Apri il menu principale
Mistreated
ArtistaDeep Purple
Autore/iRitchie Blackmore, David Coverdale
GenereHard rock
Data1974

Mistreated è un brano dei Deep Purple contenuto nell'album Burn del 1974. La canzone è stata scritta dal chitarrista Ritchie Blackmore e dal nuovo cantante della formazione Mark III David Coverdale che, insieme al nuovo bassista Glenn Hughes, ha introdotto elementi blues e funk nel suono del gruppo.

È la canzone più lunga dell'album, e verso la fine il ritmo e l'intensità crescono, durante l'assolo di Blackmore al quale Coverdale e Hughes fanno un tappeto vocale di fondo, fino al finale.

StoriaModifica

La canzone è nata nelle sessioni di settembre 1973 al Clearwell Castle durante le quali il gruppo ha composto l'album Burn[1], e fu tra le prime tracce ad essere completate[2].

Durante i concerti Glenn Hughes presentava Mistreated come un pezzo scritto da Blackmore alcuni anni prima di Burn[3]. La canzone era stata considerata per l'album Machine Head del 1972, ma Blackmore l'aveva poi messa da parte, giudicando la voce di Ian Gillan, al tempo vocalist del gruppo, incapace di far risaltare la componente black, che il chitarrista aveva fin da principio ritenuto essenziale per tale brano[4]. Durante le sessioni per la composizione di Burn Coverdale scrisse il testo di Mistreated, che è l'unico pezzo dell'album che canta da solo. Coverdale spiega che Mistreated è come un blues progressivo, al quale ha prestato particolare cura per ottenere la forte emozione necessaria alla riuscita del pezzo[1].

Inizialmente la parte finale del brano era stata concepita diversamente: Coverdale e Hughes incisero circa 12 tracce vocali, che avrebbero costituito il coro[2], potendo sperimentare con entusiasmo varie soluzioni armoniche sotto la guida di Martin Birch alla consolle[2]. Nonostante l'ottimo lavoro svolto dai due, dopo avere ascoltato il primo missaggio, Blackmore non lo approvò[2], facendo quindi collocare le armonie vocali in sottofondo, ritenendo che diversamente esse avrebbero coperto il suo assolo[2]; gli altri collaboratori furono perciò costretti ad accettare il cambiamento[2]. Nonostante la cocente delusione, anni dopo Coverdale ha dichiarato di condividere la soluzione finale[2], perché essa ha dato maggiore valore musicale all'incisione, oltre ad esaltare il grande talento strumentale del chitarrista[2].

La canzone è rimasta nella scaletta dei concerti fino alla fine del 1975, e dopo lo scioglimento del gruppo David Coverdale ha continuato a suonarla dal vivo con i Whitesnake. Anche Ritchie Blackmore ha inserito la canzone nella scaletta dal vivo dei Rainbow, e più di recente Glenn Hughes la ha suonata dal vivo con il suo gruppo Black Country Communion.

CoverModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Deep Purple. The Illustrated Biography, Chris Charlesworth, Omnibus Press, 1983, ISBN 0711901740
  2. ^ a b c d e f g h pagg.174-75 di Ritchie Blackmore - La biografia non autorizzata di Jerry Bloom, versione italiana tradotta da Eleonora Ossola, Tsunami Edizioni, Iª edizione Milano, febbraio 2013. ISBN 978-88-96131-49-7.
  3. ^   Mistreated, su YouTube.
  4. ^ scheda dell'album Burn su 24.000 Dischi, Riccardo Bertoncelli (a cura di), Zelig Editore 2004.
  5. ^   Mistreated, su YouTube.

Collegamenti esterniModifica