Apri il menu principale
Mollières
frazione
Mollières – Veduta
Veduta di Mollières
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneBlason région fr Provence-Alpes-Côte d'Azur.svg Provenza-Alpi-Costa Azzurra
DipartimentoArms of Nice.svg Alpi Marittime
ArrondissementNizza
CantoneSaint-Sauveur-sur-Tinée
ComuneValdeblore
Territorio
Coordinate44°04′19″N 7°10′19″E / 44.071944°N 7.171944°E44.071944; 7.171944 (Mollières)Coordinate: 44°04′19″N 7°10′19″E / 44.071944°N 7.171944°E44.071944; 7.171944 (Mollières)
Altitudine204 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantiMolliérincs, Mollieresi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Mollières
Mollières
Sito istituzionale

Mollières (in italiano, Molliera, ormai desueto, in occitano Molièras e Mouliera, da leggersi Muliéra, in lingua nizzarda, che significa "terra molle", perché bagnata) è una frazione del comune francese di Valdeblore.
Si trova nel vallone del torrente omonimo, Mollières, tributario del fiume Tinea.

StoriaModifica

 
Il vallone di Molliera.

Nel 1860 pur avendo partecipato al plebiscito nella Contea di Nizza favorevole alla Francia rimase all'Italia, dato che Vittorio Emanuele II vi aveva dei terreni di caccia. Gli abitanti ebbero una frontiera scomoda, dato che il centro raggiungibile tramite la strada era Valdeblore in Francia, mentre dipendeva dal comune di Valdieri in provincia di Cuneo dal 1860 al 1947, così godette di uno statuto speciale.

Durante la Seconda guerra mondiale, fu occupata dai tedeschi nel 1943 che incendiarono il villaggio nel 1944. Fu ceduta dall'Italia alla Francia alla mezzanotte del 15 settembre 1947 in forza del Trattato di Parigi.

Nel 1940 si trovò sul fronte con la Francia e la popolazione venne evacuata a Terme di Valdieri (CN), ma dopo la capitolazione francese gli abitanti tornarono nel paese.

Mollières ha una cinquantina di case abitabili, che i proprietari possono raggiungere in automobile dal 15 maggio al 15 ottobre per mezzo della suddetta strada. D'inverno, essendo la strada del col di Saleses chiusa al traffico, l'unico mezzo d'accesso resta la marcia a piedi dal Ponte Negri, raggiungibile imboccando il vecchio tracciato della strada D2205 (ex 205) al Pont de Paule, tra Saint-Sauveur-sur-Tinée e Isola.

Mollières rimane uno dei pochi villaggi francesi senza elettricità. A marzo 2011 non è previsto il collegamento alla rete elettrica[1].

 
Epitaffio al cimitero monumentale di Torino, scritto dal capo del governo Francesco Crispi e dedicato al patriota Ignazio Ribotti, duca di Molliera.

Risultati del plebiscitoModifica

Plebiscito del 12 ottobre 1947
Paese Data Iscritti Votanti Favorevoli all'annessione alla Francia Contro l'annessione Schede bianche e nulle
Molliera 12 ottobre 1947 169 168 166 1 1
Fonte: cfr. Ugo 1989, p. 172 e Risultati plebiscito

DistanzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Informazione fornita dall'Association Gens de Mollières

BibliografiaModifica

  • Gianluigi Ugo, Il confine italo-francese - Storia di una frontiera, Milano (MI), XENIA Edizioni, novembre 1989, ISBN non esistente.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica