Mitologia anglosassone

insieme di miti e credenze della civiltà anglosassone

Con mitologia anglosassone si intende l'insieme di credenze e pratiche religiose diffuse tra le civiltà degli anglosassoni tra il V e l'VIII secolo, durante il Medioevo inglese[1].

Lastra frontale di Franks Casket del VII secolo, raffigurante Weland il fabbro

StoriaModifica

Gli anglosassoni, composti da tribù degli Angli, Sassoni, Frisoni e Juti, arrivarono in Gran Bretagna dalla Scandinavia meridionale, dai Paesi Bassi e dalla Germania settentrionale, che furono i fautori della moderna lingua inglese (Angle-ish)[1]. Possiamo comprendere la mitologia anglosassone grazie allo studio della mitologia norrena. Importante è l'esempio dell'Edda in prosa, scritta da Snorri Sturluson attorno al 1220, poiché l'Islanda è rimasta pagana fino all'era cristiana (1000 c.). I norvegesi, gli islandesi e gli inglesi condividevano certamente una discendenza comune nella Danimarca del VI secolo. Gli anglosassoni erano una società in gran parte analfabeta e i racconti venivano trasmessi oralmente dai menestrelli anglosassoni, gli scop, sotto forma di versi[2].

Fonti scritteModifica

Uno delle principali fonti che ci sono pervenute, sono di Beda il Venerabile, un monaco cristiano, autore del De temporum ratione. Anche il poema epico Beowulf è un'importante fonte di poesia e storia pagana anglosassone, ma è chiaramente indirizzato a un pubblico cristiano, contenente numerosi riferimenti al Dio cristiano, e usando il fraseggio e la metafora cristiana. Il mostro Grendel, per esempio, è descritto come un discendente di Caino[3]. In effetti, l'unico frammento di poesia risalente all'era pagana che non ha subito modifiche da editori cristiani è il Frammento di Finnsburgh[4].

CultoModifica

Gli anglosassoni credevano in creature soprannaturali come elfi, nani e giganti ("Etins") che spesso disturbavano gli uomini, probabilmente nel Wyrd ("werden" tedesco), di solito tradotto come "destino"[1].

DivinitàModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Asi (mitologia) e Vani (mitologia).
Anglosassone Alto tedesco antico Lingua germanica
Woden Wodan/Wotan Odino
Thunor Donar Thor
Tíw Zîu Týr
Seaxnéat Saxnôte -
Géat Gausus Gautr
Fríge Freia Frigg
Éostre Ôstara forse Iðunn
Ing - Yngvi-Freyr
Baldaeg Baldere Baldr
Hama Heime Heimdallr
Neorth - -
Eorthe - -
- - Eostre
Niht - -
Sigel - -

Eroi e guerrieriModifica

Pratiche religioseModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c Anglosassoni, in Enciclopedia dei ragazzi, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2005-2006. URL consultato il 1º ottobre 2018.
  2. ^ Christopher Upward e George Davidson, The History of English Spelling, Chichester, John Wiley & Son, 2011, ISBN 140519023X.
  3. ^ Séamus Heaney, Beowulf, Farrar Straus & Giroux, 2000, ISBN 9780374111199.
  4. ^ AION Sez Germanica Filologia germanica XXIV (1981) (PDF), su sebinaol.unior.it.