Ministero dell'ambiente (Svezia)

Ministero dell'ambiente
Nordiska banken.JPG
StatoSvezia
Istituito1987
Ministro responsabileAnnika Strandhäll
SedeStoccolma
IndirizzoNordiska Handelsbanken, Malmtorgsgatan 3, 111 51
Sito webregeringen.se/sveriges-regering/miljodepartementet/

Il Ministero dell'ambiente (Svedese: Miljödepartementet) è un ministero del governo svedese responsabile delle politiche ambientali del governo in materia di prodotti chimici, ambiente naturale e diversità biologica.[1]

Gli uffici del ministero si trovano nel vecchio edificio Nordiska Handelsbanken a Stoccolma.[2]

StoriaModifica

Il ministero è stato fondato nel 1987 come Ministero dell'ambiente e dell'energia (in svedese: Miljö- och energidepartementet). In precedenza le questioni ambientali erano state gestite dal Ministero dell'agricoltura (svedese: Jordbruksdepartementet) e le questioni energetiche erano state gestite dal Ministero dell'industria. Dal 1990 è stato utilizzato il nome più breve Ministero dell'ambiente e le questioni energetiche sono state trasferite al Ministero dell'industria, sebbene sia stata mantenuta la supervisione dell'energia nucleare. Nel 1991 il ministero è stato rinominato Ministero dell'ambiente e delle risorse naturali (svedese: Miljö- och naturresursdepartementet).

Dal 1º novembre 2004 al 1º gennaio 2007, durante il governo di Göran Persson, il ministero era noto come Ministero dello sviluppo sostenibile (svedese: Miljö- och samhällsbyggnadsdepartementet). Il governo di Fredrik Reinfeldt (entrato in carica il 6 ottobre 2006) ha usato di nuovo il nome in forma breve, trasferendo le questioni energetiche al Ministero delle imprese, dell'energia e delle comunicazioni, e le questioni relative all'edilizia sono state trasferite al Ministero delle finanze. Nel 2014, il dipartimento è tornato al suo nome originale sotto il nuovo governo di Stefan Löfven.

Aree di responsabilitàModifica

Le aree di responsabilità sono:[3]

  • Politiche sui prodotti chimici
  • Politiche sul clima
  • Politiche sull'ecociclo
  • Legislazione ambientale e obiettivi di qualità
  • Conservazione della natura e diversità biologica
  • Sviluppo sostenibile
  • Acqua e mari

OrganizzazioneModifica

Il ministero è diretto dal Ministro per il clima e l'ambiente, al momento Isabella Lövin (partito ambientalista), che serve anche come Primo Ministro. Al di sotto del livello ministeriale le operazioni sono dirette da un Segretario di stato (svedese: statssekreterare). Il ministero ha anche un segretario stampa e consulenti politici che lavorano a stretto contatto con il ministro sulle questioni politiche.[1]

Il ministero è diviso in nove divisioni e la direzione del ministero:[1]

  • Divisione per il clima
  • Divisione per l'ambiente naturale
  • Divisione per i prodotti chimici
  • Divisione per la valutazione ambientale
  • Divisione per gli obiettivi ambientali
  • Divisione per il coordinamento e il supporto
  • Divisione per i servizi legali
  • Divisione per gli affari internazionali
  • Divisione per la comunicazione

Enti governativiModifica

Il Ministero dell'Ambiente è a capo dei seguenti enti governativi:

  • L'agenzia svedese per la protezione dell'ambiente (Naturvårdsverket)
  • L'istituto meteorologico e idrologico svedese (Sveriges meteorologiska och hydrologiska institut, SMHI)
  • Il consiglio nazionale dell'abitazione, dell'edilizia e della pianificazione (Boverket)
  • L'organizzazione nazionale per gli aiuti ai proprietari di piccole case private (Småhusskadenämnden)
  • Il consiglio svedese di ricerca per l'ambiente, le scienze agrarie e la pianificazione territoriale (Forskningsrådet för miljö, areella näringar och samhällsbyggande, Formas)
  • L'agenzia nazionale sui prodotti chimici (Kemikalieinspektionen, KemI)
  • Il consiglio di amministrazione del Fondo svedese per i rifiuti nucleari (Kärnavfallsfonden)
  • Lantmäteriet (L'indagine territoriale nazionale)
  • L'istituto geotecnico svedese (Statens geotekniska institut, SGI)
  • L'ispettorato svedese per l'energia nucleare (Statens kärnkraftsinspektion, SKI)
  • L'autorità svedese per la protezione dalle radiazioni (Statens strålskyddsinstitut, SSI)
  • Il tribunale nazionale svedese per la fornitura e il trattamento delle acque reflue (Statens va-nämnd)

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Organizzazione, su government.se, Governo della Svezia. URL consultato il 3 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2015).
  2. ^ (EN) Contatta il ministero dell'ambiente, su government.se, Governo della Svezia. URL consultato il 3 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  3. ^ (EN) Aree di responsabilità, su government.se, Governo della Svezia. URL consultato il 3 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2015).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 0468 4817