Montefiore Conca

comune italiano

Montefiore Conca (Munt Fior in romagnolo) è un comune italiano di 2 279 abitanti della provincia di Rimini in Emilia-Romagna. Piccolo borgo dell'entroterra Riminese, un tempo era un importante avamposto dei Malatesta con una imponente rocca che domina dall'alto tutta la zona circostante.

Montefiore Conca
comune
Montefiore Conca – Stemma
Montefiore Conca – Bandiera
Montefiore Conca – Veduta
Montefiore Conca – Veduta
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Emilia-Romagna
Provincia Rimini
Amministrazione
SindacoSica Filippo dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate43°53′N 12°37′E
Altitudine385 m s.l.m.
Superficie22,32 km²
Abitanti2 279[1] (31-8-2022)
Densità102,11 ab./km²
FrazioniBorgo Pedrosa, La Falda, Levola, San Felice, San Gaudenzio, Serbadone, Serra di Sopra, Serra di Sotto
Comuni confinantiGemmano, Mondaino, Morciano di Romagna, Saludecio, San Clemente, Sassocorvaro Auditore (PU), Tavoleto (PU)
Altre informazioni
Cod. postale47834
Prefisso0541
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT099008
Cod. catastaleF502
TargaRN
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona E, 2 650 GG[3]
Nome abitantimontefioresi
Patronosan Paolo
Giorno festivo25 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montefiore Conca
Montefiore Conca
Montefiore Conca – Mappa
Montefiore Conca – Mappa
Posizione del comune di Montefiore Conca all'interno della provincia di Rimini
Sito istituzionale

Geografia fisica

modifica

Il comune è situato nella zona meridionale della provincia, al confine con le Marche (provincia di Pesaro-Urbino). Il suo territorio, di circa 22 km², si estende sulle colline dell'Appennino tosco-romagnolo, adiacente alla Valconca. Il borgo si trova ad un'altitudine di 385 m s.l.m. distante 17 km da Cattolica e Gabicce Mare. Vicino è anche il confine di Stato con San Marino.

La prima documentazione storica sull'abitato risale al 1136, quando Papa Innocenzo II dichiara che la chiesa di San Paolo è sotto la protezione Apostolica. Nel 1320 Papa Giovanni XXII cedette Montefiore ai Malatesta. Nel 1371 furono censite le aree delle Marche e della Romagna, ciò permise di sapere che la popolazione di Montefiore ascendeva a 160 focolari. Nel 1372 il controllo della signoria passa a Galeotto che poi lo darà al figlio Galeotto Belfiore (soprannominato con questo aggettivo per essere nato nella rocca di Montefiore). Dopo la morte di Galeotto Belfiore (a 23 anni per un'epidemia) successe Carlo detto il Catone che sosteneva la Chiesa durante lo scisma d'Occidente. Morto anche Carlo nel 1429 gli successe il nipote Roberto detto il beato. Dopo la morte di Roberto (a 21 anni) subentrò il fratello Sigismondo Malatesta che regalò al suo territorio cultura, arte e prosperità. Poi l'inimicizia col Papa lo portò alla scomunica e alla sottrazione dei suoi territori, fra cui Montefiore.

Dal 1500 al 1503 fu sotto il dominio di Cesare Borgia.
Dal 1504 al 1505 fu sotto il dominio della Repubblica di Venezia. Dal 1506 al 1514 fu sotto il dominio della Santa Sede.
Nel 1797 entrò a far parte della Repubblica Cisalpina.
Nel 1815 fu inglobato dal Regno Italico di Napoleone.
Dopo il Congresso di Vienna tornò un possedimento della Santa Sede, inserita nella Legazione apostolica di Forlì.
Dopo la II Guerra d'Indipendenza (aprile-luglio 1859) entrò a far parte del Regno di Sardegna che, nel 1861, divenne Regno d'Italia.

Nel 1863 gli venne cambiato il nome in Montefiorito e solo nel 1917 venne rinominato Montefiore su proposta di Don Paolo Palmerini.[4] La tradizione fa risalire tale toponimo a un'antica famiglia ebrea della zona, anche se pare più probabile che sia stato il nome del paese a ispirare quello della famiglia.[5]

 
Particolare della Madonna con il Bambino dipinta da Giovanni Bellini, conservata alla National Gallery, Londra, con lo sfondo caratterizzato da un castello ispirato alla rocca di Montefiore.

Monumenti e luoghi d'interesse

modifica
 
Santuario di Bonora
 
Scorcio del paese dall'alto della rocca

Montefiore Conca fa parte, assieme ad altri quattro comuni riminesi, del circuito dei Borghi più belli d'Italia. Alcuni edifici rilevanti:

  • Rocca Malatestiana è un castello che risale alla metà del Trecento, ma recenti scavi archeologici (2006-2008) hanno ipotizzato che il complesso esistesse già nell'XI secolo. All'interno molte sale, su più piani, sono state allestite con arredi e oggetti di epoca rinascimentale. L'ultima rampa di scale porta all'enorme terrazzo, da cui si può abbracciare con lo sguardo tutta la Riviera romagnola, da Cattolica a Ravenna.
  • La chiesa di San Paolo. Custodisce un crocifisso alto più di tre metri e mezzo con i quattro apici a stella;
  • Il santuario della Madonna di Bonora, o Cella di Bonora, ospita un antico dipinto con la Madonna che allatta il figlio.

Società

modifica

Evoluzione demografica

modifica

Abitanti censiti[6]

Etnie e minoranze straniere

modifica

Secondo i dati ISTAT[7] al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 159 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Istituzioni, enti e associazioni

modifica

Nell'aprile 2010 ha preso vita l'associazione Malatempora con lo scopo di promuovere la conoscenza, la tutela, la valorizzazione, la fruizione delle risorse ambientali, storiche, culturali ed artistiche del territorio e della comunità.

Cultura

modifica
  • Collezione permanente della Rocca Malatestiana

Eventi e ricorrenze

modifica
 
Secolare processione del Venerdì Santo.
  • «Rocca di Luna Festival» (nel primo week-end del plenilunio di Luglio);
  • Festa del MangiarSano (in ottobre), con mostra mercato di ortaggi e frutti antichi;
  • Sagra della Castagna (tutte le domeniche di ottobre).
  • Presepe vivente (in dicembre), in abiti d'epoca.

Infrastrutture e trasporti

modifica

Il comune è attraversato dalla strada provinciale SP36.

Amministrazione

modifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
28 ottobre 1987 6 giugno 1990 Mauro Monti Partito Comunista Italiano Sindaco [8]
6 giugno 1990 24 aprile 1995 Claudio Battazza PCI, poi PDS Sindaco [8]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Claudio Battazza lista civica Sindaco [8]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Claudio Battazza lista civica Sindaco [8]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Filippo Berselli lista civica Sindaco [8]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Vallì Cipriani lista civica Sindaco [8]
26 maggio 2014 26 maggio 2019 Vallì Cipriani lista civica: Vallì Cipriani sindaco Sindaco [8]
27 maggio 2019 in carica Filippo Sica lista civica: Insieme per Montefiore Sindaco [8]

Gemellaggi

modifica
 
La Rocca
 
Tramonto

Dal 2000 l'evento sportivo principale è il Torneo di calcio a 5 "Città di Montefiore" organizzato da un gruppo di ragazzi montefioresi con la collaborazione della asd Montefiorese. La ASD Montefiorese è stata fondata nel 1986 e milita in 3ª categoria; i colori sociali sono giallo e rosso.

A Montefiore Conca ha sede la ASD Turbolenza che primeggia in sport estremi come skydiving, paracadutismo, extreme sports, swooping, Base jumping, shows, street wear.

  1. ^ Bilancio demografico mensile anno 2022 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ MONTEFIORE CONCA | I Luoghi del Cuore - FAI, su www.fondoambiente.it. URL consultato il 22 ottobre 2020.
  5. ^ Montefiore su un libro della Harvard University Press, su lapiazzarimini.it. URL consultato il 22 ottobre 2020.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Statistiche demografiche ISTAT, su demo.istat.it. URL consultato il 26 gennaio 2012 (archiviato il 22 giugno 2013).
  8. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/
  9. ^ HF invited to twin with Montefiore Conca, in Italy

Bibliografia

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN139627390 · WorldCat Identities (ENlccn-n85264212