Apri il menu principale
Montenars
comune
Montenars – Stemma Montenars – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia-Giulia-Stemma.svg Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaNon presente
Amministrazione
SindacoClaudio Sandruvi (lista civica) dal 7-5-2012
Territorio
Coordinate46°15′N 13°11′E / 46.25°N 13.183333°E46.25; 13.183333 (Montenars)Coordinate: 46°15′N 13°11′E / 46.25°N 13.183333°E46.25; 13.183333 (Montenars)
Altitudine472 m s.l.m.
Superficie20,59 km²
Abitanti523[1] (30-4-2017)
Densità25,4 ab./km²
FrazioniSan Giorgio, Sant'Elena, Santa Maria Maddalena (con la borgata di Flaipano)
Comuni confinantiArtegna, Gemona del Friuli, Lusevera, Magnano in Riviera, Tarcento
Altre informazioni
Cod. postale33010
Prefisso0432
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT030061
Cod. catastaleF574
TargaUD
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)
Cl. climaticazona F, 3 330 GG[2]
Nome abitantimontenaresi
Patronosant'Elena
Giorno festivo18 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montenars
Montenars
Montenars – Mappa
Posizione del comune di Montenars nella provincia di Udine
Sito istituzionale

Montenars (Montenârs in friulano[3], Gorjani o Montenare in sloveno), è un comune italiano di 523 abitanti in Friuli-Venezia Giulia.

Indice

Geografia fisicaModifica

Comune montano posto, in massima parte, nella conca valliva formata dal torrente Orvenco, un ramo del fiume Ledra (con disposizione sud-ovest nord-est), chiusa a nord dal massiccio del monte Cuarnan (1372 m) e a sud da quello dei monti Faeit e Cjampeón. Il territorio del comune risulta compreso tra i 240 e i 1.372 metri sul livello del mare. Il territorio è diviso in tre frazioni, in ordine: San Giorgio, Sant'Elena, Santa Maria Maddalena, a loro volta comprensive di numerosi borghi. La sede comunale è in Borgo Isola a Sant'Elena. Il paese è immerso nella natura pressoché incontaminata e non è difficile incontrare animali selvatici nei dintorni come capriolo, volpi e talvolta addirittura orsi.

StoriaModifica

Il significato del toponimo, documentato in passato anche nella forma Montenario, non è certo: accanto alla derivazione da Montanarius, abitante di montagna, comunemente proposta, pare piuttosto vada valorizzata la finale "-ars", presente in altri toponimi (Gon-ars, Beiv-ars, Rutt-ars) e parrebbe stare ad indicare una arimannia longobarda, forse di montagna, contrapposta a quella di Artegna posta in valle.

Il territorio comunale fu pesantemente colpito dalle disastrose scosse del terremoto del 1976 il cui epicentro fu nei pressi di quest'area e che causò qui 35 vittime e numerosi danni al patrimonio. Oggi gran parte delle strutture sono state ricostruite e recuperate.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Terremoto del Friuli del 1976.

OnorificenzeModifica

  Medaglia d'oro al Merito Civile
«In occasione di un disastroso terremoto, con grande dignità, spirito di sacrificio ed impegno civile, affrontava la difficile opera di ricostruzione del tessuto abitativo, nonché della rinascita del proprio futuro sociale, morale ed economico. Splendido esempio di valore civico e d'alto senso del dovere, meritevole dell'ammirazione e della riconoscenza della Nazione tutta.»

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[4]

 

Gli abitanti sono distribuiti in 251 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,14 componenti.

Lingue e dialettiModifica

A Montenars, accanto alla lingua italiana, la popolazione utilizza il friulano centro-orientale, una variante della lingua friulana. Nel territorio comunale vige la Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 29 "Norme per la tutela, valorizzazione e promozione della lingua friulana"[5].

EconomiaModifica

Risultano insistere sul territorio del comune 5 attività di servizio con 9 addetti pari al 15,25% della forza lavoro occupata, altre 13 attività di servizio con 37 addetti pari al 62,71% della forza lavoro occupata e 3 attività amministrative con 13 addetti pari al 22,03% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 59 individui, pari all'11,01% del numero complessivo di abitanti del comune.

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Toponomastica: denominazioni ufficiali in lingua friulana, su arlef.it. URL consultato il 18 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2013).
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Denominazioni ufficiali in Lingua Friulana, Arlef. URL consultato il 26 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2013).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN240133124