Apri il menu principale

Ministri degli affari esteri e della cooperazione internazionale della Repubblica Italiana

I ministri degli affari esteri e della cooperazione internazionale della Repubblica Italiana (fino al 2014, Ministri degli affari esteri) sono i seguenti.

Indice

ListaModifica

Ministro Partito Governo Mandato Leg.
Inizio Fine
  Alcide De Gasperi
(1881-1954)
Democrazia Cristiana De Gasperi II 14 luglio 1946 18 ottobre 1946 AC
  Pietro Nenni
(1891-1980)
Partito Socialista Italiano 18 ottobre 1946 2 febbraio 1947
  Carlo Sforza
(1872-1952)
Partito Repubblicano Italiano De Gasperi III 2 febbraio 1947 1º giugno 1947
De Gasperi IV 1º giugno 1947 24 maggio 1948
De Gasperi V 24 maggio 1948 28 gennaio 1950 I
De Gasperi VI 28 gennaio 1950 26 luglio 1951
  Alcide De Gasperi
(1881-1954)
Democrazia Cristiana De Gasperi VII 26 luglio 1951 16 luglio 1953
De Gasperi VIII 16 luglio 1953 17 agosto 1953 II
  Giuseppe Pella
(1902-1981)
Democrazia Cristiana Pella 17 agosto 1953 19 gennaio 1954
  Attilio Piccioni
(1892-1976)
Democrazia Cristiana Fanfani I 19 gennaio 1954 10 febbraio 1954
Scelba 10 febbraio 1954 19 settembre 1954
  Gaetano Martino
(1900-1967)
Partito Liberale Italiano 19 settembre 1954 6 luglio 1955
Segni I 6 luglio 1955 20 maggio 1957
  Giuseppe Pella
(1902-1981)
Democrazia Cristiana Zoli 20 maggio 1957 2 luglio 1958
  Amintore Fanfani
(1908-1999)
Democrazia Cristiana Fanfani II 2 luglio 1958 16 febbraio 1959 III
  Giuseppe Pella
(1902-1981)
Democrazia Cristiana Segni II 16 febbraio 1959 26 marzo 1960
  Antonio Segni
(1891-1972)
Democrazia Cristiana Tambroni 26 marzo 1960 27 luglio 1960
Fanfani III 27 luglio 1960 22 febbraio 1962
Fanfani IV 22 febbraio 1962 7 maggio 1962[1]
  Attilio Piccioni
(1892-1976)
Democrazia Cristiana 29 maggio 1962 22 giugno 1963
Leone I 22 giugno 1963 5 dicembre 1963 IV
  Giuseppe Saragat
(1898-1988)
Partito Socialista Democratico Italiano Moro I 5 dicembre 1963 23 luglio 1964
Moro II 23 luglio 1964 28 dicembre 1964[2]
  Amintore Fanfani
(1908-1999)
Democrazia Cristiana 5 marzo 1965 30 dicembre 1965
Moro III 24 febbraio 1966 5 giugno 1968[3]
  Giuseppe Medici
(1907-2000)
Democrazia Cristiana Leone II 25 giugno 1968 13 dicembre 1968 V
  Pietro Nenni
(1891-1980)
Partito Socialista Italiano Rumor I 13 dicembre 1968 6 agosto 1969
  Aldo Moro
(1916-1978)
Democrazia Cristiana Rumor II 6 agosto 1969 28 marzo 1970
Rumor III 28 marzo 1970 6 agosto 1970
Colombo 6 agosto 1970 18 febbraio 1972
Andreotti I 18 febbraio 1972 26 giugno 1972
  Giuseppe Medici
(1907-2000)
Democrazia Cristiana Andreotti II 26 giugno 1972 8 luglio 1973 VI
  Aldo Moro
(1916-1978)
Democrazia Cristiana Rumor IV 8 luglio 1973 15 marzo 1974
Rumor V 15 marzo 1974 23 novembre 1974
  Mariano Rumor
(1915-1990)
Democrazia Cristiana Moro IV 23 novembre 1974 12 febbraio 1976
Moro V 12 febbraio 1976 30 luglio 1976
  Arnaldo Forlani
(1925)
Democrazia Cristiana Andreotti III 30 luglio 1976 13 marzo 1978 VII
Andreotti IV 13 marzo 1978 21 marzo 1979
Andreotti V 21 marzo 1979 5 agosto 1979
  Franco Maria Malfatti
(1927-1991)
Democrazia Cristiana Cossiga I 5 agosto 1979 14 gennaio 1980 VIII
  Attilio Ruffini
(1924-2011)
Democrazia Cristiana 14 gennaio 1980 4 aprile 1980
  Emilio Colombo
(1920-2013)
Democrazia Cristiana Cossiga II 4 aprile 1980 18 ottobre 1980
Forlani 18 ottobre 1980 28 giugno 1981
Spadolini I 28 giugno 1981 23 agosto 1982
Spadolini II 23 agosto 1982 1º dicembre 1982
Fanfani V 1º dicembre 1982 4 agosto 1983
  Giulio Andreotti
(1919-2013)
Democrazia Cristiana Craxi I 4 agosto 1983 1º agosto 1986 IX
Craxi II 1º agosto 1986 18 aprile 1987
Fanfani VI 18 aprile 1987 29 luglio 1987
Goria 29 luglio 1987 13 aprile 1988 X
De Mita 13 aprile 1988 23 luglio 1989
  Gianni De Michelis
(1940-2019)
Partito Socialista Italiano Andreotti VI 23 luglio 1989 13 aprile 1991
Andreotti VII 13 aprile 1991 28 giugno 1992
  Vincenzo Scotti
(1933)
Democrazia Cristiana Amato I 28 giugno 1992 29 luglio 1992[4] XI
  Emilio Colombo
(1920-2013)
Democrazia Cristiana 1º agosto 1992 29 aprile 1993
  Beniamino Andreatta
(1928-2007)
Democrazia Cristiana
Partito Popolare Italiano[5]
Ciampi 29 aprile 1993 19 aprile 1994[6]
  Leopoldo Elia
(ad interim)[7]
(1925-2008)
Partito Popolare Italiano 19 aprile 1994 11 maggio 1994
  Antonio Martino
(1942)
Forza Italia Berlusconi I 11 maggio 1994 17 gennaio 1995 XII
  Susanna Agnelli[8]
(1922-2009)
Indipendente Dini 17 gennaio 1995 18 maggio 1996
  Lamberto Dini
(1931)
Rinnovamento Italiano Prodi I 18 maggio 1996 21 ottobre 1998 XIII
D'Alema I 21 ottobre 1998 22 dicembre 1999
D'Alema II 22 dicembre 1999 26 aprile 2000
Amato II 26 aprile 2000 6 giugno 2001
  Renato Ruggiero
(1930-2013)
Indipendente Berlusconi II 11 giugno 2001 6 gennaio 2002[9] XIV
  Franco Frattini
(1957)
Forza Italia 14 novembre 2002 18 novembre 2004[10]
  Gianfranco Fini
(1952)
Alleanza Nazionale 18 novembre 2004 23 aprile 2005
Berlusconi III 23 aprile 2005 17 maggio 2006
  Massimo D'Alema
(1949)
Democratici di Sinistra
Partito Democratico[11]
Prodi II 17 maggio 2006 8 maggio 2008 XV
  Franco Frattini
(1957)
Il Popolo della Libertà Berlusconi IV 8 maggio 2008 16 novembre 2011 XVI
  Giulio Terzi di Sant'Agata
(1946)
Indipendente Monti 16 novembre 2011 26 marzo 2013[12]
  Emma Bonino
(1948)
Radicali Italiani Letta 28 aprile 2013 22 febbraio 2014 XVII
  Federica Mogherini
(1973)
Partito Democratico Renzi 22 febbraio 2014 31 ottobre 2014[13]
  Paolo Gentiloni
(1954)
Partito Democratico 31 ottobre 2014 12 dicembre 2016
  Angelino Alfano
(1970)
Nuovo Centrodestra
Alternativa Popolare[14]
Gentiloni 12 dicembre 2016 1º giugno 2018
  Enzo Moavero Milanesi
(1954)
Indipendente Conte I 1º giugno 2018 5 settembre 2019 XVIII
  Luigi Di Maio
(1986)
Movimento 5 Stelle Conte II 5 settembre 2019 in carica

Linea temporaleModifica

 

NoteModifica

  1. ^ Il ministro Antonio Segni si dimette dopo essere stato eletto Presidente della Repubblica. Il presidente del Consiglio Amintore Fanfani ricopre la carica ad interim fino al 26 maggio 1962, giorno della nomina a ministro di Attilio Piccioni.
  2. ^ Il ministro Giuseppe Saragat si dimette dopo essere stato eletto Presidente della Repubblica. Il presidente del Consiglio Aldo Moro ricopre la carica ad interim fino al 5 marzo 1965, giorno della nomina a ministro di Amintore Fanfani.
  3. ^ Il ministro Amintore Fanfani si dimette dopo essere stato eletto Presidente del Senato. Il presidente del Consiglio Aldo Moro ricopre la carica ad interim fino al 25 giugno 1968, giorno dell'insediamento del Governo Leone II.
  4. ^ Il ministro Vincenzo Scotti si dimette dopo che il suo partito vara un regolamento interno che sancisce l'incompatibilità tra la carica di ministro e di parlamentare, optando per rimanere deputato. Il presidente del Consiglio Giuliano Amato ricopre la carica ad interim fino al 1º agosto 1992, giorno della nomina a ministro di Emilio Colombo.
  5. ^ Dal 18 gennaio 1994.
  6. ^ Il ministro Beniamino Andreatta si dimette una volta diventato capogruppo alla Camera dei deputati del Partito Popolare Italiano. Il presidente del Consiglio Carlo Azeglio Ciampi assegna la carica ad interim a Leopoldo Elia.
  7. ^ Già Ministro per le riforme elettorali e istituzionali.
  8. ^ Assume altresì le deleghe in materia di italiani nel mondo (DPCM 24 febbraio 1995).
  9. ^ Il ministro Renato Ruggiero si dimette in contrasto con le politiche euroscettiche della Lega Nord. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ricopre la carica ad interim fino al 14 novembre 2002, giorno della nomina a ministro di Franco Frattini.
  10. ^ Il ministro Franco Frattini si dimette una volta nominato commissario europeo per la giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza nella Commissione Barroso I.
  11. ^ Dal 14 ottobre 2007.
  12. ^ Il ministro Giulio Terzi di Sant'Agata si dimette in dissenso con la posizione del governo sul caso dell'Enrica Lexie. Il presidente del Consiglio Mario Monti ricopre la carica ad interim fino al 28 aprile 2013, giorno dell'insediamento del Governo Letta.
  13. ^ Il ministro Federica Mogherini si dimette una volta nominata Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza nella Commissione Juncker.
  14. ^ Dal 18 marzo 2017.

Voci correlateModifica