Moderat

gruppo musicale tedesco

I Moderat sono un supergruppo di musica elettronica tedesco, formatosi a Berlino nel 2002. Il gruppo è il risultato della collaborazione fra Sascha Ring, meglio conosciuto come Apparat, Gernot Bronsert e Sebastian Szarzy, membri dei Modeselektor. Il nome Moderat deriva dalla fusione da questi due nomi.

Moderat
I Moderat dal vivo nel 2014
Paese d'origineGermania Germania
Genere[1]Intelligent dance music
Ambient techno
Periodo di attività musicale2002 – 2017
2021 – in attività
EtichettaBPitch Control (2002-2012)
Monkeytown (2013-presente)
Album pubblicati6
Studio5 (4 + 1 di remix)
Live1
Sito ufficiale

StoriaModifica

Il loro primo EP, Auf Kosten der Gesundheit, risale al 2002, mentre il primo album in studio è stato pubblicato dopo ben sette anni, per via di disaccordi artistici e divergenze d'opinione in merito al modo in cui portare avanti il lavoro comune. Questo primo LP, Moderat, ha ricevuto recensioni prevalentemente positive; Fishpork ha definito la prima traccia del disco, A New Error, come uno dei migliori brani del 2009.[2]

il secondo album, intitolato semplicemente II, è stato pubblicato il 2 agosto 2013 dall'etichetta Monkeytown Records.[3] Il primo singolo dell'album, Bad Kingdom, è stato reso disponibile il 28 giugno 2013.

Il 29 marzo 2016 è stata la volta del terzo album dei Moderat, III, anticipato un mese prima dal il singolo Reminder.

Nell'agosto 2017, i Moderat hanno annunciato una pausa fino a data da destinarsi, una volta che il loro tour mondiale del 2017 si fosse concluso a Berlino il 2 settembre 2017.[4][5]

Alla fine del 2021, il gruppo è tornato sulle scene annunciando un nuovo progetto discografico.[6] Il quarto album in studio, More D4ta (anagramma di Moderat 4), è stato pubblicato il 13 maggio 2022. I primi tre singoli sono stati presentati tutti nei primi mesi del 2022: Fast Land l'11 febbraio, Easy Prey l'11 marzo e More Love il 1º aprile.

FormazioneModifica

DiscografiaModifica

Album in studioModifica

Album di remixModifica

Album dal vivoModifica

Extended playModifica

SingoliModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Andy Kellman, Moderat, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 30 gennaio 2023.
  2. ^ (EN) Album Review: Moderat, su Fishpork, 26 agosto 2009. URL consultato il 28 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2009).
  3. ^ (EN) Condé Nast, Modeselektor/Apparat Supergroup Moderat Announce New Album Moderat II, su Pitchfork, 31 gennaio 2013. URL consultato il 14 marzo 2022.
  4. ^ (EN) Andrew Rafter, Moderat on upcoming hiatus: 'It will be the end of an era', su DJ Magazine, 4 agosto 2017. URL consultato il 14 marzo 2022.
  5. ^ (EN) Valerie Lee, Moderat plan to go on an indefinite hiatus following their current tour, su Mixmag, 1º agosto 2017. URL consultato il 14 marzo 2022.
  6. ^ (EN) MODERAT share 1st single of new album MORE D4TA, su Monkeytown Records, 9 febbraio 2022. URL consultato il 5 aprile 2022.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN129743593 · ISNI (EN0000 0004 6942 7125 · WorldCat Identities (ENviaf-129743593
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica