Ministero dell'Europa e degli affari esteri

Ministero dell'Europa e degli affari esteri
Ministère de l'Europe et des Affaires étrangères
Entrance of Hôtel du ministre des Affaires étrangères PA00088723 (7).jpg
Hôtel du ministre des Affaires étrangères, sede del ministero.
StatoFrancia Francia
TipoMinistero
Istituito1547: Segretario di Stato per gli affari esteri
1789: Ministero degli affari esteri o delle relazioni esterne
MinistroJean-Yves Le Drian (dal 15 maggio 2017)
SedeHôtel du ministre des Affaires étrangères, Parigi
IndirizzoQuai d'Orsay
Sito webdiplomatie.gouv.fr

Il Ministero dell'Europa e degli affari esteri (in francese: Ministère de l'Europe et des Affaires étrangères) è il ministero degli affari esteri della Repubblica francese. Dal 1855, la sua sede centrale si trova sul Quai d'Orsay, 37 (vicino all'Assemblea nazionale francese). "Quai d'Orsay" è spesso usato come metonimico per il ministero. Dal 17 maggio 2017 è guidata dal ministro Jean-Yves Le Drian.[1]

Sotto la Quinta Repubblica francese, il ministero ha avuto le seguenti denominazioni: Ministère des Affaires étrangères (Ministero degli Affari esteri, 1959-1981), Ministère des Relations extérieures (Ministero delle Relazioni esterne, 1981-1986), Ministère des Affaires étrangères (Ministero degli Affari esteri, 1996-2007), Ministère des Affaires étrangères et européennes (Ministero degli Affari esteri ed europei, 2007-2012), Ministère des Affaires étrangères (Ministero degli Affari esteri, 2012-2014), Ministère des Affaires étrangères et du développement international (Ministero degli Affari esteri e dello sviluppo internazionale, 2014-2017) e dal 2017 ha la attuale denominazione.

StoriaModifica

Il ministero ha una lunga tradizione che risale all'Ancien Régime. Nel 1547, viene nominato il primo segretario di stato per gli affari esteri, Claude de L'Aubespine.

CompitiModifica

Il Ministero degli affari esteri comprende 166 ambasciate di Stati sovrani e organizzazioni internazionali che informano regolarmente il governo, così come i consolati.

Sicurezza esterna, relazioni economiche, politica culturale estera (ad es. Organizzazioni culturali francesi come l'Institut français) sono obiettivi importanti.[2]

StrutturaModifica

Dal 1950 esiste un Segretario di Stato per gli affari europei, dal 1959 un Segretario di Stato per le questioni della Francofonia.

Il dicastero ha un budget di 4,6 miliardi di euro (2009) e impiega 14.800 persone.

NoteModifica

  1. ^ (FR) page officielle du ministère des Affaires étrangères: "Le ministre, les secrétaires d’Etat", in Ministero degli affari esteri. URL consultato il 7 novembre 2018.
  2. ^ (FR) Infographie "Rôles et missions du réseau diplomatique à l’étranger", in Pagina ufficiale del Ministero degli affari esteri. URL consultato il 7 novembre 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN123164749 · ISNI (EN0000 0004 0452 4979 · LCCN (ENn82063759 · GND (DE10356736-7 · WorldCat Identities (ENn82-063759