Apri il menu principale

Monete euro vaticane

Euro coniati dallo Stato della Città del Vaticano
Situazione aggiornata a giugno 2014:

     Zona euro

     UE non appartenenti all'AEC II

     UE appartenenti all'AEC II con opt-out

     UE non appartenenti all'AEC II con opt-out

     Non UE che usano bilateralmente l'euro

     Non UE che usano unilateralmente l'euro

1leftarrow blue.svgVoce principale: Monete in euro.

Le monete euro vaticane sono le monete in euro coniate dalla Città del Vaticano tramite l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato di Roma. Finora sono state emesse cinque serie differenti di monete.

Gli euro della Città del Vaticano (insieme a quelli del Principato di Monaco, di Andorra e di San Marino) rappresentano una particolarità nell'ambito del Sistema Monetario europeo, avendo accordi bilaterali con gli stati confinanti. Infatti, pur non facendo parte dell'Unione europea, la Città del Vaticano è stata autorizzata ad utilizzare l'euro come valuta ufficiale, dato che, prima, utilizzava la lira italiana. La lira vaticana e la lira sammarinese venivano anch'esse utilizzate come valuta a corso legale. Con l'adozione da parte dell'Italia dell'euro, anche gli euro della Città del Vaticano sono entrati in circolazione, diventando rapidamente estremamente ricercati da parte dei collezionisti di monete, dato il numero limitato di serie coniate.

A partire dal 23 luglio 2010, in seguito all'accordo firmato con l'Unione europea nel 2009[1], lo Stato della Città del Vaticano ha cominciato a emettere un numero maggiore di monete da 0,50 €, che vengono distribuite all'interno dei negozi vaticani (farmacia, musei, stazione ferroviaria, poste)[2], nell'ottica di destinare alla circolazione il 51% di tutta la produzione monetaria.

Indice

Faccia nazionaleModifica

1ª serie - Giovanni Paolo II (2002-2005)Modifica

La prima versione degli euro vaticani; emessi solamente tramite starter kits e divisionali, mostrano sulla faccia nazionale l'effigie di papa Giovanni Paolo II, con intorno la scritta "CITTÀ DEL VATICANO" e le dodici stelle della bandiera dell'Unione europea.

€ 0,01 € 0,02 € 0,05
     
Effigie di papa Giovanni Paolo II
€ 0,10 € 0,20 € 0,50
     
Effigie di papa Giovanni Paolo II
€ 1,00 € 2,00 Bordo 2 euro
     
Effigie di papa Giovanni Paolo II La sequenza "2 *" ripetuta sei volte e alternativamente capovolta, dove "*" è sostituito da una stella.

2ª serie - sede vacante (2005)Modifica

In seguito alla morte di Giovanni Paolo II, il Vaticano ha emesso una serie divisionale in 60 000 pezzi per commemorare la sede vacante, il periodo in cui, dopo la morte del papa, i cardinali votano per eleggere una nuova guida spirituale per il Vaticano. La serie comprende tutti gli 8 valori aventi sul dritto le previste caratteristiche tecniche, uguali per tutti i paesi aderenti all'euro. Nel rovescio di tutte le monete è raffigurato lo stemma dell'allora Cardinale Camerlengo, Eduardo Martínez Somalo, e quello della Camera Apostolica (chiavi decussate sormontate da un padiglione), le scritte "CITTÀ DEL VATICANO" e "SEDE VACANTE MMV" e dodici stelle.

€ 0,01 € 0,02 € 0,05
     
Stemmi del Cardinale Camerlengo
e della Camera Apostolica
€ 0,10 € 0,20 € 0,50
     
Stemmi del Cardinale Camerlengo
e della Camera Apostolica
€ 1,00 € 2,00 Bordo 2 euro
     
Stemmi del Cardinale Camerlengo
e della Camera Apostolica
La sequenza "2 *" ripetuta sei volte e alternativamente capovolta, dove "*" è sostituito da una stella.

3ª serie - Benedetto XVI (2006-2013)Modifica

Il 27 aprile 2006 è stata emessa la terza serie di monete euro vaticane. La faccia nazionale raffigura l'effigie del nuovo papa Benedetto XVI, Sovrano dello Stato della Città del Vaticano, la scritta "CITTÀ DEL VATICANO" e le dodici stelle della bandiera dell'Unione europea. Nel 2010 la Città del Vaticano ha coniato oltre 2 milioni di pezzi da 50 centesimi da mettere in circolazione: si è trattato della prima moneta in euro vaticana emessa ufficialmente in circolo.

€ 0,01 € 0,02 € 0,05
     
Effigie di papa Benedetto XVI
€ 0,10 € 0,20 € 0,50
     
Effigie di papa Benedetto XVI
€ 1,00 € 2,00 Bordo 2 euro
     
Effigie di papa Benedetto XVI La sequenza "2 *" ripetuta sei volte e alternativamente capovolta, dove "*" è sostituito da una stella.

4ª serie - Francesco (2014-2016)Modifica

L'8 ottobre 2013, con un'intervista a RomeReports TV, il Direttore dell'Ufficio Filatelico e Numismatico del Vaticano ha mostrato per la prima volta le immagini della quarta serie di monete euro vaticane, realizzata dopo la rinuncia all'ufficio di romano pontefice da parte di Benedetto XVI fatta nel mese di febbraio. La faccia nazionale raffigura l'effigie del nuovo papa Francesco, sovrano dello Stato della Città del Vaticano, la scritta "CITTÀ DEL VATICANO" e le dodici stelle della bandiera dell'Unione europea; a differenza delle monete delle serie precedenti, il pontefice appare in diverse angolazioni sulle monete da 1 e 2 euro, 50, 20 e 10 centesimi e 5, 2 e 1 centesimo[3].

€ 0,01 € 0,02 € 0,05
     
Effigie di profilo di papa Francesco
€ 0,10 € 0,20 € 0,50
     
Effigie di papa Francesco
€ 1,00 € 2,00 Bordo 2 euro
     
Effigie di papa Francesco La sequenza "2 *" ripetuta sei volte e alternativamente capovolta, dove "*" è sostituito da una stella.

5ª serie - Stemma di Papa Francesco (2017-oggi)Modifica

 
Lo stemma di Papa Francesco

Nell'aprile 2016 Papa Francesco espresse il desiderio di non essere più raffigurato sulle monete. A partire da marzo 2017, quindi, è stata introdotta una nuova serie di monete[4].

I disegni rappresentano lo stemma del Sovrano dello Stato della Città del Vaticano, papa Francesco. Il marchio della zecca «R» e l’anno di emissione «2017» figurano rispettivamente in basso a sinistra e in basso a destra. Sull’anello esterno delle monete figurano le 12 stelle della bandiera dell’Unione europea. L’incisione sul taglio della moneta da 2 EUR è: 2 *, ripetuti sei volte, a orientazione alternata dal basso in alto e dall’alto in basso.[5]

€ 0,01 € 0,02 € 0,05
     
Stemma di Papa Francesco
€ 0,10 € 0,20 € 0,50
     
Stemma di Papa Francesco
€ 1,00 € 2,00 Bordo 2 euro
     
Stemma di Papa Francesco La sequenza "2 *" ripetuta sei volte e alternativamente capovolta, dove "*" è sostituito da una stella.

La questione della sede vacanteModifica

La Commissione europea ha emesso una raccomandazione in data 19 dicembre 2008, una linea guida comune per le facce nazionali e l'emissione di monete in euro destinate alla circolazione. Una sezione di questa raccomandazione prevede che:

Articolo 5. Modifiche alle facce nazionali delle monete euro regolari destinate alla circolazione:
"... le immagini utilizzate per le facce nazionali delle monete euro destinate alle circolazione nei tagli in euro e in centesimi non dovrebbero essere modificate, tranne nei casi in cui il Capo dello Stato riportato su una moneta cambi ... Una vacanza temporanea o l'occupazione provvisoria delle funzioni del Capo dello Stato non dovrebbe dare il diritto di cambiare le facce nazionali delle monete euro nazionali destinate alla circolazione."

Ciò significa che in futuro non vi saranno più serie di monete euro regolari per la Sede Vacante, come invece era accaduto nel 2005, ferma restando la possibilità di emettere serie commemorative per l'evento (in genere monete d'oro o d'argento), che abbiano valore legale solo nella Città del Vaticano. Anche l'emissione di una moneta commemorativa da 2 euro dedicato alla Sede Vacante è possibile: in particolare, il regolamento UE del 4 luglio 2012, all'articolo 4, consente l'emissione di una moneta commemorativa nel caso in cui vi sia una vacanza nella carica del Capo di Stato, anche se siano già state emesse le due monete commemorative consentite annualmente, purché si rispettino i limiti di volume previsti[6].

2 euro commemorativiModifica

 Voce principale: 2 euro commemorativi.

Lo stato di Città del Vaticano conia ogni anno due monete da 2 euro commemorative. Nel periodo 2004-2015 la moneta emessa era soltanto una (con l'esclusione del 2013, anno in cui è stata coniata anche una moneta da 2 euro per la sede vacante). Dal 2016 le emissioni sono divenute due. Queste emissioni sono rivolte esclusivamente ai collezionisti.

Non facendo parte dell'Unione europea, il Vaticano non partecipa alle emissioni comuni.

Immagine Anno Tema Tiratura Emissione
75º anniversario della fondazione della Città del Vaticano 85.000 15 dicembre 2004
Giornata mondiale della gioventù 2005 100.000 6 dicembre 2005
500º anniversario dell'istituzione della Guardia svizzera pontificia 100.000 9 novembre 2006
80º compleanno di Papa Benedetto XVI 100.000 23 ottobre 2007
Anno paolino 106.084 16 ottobre 2008
Anno internazionale dell'astronomia 106.084 18 novembre 2009
Anno sacerdotale 111.000 12 ottobre 2010
Giornata mondiale della gioventù 2011 115.000 18 ottobre 2011
VII Incontro mondiale delle famiglie 103.000 16 ottobre 2012
Sede vacante MMXIII 125.000 3 giugno 2013
Giornata mondiale della gioventù 2013 115.000 15 ottobre 2013
25º anniversario della caduta del Muro di Berlino 103.000 14 ottobre 2014
VIII Incontro mondiale delle famiglie 106.000 6 ottobre 2015
200º anniversario della Gendarmeria Vaticana 80.000 2 giugno 2016
Giubileo straordinario della misericordia 105.000 13 ottobre 2016
1950º anniversario del martirio dei Santi Pietro e Paolo 105.000 1º giugno 2017
100º anniversario delle apparizioni della Madonna di Fátima 105.000 5 ottobre 2017
Anno europeo del patrimonio culturale 86.000 1º giugno 2018
50º anniversario della morte di Padre Pio 86.000 4 ottobre 2018

NoteModifica

  1. ^ Convenzione monetaria tra l'Unione europea e lo Stato della Città del Vaticano del 17 dicembre 2009
  2. ^ GLI EURO DEL PAPA ENTRANO IN CIRCOLAZIONE, su tg1.rai.it, 22 luglio 2010.
  3. ^ Video YouTube sulle nuove monete vaticane
  4. ^ Vaticano, il papa sparisce dalle monete, numistoria.altervista.org, 17 gennaio 2017
  5. ^ OJ 2017/C 23/06, in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 24 gennaio 2017.
  6. ^ REGOLAMENTO (UE) N. 651/2012 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO (PDF), su eur-lex.europa.eu, 4 luglio 2012. URL consultato l'8 marzo 2013.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica