (nell'attuale Bielorussia).[5]

Mindaugas e sua moglie Marta vennero battezzati attorno al 1252 dal vescovo di Kulm alla presenza del Maestro dell'Ordine Teutonico e col consenso del Gran Maestro dell’Ordine di Livonia Andreas von Felben a cui fu ceduta parte della Samogizia. Nel frattempo, veniva consacrato anche il primo vescovo di Prussia (e Lituania), Cristiano di Oliwa.[6] L’idea era quella di aumentare la presenza cristiana nell’area.

MorteModifica

Le popolazioni baltiche continuarono a resistere alla conversione, e dopo la sconfitta da parte di forze pagane nel 1260, Mindaugas rinunciò alla cristianità. Venne ucciso da suo nipote Treniota[7] e dal duca Daumantas di Nalšia. Sotto l'usurpatore Treniota, di forti convincimenti pagani, la nazione riabbracciò la mitologia baltica fino alla conversione avvenuta nel 1387 del granduca Jogaila.[8]

Solo con Gediminas, granduca dal 1316, ebbe inizio la rinascita della Lituania. Il Regno costituito da Mindaugas durò poco meno di dieci anni e fu sostituito dal Granducato di Lituania, i cui territori erano grosso modo ascrivibili a quelli posseduti precedentemente alla morte del monarca. Chi venne in sostituzione di Mindaugas subentrò a titolo di Granduca: salvo il caso particolare di Vitoldo e la costituzione del brevissimo Regno di Lituania (1918), nessuno nella storia della Lituania si arrogò del titolo di re (sebbene il ruolo di Granduca fosse sostanzialmente simile a livello di poteri).

FilmografiaModifica

Nel 1992 il regista lituano Juozas Sabolius ha dedicato alla figura di Mindaugas il film Valdžia.

Voci correlateModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Rūta Janonienė; Tojana Račiūnaitė; Marius Iršėnas; Adomas Butrimas, The Lithuanian Millenium: History, Art and Culture, VDA leidykla, 2015, ISBN 978-60-94-47097-4, p. 45.
  2. ^ Storia della Lituania redatta dal consolato lituano di Firenze: http://www.conslituaniafi.org/web/contenuti.php?categoria=storia
  3. ^ (LT) Ivinskis, Zenonas (1953–1966). "Palemonas". Lietuvių enciklopedija. 21. Boston, Massachusetts: Lietuvių enciklopedijos leidykla. pp. 400–401. LCC 55020366
  4. ^ https://lituaniaviaggi.com/la-lituania-e-le-sue-meravigli/la-storia/
  5. ^ (EN) Castelli del Granducato di Lituania nell’attuale Bielorussia: http://global.truelithuania.com/tag/navahrudak-castle/
  6. ^ (DE) Christian von Preußen. In: Wetzer und Welte's Kirchenlexikon, Bd. 3, Sp. 225–228
  7. ^ (EN) Vita di Mindaugas e scontri con il nipote Treniota: https://erenow.net/postclassical/crusades/643.php
  8. ^ Paulius Rabikauskas, La cristianizzazione della Lituania (XIII e XIV secolo), 1990: https://www.persee.fr/doc/efr_0000-0000_1990_act_128_1_3747

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN74709149 · LCCN (ENn2002043561 · GND (DE12143446X · CERL cnp00564776 · WorldCat Identities (ENn2002-043561