Apri il menu principale
Miss Kobayashi's Dragon Maid
小林さんちのメイドラゴン
(Kobayashi-san chi no meidoragon)
Miss Kobayashi's Dragon Maid manga logo 20130523.svg
Generecommedia[1]
Manga
AutoreCool-kyō Shinja
EditoreFutabasha
RivistaMonthly Action
Targetseinen
1ª edizione25 maggio 2013 – in corso
Tankōbon7 (in corso)
Manga
Kobayashi-san chi no maid dragon: Kanna no nichijō
DisegniMitsuhiro Kimura
EditoreFutabasha
RivistaMonthly Action
Targetseinen
1ª edizione24 dicembre 2016 – in corso
Tankōbon5 (in corso)
Serie TV anime
RegiaYasuhiro Takemoto
Composizione serieYuka Yamada
MusicheMasumi Itō
StudioKyoto Animation
ReteTokyo MX1, TVA, ABC, BS11
1ª TV11 gennaio – 5 aprile 2017
Episodi13 (completa)
Aspect ratio16:9
Durata ep.24 min
1º streaming it.Crunchyroll (sottotitolata)

Miss Kobayashi's Dragon Maid (小林さんちのメイドラゴン Kobayashi-san chi no meidoragon?, lett. "La cameriera drago di Kobayashi"), anche noto come The Maid Dragon of Kobayashi-san, è un manga scritto e disegnato da Cool-kyō Shinja, serializzato sulla rivista Monthly Action dal 25 maggio 2013. Un manga spin-off ha iniziato la serializzazione sempre su Monthly Action il 24 dicembre 2016, mentre un adattamento anime, prodotto da Kyoto Animation, è stato trasmesso in Giappone tra l'11 gennaio e il 5 aprile 2017. Una seconda stagione dell'anime è stata annunciata.

TramaModifica

Kobayashi è impiegata alla InferNet corporation come programmatrice e segretamente appassionata della figura della cameriera, in particolare dell'epoca vittoriana. La sua vita cambia radicalmente quando, tornando a casa dopo una sbronza, si perde sui monti e incontra un drago con una spada divina conficcata nel fianco che sta per provocarne la morte. Kobayashi la rimuove e il drago, assunta forma umana, si rivela essere una giovane femmina a cui Kobayashi offre, ancora ubriaca, ospitalità.

Il giorno dopo, Kobayashi, non ricordando gli eventi della notte scorsa, si ritrova un drago davanti a casa sua, che diventa una ragazza con corna e coda di nome Tohru. Dopo un breve riassunto e un momento di diffidenza, Kobayashi decide di tenerla come cameriera.

Giorni dopo, Kobayashi riceve la visita di un'amichetta di Tohru: Kanna, anche essa un drago. La piccola inizialmente dice di essere venuta a riprendere Tohru, ma poi confessa di essere stata esiliata da casa sua, dopo aver combinato degli scherzi. Kobayashi deciderà di tenerla trattandola come una figlia.

Le storie vedono i protagonisti cercare di inserirsi tra gli umani (un esempio che seguiranno altri amici loro) senza dare troppo nell'occhio.

PersonaggiModifica

Kobayashi (小林?)
Doppiata da: Mutsumi Tamura
La protagonista umana della serie. È una ragazza che vive da sola e lavora come sviluppatrice di software. Di solito ha uno sguardo serio e un atteggiamento tranquillo, ma quando si ubriaca si sfoga contro i soprusi subiti e i difetti altrui e fa emergere la sua passione per le cameriere.
Tohru (トール Tōru?)
Doppiata da: Yūki Kuwahara
Protagonista drago della serie. Si definisce un drago del Caos, con il potere di distruggere l'umanità. È vissuta nell'epoca medievale ed è lì che è stata ferita al fianco da una spada divina, rimastale conficcata. Quando Kobayashi la rimuove, Tohru le promette i suoi servigi e la sua lealtà, affezionandosi a lei a tal punto da non voler più tornare nel suo mondo. Tutti gli altri umani la credono una cosplayer.
Kanna Kamui (カンナ カムイ?) / Kanna Kobayashi (小林 カンナ Kobayashi Kanna?)
Doppiata da: Maria Naganawa
Seconda protagonista drago. È una piccola draghetta piumata che converte l'Energia elettrica direttamente in magia, in forma umana ha le fattezze di una dolce e tenera bambina dall'aspetto quasi sempre serio. Fu esiliata dal suo mondo dopo aver combinato degli scherzi. Approfittando della sua permanenza nel Mondo Reale per cercare Tohru, credendola, all'inizio, sotto l'effetto della bellezza di Kobayashi. Kobayashi, spiegandole il malinteso, decide di adottarla. Affascinata dalla scuola, Kanna deciderà di frequentarla e li conoscerà Riko, che si innamorerà di lei. Deriva dalla mitologia Ainu, il dio del tuono che risiede nelle isole Ušišir e il suo vestito richiama il costume tradizionale.
Makoto Takiya (滝谷 真 Takiya Makoto?)
Doppiato da: Yūichi Nakamura
Takiya è un ragazzo umano, amico e collega di Kobayashi. All'apparenza è un normale ragazzo ma si scopre essere un otaku fanatico di videogiochi e che scambia critiche costruttive con Kobayashi durante le loro bevute dopo il lavoro. All'inizio Tohru lo considera un rivale e tenta pure di spaventarlo con la sua forma drago, ma Takiya dopo un momento di stupore la prende con disinvoltura, dicendo di dare la colpa all'alcol per le sue visioni ma sottintendendo che non rivelerà in giro la cosa. Ospiterà a casa sua "l'onorevole Fafnir" al quale trasmetterà la passione per i videogiochi.
Fafnir (ファフニール Fafunīru?) / Takeshi Ooyama (大山 猛 Őyama Takeshi?)
Doppiato da: Daisuke Ono
"Fafnir" è un drago nero derivato dalla mitologia scandinava, che prova un profondo odio verso gli umani, tanto che l'unico pensiero verso di loro confronti era "Uccidili tutti!". In forma umana è un ragazzo vestito elegantemente e dai lunghi capelli neri. Dopo aver conosciuto Makoto e i videogiochi, cambierà parere verso essi.
Quetzalcoatl (ケツァルコアトル Ketsarukoatoru?) / Lucoa (ルコア Rukoa?)
Doppiata da: Minami Takahashi
Una vecchia amica di Tohru. È un drago ex-dea, infatti, come si evince dal nome, pare essere l'originale "Dio Serpente Piumato" Azteco, condannato all'esilio per uno scandalo avvenuto tempo addietro: ubriacata da un suo collega (nella leggenda originale, a ubriacare Quetzalcoatl, era stato il fratello geloso) e presa dalla sbronza, s'innamoró del fratello minore. Nella sua forma umana, Quetzalcoatl è una alta e formosa ragazza bionda affetta da eterocromia. Si stabilisce a casa di Shouta, un giovane maghetto, dopo aver interrotto il suo rito per evocare un demone, che il ragazzo crede di aver compiuto bene in quanto crede che Lucoa sia una succube.
Riko Saikawa (才川 リコ Saikawa Riko?)
Doppiata da: Emiri Katō
Una bambina umana, coetanea e compagna di classe di Kanna, caratterizzata dalla grande fronte lucente. Prima dell'arrivo di Kanna, era la più carina della classe e all'inizio non aveva preso bene il fatto che Kanna fosse più carina di lei. Credendo che Kanna avesse pianto ai suo rimprovero, Riko si scusa e fanno amicizia e, come Tohru con Kobayashi, anche lei si innamorerà di Kanna. Una gag ricorrente vede Riko impazzire dalla gioia ogni volta che Kanna la tocca.
Georgie Saikawa (才川 ジョージー Saikawa Jōjī?)
Doppiata da: Yūko Gotō
Sorella maggiore di Riko, anche lei è appassionata di cameriere, tanto da rivestirne il ruolo e farsi chiamare con un nome adeguato (il vero nome è Saikawa Nae (才川 苗 Seikawa Nae?)).
Shouta Magatsuchi (真ヶ土 翔太 Magatsuchi Shōta?)
Doppiato da: Kaori Ishihara
Figlio del presidente della InferNet e mago novellino. Ha quattro anni in più di Riko e Kanna, è caratterizzato dai capelli a caschetto viola. Il padre decise di donare i suoi poteri a Shouta il quale cerca di dare prova delle sue abilità. Cercando di evocare un demone, Lucoa, che temeva avrebbe evocato una creatura pericolosa, interrompe il rito ma venendo scambiata per il demone evocato. Sebbene Lucoa cerca sempre di convincerlo che non è un demone, Shouta è convinto che sia una succube, in quanto viene regolarmente soffocato dai suoi abbracci e dal suo enorme petto.
Elma Jōii (上井 エルマ Jōii Eruma?)
Doppiata da: Yūki Takada
Un drago dell'Ordine d'acqua e quindi rivale di Tohru (che è un drago del Caos). Si ritrova bloccata nel mondo reale, guarda a caso, proprio come impiegata dell'InferNet. È molto potente ma indecisa. Ha lunghi capelli viola e un corno in fronte e gira spesso con un tridente.

