Mohrenstraße (metropolitana di Berlino)

stazione della metropolitana di Berlino
U-Bahn.svg Mohrenstraße
già Kaiserhof
già Thälmannplatz
già Otto-Grotewohl-Straße
Mohrenstrasse Berlin 2011 a ubt.JPG
Stazione della metropolitana di Berlino
Gestore BVG
Inaugurazione 1908
Stato in uso
Linea linea U2
Localizzazione Berlino-Mitte
Tipologia stazione sotterranea, con banchina ad isola
Interscambio autobus
Mappa di localizzazione: Berlino
Mohrenstraße
Mohrenstraße
Metropolitane del mondo

Coordinate: 52°30′42.01″N 13°23′04.99″E / 52.51167°N 13.38472°E52.51167; 13.38472

La stazione di Mohrenstraße è una stazione della metropolitana di Berlino, posta sulla linea U2. È posta sotto tutela monumentale (Denkmalschutz)[1].

StoriaModifica

La stazione, in origine denominata "Kaiserhof", fu progettata come parte della cosiddetta "Spittelmarktlinie", attivata all'esercizio il 1º ottobre 1908[2][3].

Nel corso della sua storia la stazione mutò più volte denominazione: dal 18 agosto 1950 divenne "Thälmannplatz", dal 15 aprile 1986 "Otto-Grotewohl-Straße" e infine, dal 3 ottobre 1991, assunse l'attuale denominazione[4].

Il 3 luglio 2020, sull'onda delle proteste del movimento «Black Lives Matter» che hanno causato ripetuti vandalismi nella stazione, l'azienda berlinese dei trasporti propose di ribattezzare la stazione com il nome di «Glinkastraße», in modo da eliminare ogni riferimento alla Mohrenstraße (letteralmente: «via dei mori»), il cui nome viene ritenuto razzista.[5]

La proposta venne criticata da più parti: la figura di Glinka, nazionalista e antisemita russo, non possiede le caratteristiche di correttezza politica necessarie; inoltre, si ritiene opportuno intitolare la stazione a una person of colour, come «risarcimento» per il nome «razzista» di Mohrenstraße.[6]

Strutture e impiantiModifica

Si tratta di una stazione sotterranea, con due binari serviti da una banchina ad isola.

L'impianto, identificato dal codice "MH"[7], è posto alla progressiva chilometrica 1+840, a 380 metri di distanza dalla stazione precedente (Stadtmitte) e a 600 metri da quella successiva (Potsdamer Platz)[3].

NoteModifica

  1. ^ (DE) U-Bahnhof Mohrenstraße, su stadtentwicklung.berlin.de.
  2. ^ Lemke e Poppel (1992), p. 29.
  3. ^ a b (DE) Die Spittelmarktlinie, su berliner-untergrundbahn.de (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2017).
  4. ^ Lemke e Poppel (1992), p. 156.
  5. ^ (DE) Berliner Morgenpost- Berlin, BVG: U-Bahnhof Mohrenstraße wird umbenannt, su www.morgenpost.de, 3 luglio 2020. URL consultato il 3 luglio 2020.
  6. ^ (DE) Umbenennung in Glinkastraße laut BVG noch nicht fix, su rbb24.de.
  7. ^ Lemke e Poppel (1992), p. 157.

BibliografiaModifica

  • (DE) Ulrich Lemke e Uwe Poppel, Berliner U-Bahn, 3ª ed., Düsseldorf, Alba, 1992, ISBN 3-87094-346-7.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (DE) Mohrenstraße, su berliner-untergrundbahn.de (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2010).
Capolinea Fermata precedente Linea U2 Fermata successiva Capolinea
Pankow   Stadtmitte   Mohrenstraße   Potsdamer Platz   Ruhleben