Apri il menu principale

Miracles (serie televisiva)

serie televisiva statunitense
Miracles
Titolo originaleMiracles
PaeseStati Uniti d'America
Anno2003
Formatoserie TV
Generehorror
Stagioni1
Episodi13
Durata45 min
Lingua originaleinglese
Crediti
IdeatoreMichael Petroni e Richard Hatem
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore esecutivoDavid Greenwalt
Prima visione
Prima TV originale
Dal27 gennaio 2003
Al26 dicembre 2003
Rete televisivaABC
Prima TV in italiano
Dal6 ottobre 2004
Al7 gennaio 2005
Rete televisivaRai 2

Miracles è una serie televisiva statunitense creata nel 2003 e durata una sola stagione, per un totale di sole 13 puntate.

La serie verte sulle indagini di un'organizzazione investigativa, la Sodalitas Quaerito, che indaga su presunti miracoli avvenuti sul suolo statunitense.

Il protagonista della serie è Paul Callan (Skeet Ulrich), un giovane investigatore che ha frequentato per anni il seminario ma che infine non ha preso i voti. Ora lavora per il Vaticano smascherando falsi miracoli all'apparenza autentici. Con un approccio sempre logico e pratico, e non trovando mai un vero segno della presenza divina, Callan ha una crisi di fede e inizia a dubitare dell'esistenza di miracoli autentici. Infine, di fronte a un miracolo che lo coinvolge personalmente e alla mancanza di interesse da parte del Vaticano, Callan abbandona il lavoro e si unisce all'agenzia Sodalitas Quaerito gestita dal misterioso Alva Keel (Angus Macfadyen). Argomento centrale di tutta la serie è l'enigmatica frase scritta con il sangue che compare sulla scena di alcuni miracoli: "God is now here" (Dio ora è qui) che - letta in altro modo - può diventare "God is nowhere" (Dio è in nessun posto), instaurando quindi il dubbio che i miracoli autentici scovati da Callan siano frutto del diavolo.[1]

Il produttore esecutivo fu David Greenwalt, meglio conosciuto per essere il co-creatore di Angel, lo spin-off di Buffy l'ammazzavampiri. Nonostante i buoni giudizi della critica[2] e un discreto gruppo di fan, Miracles fallì clamorosamente nello share, soprattutto a causa dell'avventato orario in cui la ABC lo inserì in palinsesto e della concomitante crisi della guerra in Iraq. Dopo soli sei episodi trasmessi, la serie venne sospesa e i restanti 7 episodi non andarono mai in onda negli Stati Uniti.[3] Il canale televisivo canadese Vision TV alcuni mesi dopo, nell'ottobre 2003, mandò in onda tutti i 13 episodi prodotti.

I numerosi fan della serie cercarono di impedirne la cancellazione facendo partire delle petizioni online e aprendo un sito ma, nonostante l'impegno profuso, l'ABC non ritornò mai sui suoi passi.[4]

In Italia la serie non godette di molto successo: Rai 2 la propose in tarda serata in coppia con un'altra sfortunata serie horror, Fantasmi. Entrambe le serie, anche a causa della programmazione ad orari variabili, non ebbero molto successo; "Fantasmi" non fu più replicata, mentre "Miracles" è stata ritrasmessa dal novembre 2012 dal canale Giallo.

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 13 2003 2004

NoteModifica

  1. ^ Miracles, La sindrome di Ferguson.
  2. ^ Miracle HQ Archiviato il 21 dicembre 2007 in Internet Archive., raccolta di opinioni di critici televisivi apparse sui più famosi quotidiani americani.
  3. ^ Tv.com
  4. ^ Miracles TV, cronologia della campagna contro la cancellazione di Miracles organizzata dai fan.

Collegamenti esterniModifica