Monte Calvo (Gargano)

rilievo montuoso del Gargano
Monte Calvo
Monte Calvo Gargano.jpg
Monte Calvo imbiancato da una folta coltre di neve
Stato Italia Italia
Regione Puglia Puglia
Provincia Foggia Foggia
Altezza 1 056 m s.l.m.
Catena Promontorio del Gargano
Coordinate 41°43′37.45″N 15°46′21.4″E / 41.72707°N 15.77261°E41.72707; 15.77261Coordinate: 41°43′37.45″N 15°46′21.4″E / 41.72707°N 15.77261°E41.72707; 15.77261
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Calvo
Monte Calvo
Panorama invernale dal monte Calvo del versante sud.
Monte Calvo e l'umidità che lo avvolge saltuariamente in autunno

Il monte Calvo è la cima più alta tra quelle che costituiscono il massiccio del Gargano in Puglia. Raggiunge un'altitudine di 1065 m (quinta vetta della regione) e ha un'evidente morfologia carsica. Deve il suo nome a una cima completamente brulla, circondata, tuttavia, da imponenti e fitte foreste che ne ricoprono le pendici e si estendono per gran parte del territorio del parco nazionale del Gargano.

Fra gli aspetti più interessanti di questo monte sono le numerose grotte, abitate sin dalla preistoria. Sono stati diversi i ritrovamenti archeologici di reperti riconducibili al neolitico: parti rudimentali di asce, selci e strumenti di vario tipo confermano la presenza dell'uomo sugli altopiani del Gargano anche in epoca preistorica e protostorica (civiltà Dauna).

Indice

FloraModifica

Come accennato, nonostante presenti una sommità sgombra dalla vegetazione attorno ad essa proliferano importanti foreste costituite dalla tipica flora mesofila caducifoglia a dominio di varie specie del genere Quercus e con la presenza di estese formazioni a Faggio (Fagus sylvatica), che per condizioni microclimatiche molto particolari, si spingono anche in basso ad altitudini minime rispetto ad analoghe formazioni presenti in Italia.

Sono presenti oltre ai faggi anche le querce (cerro e roverella) nonché piante decidue latifoglie eliofile quali il carpino, la carpinella o l'acero campestre.[1]

ClimaModifica

Per la sua altitudine, ma soprattutto per via della sua esposizione ai venti balcanici, il monte in inverno è soggetto a frequenti nevicate e le temperature scendono di diversi gradi sotto lo zero.
Il clima è continentale con inverni rigidi e ventosi ed estati miti e soleggiate.[2]

NoteModifica

  1. ^ Biopuglia, Fitoclima pugliese - Faggeta, biopuglia.iamb.it.
  2. ^ Biopuglia, Climatologia -Altopiani Garganici, biopuglia.iamb.it.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica