Apri il menu principale

Montepescini

frazione del comune italiano di Murlo
Montepescini
frazione
Montepescini – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Siena-Stemma.svg Siena
ComuneMurlo-Stemma.png Murlo
Territorio
Coordinate43°06′39.42″N 11°20′06.36″E / 43.11095°N 11.3351°E43.11095; 11.3351 (Montepescini)Coordinate: 43°06′39.42″N 11°20′06.36″E / 43.11095°N 11.3351°E43.11095; 11.3351 (Montepescini)
Altitudine256 m s.l.m.
Abitanti16 (2011)
Altre informazioni
Cod. postale0577
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montepescini
Montepescini

Montepescini è una frazione del comune italiano di Murlo, nella provincia di Siena, in Toscana.

StoriaModifica

Le origini di Montepesini datano dell'epoca romana , quando venne rinvenuto casualmente nel 1927 un edificio romano del I secolo dopo cristo .Il borgo di Montepescini fu in epoca alto-medievale dominio dei conti Ardengheschi e vi ebbero giurisdizione i vescovi e il capitolo di Siena, come si legge in un diploma del 1053 dell'imperatore Enrico III e in una bolla del 1189 di papa Clemente III al vescovo Bono.[1]

Fu un castello di una certa importanza nel XIII secolo, tanto che all'originario nucleo fortificato di Castel Vecchio ne venne aggiunto un secondo, il cosiddetto Castel Nuovo, detto anche Coppiano, dotato di chiesa pievana.[1] Il territorio del popolo di Coppiano, o Monte Pescini, si estendeva in una porzione che comprendeva anche il vicino eremo di Montespecchio: quando l'eremo venne soppresso nel 1443, i beni di Montepescini appartenuti ai monaci di Montespecchio passarono all'eremo agostiniano di Lecceto.[1]

Montepescini contava 108 abitanti nel 1833.[1]

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d Emanuele Repetti, «Monte Pescini», in Dizionario geografico fisico storico della Toscana, vol. 3, Firenze, pp. 457–458.
  2. ^ Mario Filippone, Il territorio di Murlo e le sue chiese. Una storia lunga mille anni, Siena, Nuova Immagine, 1994, pp. 97–101. URL consultato il 10 gennaio 2018.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Toscana