I Monti Sabini sono un sottogruppo montuoso, appartenente al subappennino laziale, tra la Citta' metropolitana di Roma e la Provincia di Rieti, delimitati a ovest dal Tevere, a nord dal Nera, a est dal Velino e dal Turano, a sud dall'Aniene, con la cima più alta rappresentata dal Monte Tancia (1.292 m).

Monti Sabini
Vista dei Monti Sibillini dalla Sabina (Piana Reatina)
ContinenteEuropa
StatiBandiera dell'Italia Italia
Catena principaleSubappennino laziale (negli Appennini)
Cima più elevataMonte Tancia (1 292 m s.l.m.)

Geografia

modifica

I Monti Sabini, cosi detti, sono posti in direzione nord-sud tra i monti Reatini ad est e la valle del Tevere ad ovest, Interessano nel Lazio tra la Citta' metropolitana di Roma e la provincia di Rieti. Essi non sono considerati una vera e propria catena ma costituiti da una serie di Monti con nomi specifici, con una sezione settentrionale e una sezione meridionale, i Monti Lucretili tra la provincia di Rieti e la Città metropolitana di Roma. I due sottogruppi sono divisi dalla valle fluviale del torrente corese. Le cime più alte della sezione settentrionale sono:

Monte Tancia 1292 m
Monte Pizzuto 1288 m
Monte Macchia Gelata 1258 m
Monte Porco Morto 1257 m
Monte Alto 1245 m[1]
Monte Lupara 1231 m
Cimale La Croce 1227 m
Monte La Cappelletta 1205 m
Monte Macchia Porrara 1202 m

Amministrazione

modifica

Comunita' montane

modifica

Aree naturalistiche

modifica
  1. ^ CAI Roma Archiviato il 29 ottobre 2013 in Internet Archive.

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
  • Sito EUNIS - SIC Monte Tancia e Monte Pizzuto [collegamento interrotto], su eunis.eea.europa.eu.
  • ASD Sabina Trekking, su sabinatrekking.it.
  • Sistema Informativo Territoriale Regione Lazio, su urbanisticaecasa.regione.lazio.it. URL consultato il 10 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2013).
Controllo di autoritàVIAF (EN235910612 · GND (DE4051129-7