MediaModifica

MangaModifica

Il manga, scritto e disegnato da Cool-kyō Shinja, ha iniziato la serializzazione sulla rivista Monthly Action di Futabasha il 25 maggio 2013[2]. Il primo volume tankōbon è stato pubblicato il 10 maggio 2014[3] e al 12 aprile 2018 ne sono stati messi in vendita in tutto sette[4]. In America del Nord i diritti sono stati acquistati da Seven Seas Entertainment[5].

Data di prima pubblicazione
Giapponese
110 maggio 2014[3]ISBN 978-4-575-84405-4
210 febbraio 2015[6]ISBN 978-4-575-84570-9
310 settembre 2015[7]ISBN 978-4-575-84679-9
412 maggio 2016[8]ISBN 978-4-575-84796-3
512 dicembre 2016[9]ISBN 978-4-575-84894-6
612 luglio 2017[10]ISBN 978-4-575-85002-4
712 aprile 2018[4]ISBN 978-4-575-85134-2

Un manga spin-off, intitolato Kobayashi-san chi no maid dragon: Kanna no nichijō (小林さんちのメイドラゴン カンナの日常 Kobayashi-san chi no meidoragon: Kanna no nichijō?, lett. "La cameriera drago di Kobayashi: la vita quotidiana di Kanna") e disegnato da Mitsuhiro Kimura, ha iniziato la serializzazione sempre su Monthly Action il 24 dicembre 2016[11]. Cinque volumi tankōbon sono stati pubblicati tra il 28 marzo 2017[12] e il 12 giugno 2018[13]. In America del Nord i diritti sono stati acquistati sempre da Seven Seas Entertainment[14].

Data di prima pubblicazione
Giapponese
128 marzo 2017[12]ISBN 978-4-575-84948-6
212 luglio 2017[15]ISBN 978-4-575-85003-1
312 ottobre 2017[16]ISBN 978-4-575-85044-4
410 febbraio 2018[17]ISBN 978-4-575-85105-2
512 giugno 2018[13]ISBN 978-4-575-85167-0

AnimeModifica

Annunciato nell'aprile 2016 sull'anteprima del quarto volume del manga[18], un adattamento anime, prodotto da Kyoto Animation e diretto da Yasuhiro Takemoto, è andato in onda dall'11 gennaio al 5 aprile 2017. Le sigle di apertura e chiusura sono rispettivamente Aozora no rhapsody (青空のラプソディ Aozora no rapusodi?) di Fhána e Ishukan communication (イシュカン・コミュニケーション Ishukan komyunikēshon?) di Choro-gonzu (gruppo formato dalle doppiatrici Yūki Kuwahara, Maria Naganawa, Minami Takahashi e Yūki Takada)[19]. In tutto il mondo, ad eccezione dell'Asia, gli episodi sono stati trasmessi in streaming in simulcast, anche coi sottotitoli in lingua italiana[20], da Crunchyroll[21].

EpisodiModifica

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese[22]
1Tohru, la cameriera più forte della storia! (Capirai, è un drago)
「史上最強のメイド、トール!(まあドラゴンですから)」 - Shijō saikyō no meido, Tōru! (Mā doragon desu kara)
11 gennaio 2017
2Kanna, il secondo drago! (Alla faccia dello spoiler)
「第二のドラゴン、カンナ!(ネタバレ全開ですね)」 - Dai-ni no doragon, Kanna! (Netabare zenkai desu ne)
18 gennaio 2017
3L'inizio di una nuova vita! (Manco a dirlo, un disastro)
「新生活、はじまる!(もちろんうまくいきません)」 - Shin seikatsu, hajimaru! (Mochiron umaku ikimasen)
25 gennaio 2017
4Kanna va a scuola! (Non che le serva, eh!)
「カンナ、学校に行く!(その必要はないんですが)」 - Kanna, gakkō ni iku! (Sono hitsuyō wa nain desu ga)
1º febbraio 2017
5Lezioni sul mondo reale di Tohru! (Quella è convinta di aver capito tutto)
「トールの社会勉強!(本人は出来てるつもりです)」 - Tōru no shakai benkyō! (Honnin wa dekiteru tsumori desu)
8 febbraio 2017
6Visite a casa! (E case non visitate)
「お宅訪問!(してないお宅もあります)」 - Otaku hōmon! (Shitenai otaku mo arimasu)
15 febbraio 2017
7I classici dell'estate! (La puntata fanservice, insomma)
「夏の定番!(ぶっちゃけテコ入れ回ですね)」 - Natsu no teiban! (Butchake tekoire-kai desu ne)
22 febbraio 2017
8Elma, il nuovo drago! (Alla buon'ora, eh?)
「新たなるドラゴン、エルマ!(やっと出てきましたか)」 - Aratanaru doragon, Eruma! (Yatto detekimashita ka)
1º marzo 2017
9Festival sportivo! (Non aspettatevi nulla di particolare)
「運動会!(ひねりも何もないですね)」 - Undōkai! (Hineri mo nani mo nai desu ne)
8 marzo 2017
10Compagnia del drago, in scena! (Hanno pure il nome d'arte, eh?!)
「劇団ドラゴン、オンステージ!(劇団名あったんですね)」 - Gekidan doragon, on sutēji! (Gekidan-mei attan desu ne)
15 marzo 2017
11Anno nuovo, vita nuova! (Niente Comiket a 'sto giro)
「年末年始!(コミケネタありません)」 - Nenmatsu nenshi! (Komikeneta arimasen)
22 marzo 2017
12Il travolgente incontro tra Tohru e Kobayashi! (Ce le andiamo a cercare)
「トールと小林、感動の出会い!(自分でハードル上げてますね)」 - Tōru to Kobayashi, kandō no deai! (Jibun de hādoru agetemasu ne)
29 marzo 2017
13Arriva l'imperatore della distruzione! (Ma siamo già all'ultimo episodio?)
「終焉帝、来る!(気がつけば最終回です)」 - Shūentei, kuru! (Kigatsukeba saishūkai desu)
5 aprile 2017

