Apri il menu principale

Monte Nero (canto degli alpini)

canto degli Alpini

Occasione della composizioneModifica

 
Prima Guerra Mondiale: Alpini in cima al Monte Nero

Il 15 giugno 1915, durante la prima guerra mondiale, i battaglioni Exilles, Pinerolo, Susa e Fenestrelle del 3º Reggimento Alpini comandato dal colonnello Donato Etna, con un'azione notturna occuparono la cima del Monte Nero, nelle alpi Giulie. L'impresa, che fu citata dalla stampa internazionale come esempio di brillante azione bellica, ebbe però un costo assai elevato in termini di vite umane; questo canto pare sia stato scritto e musicato dagli stessi alpini superstiti, tra cui Giuseppe Malandrino, natìo di Rivoli (TO)[1].

TestoModifica

Spunta l'alba del sedici giugno
comincia il fuoco l'artiglieria
Il Terzo Alpini è sulla via
Monte Nero a conquistar

Monte Nero monte rosso
traditor della vita mia
ho lasciato la mamma mia
per venirti a conquistar

Per venirti a conquistare
ho perduto tanti compagni
tutti giovani sui vent'anni
la sua vita non torna più

Colonnello che piangeva
a veder tanto macello
fatti coraggio Alpino bello
che l'onore per te sarà

arrivati a trenta metri
dal costone trincerato
con assalto disperato
il nemico fu prigionier.

NoteModifica

  1. ^ Luciano Viazzi - Marco Balbi, Spunta l'alba del sedici giugno... Mursia ISBN 978-88-425-2733-6

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica