Apri il menu principale

Montefollonico

frazione del comune italiano di Torrita di Siena
Montefollonico
frazione
Montefollonico – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Siena-Stemma.svg Siena
ComuneTorrita di Siena-Stemma.png Torrita di Siena
Territorio
Coordinate43°07′40″N 11°44′46″E / 43.127778°N 11.746111°E43.127778; 11.746111 (Montefollonico)Coordinate: 43°07′40″N 11°44′46″E / 43.127778°N 11.746111°E43.127778; 11.746111 (Montefollonico)
Altitudine567 m s.l.m.
Abitanti480 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale53049
Prefisso0577
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantimontefollonichese, montefollonichesi[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montefollonico
Montefollonico

Montefollonico è l'unica frazione del comune di Torrita di Siena, in provincia di Siena.

Geografia fisicaModifica

Il borgo si trova sulla cima di un colle (568 m s.l.m.fonte Istituto geografico militare) tra la Valdichiana e la Val d'Orcia.

StoriaModifica

Le prime notizie sul popolamento della zona risalgono agli uomini di Neanderthal (60.000 anni fa circa) con gli utensili litici rinvenuti in località "Il Tondo" (attualmente parco pubblico). Il territorio conserva inoltre tracce di frequentazione di epoca etrusca e romana.

L'abitato si sviluppò fra il XII e il XIII secolo, prima con la fondazione della pieve di San Leonardo da parte dei monaci cistercensi del vicino monastero, poi come borgo fortificato della Repubblica senese. Il nome deriva dal latino fullones (persone che lavoravano i panni di lana), questo perché i monaci si dedicavano alla follatura della lana.

La sua posizione strategica, ne faceva infatti un utile avamposto contro Montepulciano, alleato di Firenze. Nel 1543 si arrese all'esercito imperiale di Carlo V ed entrò a far parte del dominio fiorentino dei Medici.

Luoghi di interesseModifica

Montefollonico è circondato da mura, che conservano ancora alcune torri cilindriche e la torre del Cassero, del 1277. Si conservano inoltre le tre porte (porta a Follonica, porta del Triano e porta del Pianello), che tuttora danno accesso al centro storico.

  • Porta del Triano, racchiusa da baluardi a pianta circolare, uno dei quali diroccato. I resti conservati delle mura mostrano strutture composte di pietra concia con uno spessore di quattro braccia. Al centro del fronte meridionale spicca il cassero senese, alta torre di forma quadrata dall'altezza di circa trenta braccia costruita anch'essa in pietra concia.
  • Porta del Pianello, chiamata anche porta Nuova o porta Senese, è la porta principale del paese, esempio di architettura militare del XIV secolo. Si apre con un arco alto circa dodici braccia ed è rinforzata da un barbacane, parte di pietra, parte di mattoni, avanzato rispetto alla linea delle mura e un tempo dotato di ponte levatoio.

Il borgo ospita la chiesa di San Leonardo, ricordata dal 1216, il monastero di Santa Maria, fondato dai benedettini prima del 1170 e abbandonato nel XVIII secolo e il palazzo Pretorio.

Nella via centrale del borgo è situato l'ex palazzo di Giustizia con accanto la pubblica cisterna.

La pubblica cisterna di Montefollonico è situata accanto al palazzo di Giustizia nella via principale. Sulla parte anteriore del pozzo si notano tre antichi stemmi gentilizi attinenti alla comunità del paese: il primo appartiene alla famiglia dei marchesi Coppoli, il secondo alla famiglia Landucci e più in generale al Comune di Montefollonico, il terzo rappresenta invece una corporazione religiosa.

Il parco naturale Il Tondo, nei pressi del paese, in cima al colle, consiste in un bosco di cipressi e lecci disposti in maniera circolare. Da qui partono una serie di percorsi pedonali tutto attorno al colle.

Tra gli edifici religiosi si possono notare, fuori dal paese, l'ex convento di San Sigismondo che, dopo essere caduto in abbandono, è stato ristrutturato da privati che hanno garantito la persistenza di alcune della antiche sezioni della struttura; mentre all'interno del centro storico, troviamo la chiesa di San Bartolomeo Paleocristiana risalente al settimo secolo e della Compagnia, in precarie condizioni e quindi non visitabile al momento, risalente al XII secolo, e la chiesa della Compagnia del Corpus Domini.

Specialità alimentariModifica

Il pecorino della zona, chiamato Grande vecchio di Montefollonico ha una grande rinomanza e il riconoscimento di P.A.T.

ManifestazioniModifica

"... Lo gradireste un goccio di Vin Santo?..": manifestazione enogastronomica che si tiene a dicembre, incentrata sul vin santo.

NoteModifica

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 341.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN149361415 · LCCN (ENnr90024810 · GND (DE4647656-8 · WorldCat Identities (ENnr90-024810
  Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Toscana