Modern Life Is Rubbish

album dei Blur del 1993
Modern Life Is Rubbish
ArtistaBlur
Tipo albumStudio
Pubblicazione10 maggio 1993
Durata58:57
Dischi1
Tracce14
GenereBritpop
EtichettaFood Records, EMI
ProduttoreSteve Lovell, John Smith, Stephen Street, Blur
Blur - cronologia
Album precedente
(1991)
Album successivo
(1994)

Modern Life Is Rubbish è il secondo album discografico del gruppo musicale inglese dei Blur, pubblicato il 10 maggio 1993.

Il discoModifica

Il disco, pubblicato da Food Records/EMI, viene sviluppato in seguito ad un tour negli Stati Uniti compiuto dal gruppo.[1] Dopo il ritorno nel Regno Unito, i Blur hanno ricontattato il produttore Stephen Street, col quale avevano già prodotto l'esordio Leisure. Tra i brani estratti come singoli dall'album vi sono la hit "mainstream" For Tomorrow e il brano Chemical World, dalle tendenze più vicine al panorama musicale americano di quel periodo. Popscene, invece, è un brano uscito nel 1992, quindi prima della pubblicazione dell'album, ma non incluso in quest'ultimo.[1]

L'album ha avuto un ottimo successo nel Regno Unito ed è indicato come uno dei primi album del filone definito brit pop.[1]

TracceModifica

  1. For Tomorrow – 4:19
  2. Advert – 3:45
  3. Colin Zeal – 3:16
  4. Pressure on Julian – 3:31
  5. Star Shaped – 3:26
  6. Blue Jeans – 3:54
  7. Chemical World – 3:45
    • Intermission - 2:29
  8. Sunday Sunday – 2:38
  9. Oily Water – 5:00
  10. Miss America – 5:34
  11. Villa Rosie – 3:55
  12. Coping – 3:24
  13. Turn It Up – 3:21
  14. Resigned – 5:14
    • Commercial Break - 0:55

FormazioneModifica

SingoliModifica

ClassificheModifica

Classifica (1993) Posizione
raggiunta
Official Albums Chart[2] 15

NoteModifica

  1. ^ a b c rockline.it. URL consultato il 5 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  2. ^ British chart positions, theofficialcharts.com (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2012).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock