Apri il menu principale

DescrizioneModifica

Ha una taglia di circa 23 cm, ed un peso di 60 grammi.[senza fonte] Il dimorfismo sessuale è abbastanza evidente, infatti il maschio d'estate è di colore blu scuro con ali e coda più scure, mentre la femmina è marrone bluastra sulla schiena, petto chiaro che dà sul marrone.

Distribuzione e habitatModifica

È diffuso in Europa meridionale, Africa del nord e Asia centrale; in Italia, tranne che nella pianura Padana, dove è raro incontrarlo, lo si trova ovunque ci siano pareti rocciose ed assolate.

SistematicaModifica

Ne sono conosciute 5 sottospecie:[2]

  • M. solitarius solitarius
  • M. solitarius longirostris (Blyth, 1847) - passero solitario iraniano
  • M. solitarius madoci Chasen, 1940
  • M. solitarius pandoo (Sykes, 1832) - passero solitario indiano
  • M. solitarius philippensis (Statius Müller, 1776) - passero solitario dal ventre rosso

CuriositàModifica

"Il passero solitario" è titolo di due famose poesie, una di Giacomo Leopardi e una di Giovanni Pascoli.

NoteModifica

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Monticola solitarius, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.2, IUCN, 2018.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Muscicapidae, in IOC World Bird Names (ver 9.1), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 9 maggio 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli