Apri il menu principale
Monti della Giudea
JerusalemMountains.jpg
ContinenteAsia
StatiIsraele Israele
Palestina Palestina
Cima più elevataMonte Halhoul (1026 m s.l.m.)

I Monti della Giudea (ebraico: הרי יהודה Harei Yehuda, arabo: جبال يهودا Jibal Yahuda) sono una catena montuosa in Israele e in Cisgiordania, dove si trovano Gerusalemme e molte altre città bibliche.

Le montagne raggiungono l'altezza di 1.000 m.[1] Le montagne della Giudea possono essere suddivise in una serie di sub-regioni, tra cui la dorsale del Monte Ebron, la cresta di Gerusalemme e le pendici della Giudea.

Indice

GeografiaModifica

Correndo da nord a sud, i monti della Giudea comprendono Gerusalemme, Ebron, Betlemme e Ramallah. La catena forma una divisione naturale tra le pianure costiere Shephelah a ovest e la Valle del Giordano a est. Le montagne della Giudea in antichità erano boscose. Le colline sono composte da terra rossa e calcare dure.

Geologia e preistoriaModifica

Le montagne sono l'espressione di superficie di una serie di pieghe monoclini che con tendenza a nord-nord-ovest attraversano Israele. La catena è l'espressione centrale della cinghia Arco siriana che ha avuto inizio nel tardo periodo Cretaceo nel nord-est dell'Africa e sud-ovest asiatico.[2][3]

In tempi preistorici resti di animali, non sono più presenti nella regione di levante sono stati trovati qui, tra cui elefanti, rinoceronti, giraffe e il selvatico bufalo d'acqua asiatico.[4]

La catena ha una caratteristica carsica e vi si trovano delle grotte di stalattiti tra quelle presenti nel parco nazionale di Nahal Sorek tra Gerusalemme e Bet Shemesh e nella zona circostante Ofra, dove sono stati trovati fossili di flora e fauna preistorica.[5]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh99003292
  Portale Israele: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Israele