NoteModifica

  1. ^ (EN) Rebecca Silverman, Miss Kobayashi's Dragon Maid Episodes 1-2, Anime News Network, 19 gennaio 2017. URL consultato il 15 marzo 2017.
  2. ^ (JA) 月刊アクション創刊号に森薫ポスター、高野苺の新作予告も, Natalie, 25 maggio 2013. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  3. ^ a b (JA) 小林さんちのメイドラゴン 1, Futabasha. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  4. ^ a b (JA) 小林さんちのメイドラゴン 7, Futabasha. URL consultato il 18 aprile 2018.
  5. ^ (EN) Seven Seas Licenses Miss Kobayashi's Dragon Maid Manga, Anime News Network, 11 dicembre 2015. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  6. ^ (JA) 小林さんちのメイドラゴン 2, Futabasha. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  7. ^ (JA) 小林さんちのメイドラゴン 3, Futabasha. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  8. ^ (JA) 小林さんちのメイドラゴン 4, Futabasha. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  9. ^ (JA) 小林さんちのメイドラゴン 5, Futabasha. URL consultato il 1º gennaio 2017.
  10. ^ (JA) 小林さんちのメイドラゴン 6, Futabasha. URL consultato il 4 agosto 2017.
  11. ^ (EN) Miss Kobayashi's Dragon Maid Manga Gets Spinoff in December, Anime News Network, 28 novembre 2016. URL consultato il 1º gennaio 2017.
  12. ^ a b (JA) 小林さんちのメイドラゴン カンナの日常 1, Futabasha. URL consultato il 29 marzo 2017.
  13. ^ a b (JA) 小林さんちのメイドラゴン カンナの日常 5, Futabasha. URL consultato il 17 ottobre 2018.
  14. ^ (EN) Seven Seas Licenses Made in Abyss, Nameless Asterism, Soul Liquid Chambers, Getter Robo Devolution Manga, Anime News Network, 3 luglio 2017. URL consultato il 3 luglio 2017.
  15. ^ (JA) 小林さんちのメイドラゴン カンナの日常 2, Futabasha. URL consultato il 4 agosto 2017.
  16. ^ (JA) 小林さんちのメイドラゴン カンナの日常 3, Futabasha. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  17. ^ (JA) 小林さんちのメイドラゴン カンナの日常 4, Futabasha. URL consultato il 18 aprile 2018.
  18. ^ (EN) Miss Kobayashi's Dragon Maid Manga Gets TV Anime, Anime News Network, 18 aprile 2016. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  19. ^ (EN) Miss Kobayashi's Dragon Maid Anime's 2nd Promo Previews Ending Theme Song, Anime News Network, 29 dicembre 2016. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  20. ^ Quattro nuovi simulcast si aggiungono alle serie invernali, Crunchyroll, 4 gennaio 2017. URL consultato il 4 gennaio 2017.
  21. ^ (EN) Crunchyroll, Funimation to Stream Saga of Tanya the Evil, Miss Kobayashi's Dragon Maid, Hand Shakers, More, Anime News Network, 3 gennaio 2017. URL consultato il 4 gennaio 2017.
  22. ^ (JA) 小林さんちのメイドラゴン 放送情報, Tokyo MX. URL consultato l'11 gennaio 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica