Monarchia elettiva

Forma di governo di tipo monarchico

La monarchia elettiva è una forma di governo di tipo monarchico nel quale il capo dello stato, che ha titolo e poteri di monarca (re, imperatore, pontefice, ecc.), viene eletto, di norma da un collegio ristretto di principi, più raramente da un'assemblea più estesa. La forma di governo opposta, più diffusa, è la monarchia ereditaria.

Esempi di monarchie elettive del passato sono:

Esempi di monarchie elettive attuali sono:

Anche entità non indipendenti presentano questa forma di governo: la Repubblica del Monte Santo in Grecia e il Principato di Seborga in Italia ne sono un esempio.

NoteModifica

  1. ^ Il termine repubblica non va inteso nel senso moderno del termine, ossia contrapposto a monarchia, ma nel senso antico di "Stato"; la repubblica di Venezia era infatti una monarchia elettiva; infatti il doge, termine veneto per "duca", era in carica per tutta la vita ed apparteneva alla classe nobiliare. Si veda: Giurisprudenza italiana - volume 149, parti 2-4, Unione tipografico-editrice torinese, 1997

Voci correlateModifica