Apri il menu principale
Moissanite
Moissanite-USGS-20-1002a.jpg
Classificazione Strunz (ed. 10)1.DA.05
Formula chimicaSiC[1]
Proprietà cristallografiche
Sistema cristallinovariabile, a seconda dei politipi
Classe di simmetriavariabile, a seconda dei politipi
Parametri di cellaa=3,073, c=15,08, Z=6 (politipo 6H)[1]
Gruppo puntuale6mm (politipo 6H)[1]
Gruppo spazialeP 63mc (politipo 6H)[1]
Proprietà fisiche
Densità3,1-3,29[1] g/cm³
Durezza (Mohs)[1]
Sfaldaturascarsa secondo {00001}[1]
Fratturaconcoide[1]
Coloreverde, verde smeraldo, blu-verde, blu intenso, blu-nero, nero, più raramente verde pallido, giallo o incolore anche a zone[1]
Lucentezzaadamantina[1]
Opacitàtrasparente[1]
Strisciobianco (teoricamente perché è molto più dura della porcellana)
Diffusionein natura è estremamente rara ed è uno dei minerali più rari al mondo
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La moissanite è un raro minerale il cui reticolo cristallino è formato da un numero uguale di atomi di silicio e di carbonio, per cui corrisponde alla formula SiC. La versione artificiale è chiamata carburo di silicio ed è utilizzata come abrasivo, come materiale nell'elettronica di potenza, come guida scorrifilo negli anelli delle canne da pesca, e come gemma in gioielleria. In gioielleria per questioni commerciali si utilizza comunque il termine moissanite.

Indice

StoriaModifica

Scoperta nel 1893 nel meteorite ferroso Canyon Diablo dal Premio Nobel per la chimica Henri Moissan e per questo motivo chiamata moissanite in suo onore.

MorfologiaModifica

La moissanite si rinviene in cristalli appiattiti esagonali fino a 5 mm. Sono conosciuti 74 politipi diversi di carburo di silicio ed in natura ne sono stati trovati otto (2H, 3C, 4H, 5H, 6H, 10R, 15R, 33R).[1]

Origine e giacituraModifica

La moissanite è stata trovata nei meteoriti ferrosi, come inclusione nei diamanti, nella kimberlite e nella lamproite diamantifera, nell'eclogite, nella breccia vulcanica, nella riolite e nei depositi alluvionali.[1]

CaratteristicheModifica

 
Un anello con gemme di moissanite

La moissanite possiede un indice di brillantezza del 20,4%, il diamante del 17,2%.

La moissanite ha un indice di dispersione della luce (fuoco) pari a 0,104, superiore a quella del diamante, 0,044. La moissanite è inalterabile nel tempo perché la sua durezza (9,25) è seconda solo a quella del diamante (10). Ha un'eccellente resistenza all'incasso nei gioielli. Gli ultrasuoni e gli altri sistemi di pulizia non la danneggiano. È molto stabile al calore fino a 1700 °C, temperatura di sublimazione del diamante. Si distingue dal diamante per le sue spiccate proprietà di birifrangenza.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m John W. Anthony, Richard A. Bideaux, Kenneth W. Bladh, Monte C. Nichols, Handbook of Mineralogy (PDF), Chantilly, VA 20151-1110, Mineralogical Society of America.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia