Apri il menu principale
Motomondiale 1974
Edizione nº 26 del Motomondiale
Dati generali
Inizio21 aprile
Termine21 settembre
Prove10 (500, 350, 250, 125 e 50), 8 (sidecar)
La 250 inizia il 28 aprile, 500 e sidecar terminano il 25 agosto
Titoli in palio
Classe 500Regno Unito Phil Read
su MV Agusta
Classe 350Italia Giacomo Agostini
su Yamaha Motor
Classe 250Italia Walter Villa
su Harley-Davidson
Classe 125Svezia Kent Andersson
su Yamaha Motor
Classe 50

Sidecar
Paesi Bassi Henk van Kessel
su Kreidler
Germania Klaus Enders / Ralf Engelhardt su BMW
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La stagione 1974 è stata la ventiseiesima del Motomondiale; si svolse su un calendario composto dagli stessi 12 gran premi dell'anno precedente ma nessuna classe gareggiò in più di 10 occasioni.

Indice

Il contestoModifica

Nessuna modifica venne inserita nei regolamenti tecnici, né ci furono modifiche sull'assegnazione e i conteggi dei punti in classifica.

L'avvenimento dell'inverno 1973-74 fu la rottura tra Giacomo Agostini e l'MV Agusta: il campionissimo italiano passò alla Yamaha. A sostituirlo sarà chiamato Gianfranco Bonera, che avrebbe dovuto correre per l'Harley-Davidson (al suo posto andrà Walter Villa, affiancato dal francese Michel Rougerie).

Secondo mondiale per Phil Read e la MV Agusta in 500, il diciassettesimo consecutivo ma anche l'ultimo per la Casa di Cascina Costa. "Ago", affiancato da Teuvo Länsivuori sulla OW23 quattro cilindri due tempi, fu tormentato da guasti e problemi meccanici vari (emblematico il "Nazioni", dove dovette lasciare la vittoria a Bonera, a causa dell'esaurimento della benzina), ed ebbe anche un incidente ad Anderstorp, che gli costò ogni speranza di titolo. L'italiano, in compenso, riuscì a vincere in 350, agevolato dall'abbandono della Casa di Cascina Costa.

Nella quarto di litro vittoria per Walter Villa e la Harley-Davidson HDB2 (costruita nell'ex reparto corse Aermacchi).

Altro titolo per Kent Andersson e la Yamaha in 125, davanti allo svizzero Kneubühler e alla Derbi di Ángel Nieto.

Altro titolo per la Kreidler, che continuò a dominare la 50, stavolta con l'olandese Henk van Kessel. Nei sidecar, Klaus Enders deve faticare moltissimo per conquistare il suo sesto titolo: il boxer BMW, infatti, soffre la concorrenza dei due tempi König e Crescent (entrambi di origine motonautica).

La sicurezza dei circuiti continuò ad essere un tema all'ordine del giorno: la gran parte dei piloti (con l'eccezione dei sidecar e di alcuni piloti privati tedeschi di secondo piano) boicottarono il piovoso GP di Germania sul temibile circuito del Nürburgring.

Il calendarioModifica

Data
Resoconto
Gran Premio
(Circuito)
Vincitori
classe 50 classe 125 classe 250 classe 350 classe 500 sidecar
21 aprile
Resoconto
  GP di Francia
(Clermont-Ferrand)
  Henk van Kessel   Kent Andersson   Giacomo Agostini   Phil Read   Siegfried Schauzu
  Wolfgang Kalauch
28 aprile
Resoconto
  GP della Germania Ovest
(Nürburgring)
  Ingo Emmerich   Fritz Reitmaier   Helmut Kassner   Helmut Kassner   Edmund Czihak   Werner Schwärzel
  Karl-Heinz Kleis
5 maggio
Resoconto
  GP d'Austria
(Salisburgo)
  Kent Andersson   Giacomo Agostini   Giacomo Agostini   Siegfried Schauzu
  Wolfgang Kalauch
19 maggio
Resoconto
  GP delle Nazioni
(Imola)
  Henk van Kessel   Ángel Nieto   Walter Villa   Giacomo Agostini   Gianfranco Bonera   Klaus Enders
  Ralf Engelhardt
5 giugno[1]
Resoconto
  Tourist Trophy
(Mountain Circuit)
[2]   Charlie Williams   Tony Rutter   Phil Carpenter   Heinz Luthringshauser
  Hermann Hahn
29 giugno
Resoconto
  GP d'Olanda
(Assen)
  Herbert Rittberger   Bruno Kneubühler   Walter Villa   Giacomo Agostini   Giacomo Agostini   Klaus Enders
  Ralf Engelhardt
7 luglio
Resoconto
  GP del Belgio
(Spa)
  Gerhard Thurow   Ángel Nieto   Kent Andersson   Phil Read   Rolf Steinhausen
  Josef Huber
20 luglio[3]
Resoconto
  GP di Svezia
(Anderstorp)
  Henk van Kessel   Kent Andersson   Takazumi Katayama   Teuvo Länsivuori   Teuvo Länsivuori
28 luglio
Resoconto
  GP di Finlandia
(Imatra)
  Juliaan Vanzeebroeck   Walter Villa   John Dodds   Phil Read
25 agosto
Resoconto
  GP di Cecoslovacchia
(Brno)
  Henk van Kessel   Kent Andersson   Walter Villa   Phil Read   Werner Schwärzel
  Karl-Heinz Kleis
8 settembre
Resoconto
  GP di Jugoslavia
(Abbazia)
  Henk van Kessel   Kent Andersson   Chas Mortimer   Giacomo Agostini
22 settembre
Resoconto
  GP di Spagna
(Montjuïc)
  Henk van Kessel   Benjamín Grau   John Dodds   Víctor Palomo

Sistema di punteggio e legendaModifica

Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11>
Punti 15 12 10 8 6 5 4 3 2 1 0

Le classiModifica

Classe 500Modifica

 
La MV Agusta 500 del 1974

In occasione del boicottaggio del Gran Premio motociclistico di Germania solo 7 piloti presero il via e di questi solamente 4 giunsero al traguardo. In ogni caso anche nel Gran Premio motociclistico delle Nazioni non vennero assegnati tutti i punti a disposizione visto che furono solo 9 i piloti che tagliarono il traguardo.

Come già in precedenza il Tourist Trophy vide al via numerosi piloti, ma si trattava perlopiù di piloti locali visto che quasi tutte le squadre ufficiali boicottarono l'evento a causa della sua pericolosità.

Le vittorie nelle 10 prove previste andarono per metà a piloti ufficiali della MV Agusta (4 al vincitore del titolo iridato Phil Read e una a Gianfranco Bonera) e tre ai piloti ufficiali Yamaha (2 a Giacomo Agostini e una a Teuvo Länsivuori).

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1974.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                         P.ti
1   Phil Read MV Agusta 1 Rit 3 3 1 2 1 1 NE NE 82 (92)[4]
2   Gianfranco Bonera MV Agusta 3 2 1 4 10 4 2 2 NE NE 69 (78)[4]
3   Teuvo Länsivuori Yamaha 4 Rit 2 2 Rit 1 3 3 NE NE 67
4   Giacomo Agostini Yamaha Rit 1 Rit 1 2 Rit 6 NE NE 47
5   Jack Findlay Suzuki 12 4 4 Rit Rit 5 Rit 4 7 NE NE 34
Pos. Pilota Moto                         P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 350Modifica

Con il disimpegno della MV Agusta da questa categoria restarono solo due Harley-Davidson affidare a Michel Rougerie e Walter Villa a contrastare un nugolo di piloti che disponevano di veicoli motorizzati Yamaha; alle spalle di Giacomo Agostini per la settima volta consecutiva iridato, si piazzarono Dieter Braun (vincitore l'anno precedente del titolo della classe 250) e Patrick Pons; la migliore Harley si classificò solo settima.

Per il boicottaggio avvenuto nel GP di Germania solo 9 piloti furono classificati al traguardo con la vittoria che andò a Helmut Kassner, figlio d'arte che ottenne le uniche sue due vittorie in carriera proprio in questa giornata con l'accoppiata classe 350/classe250.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1974.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                         P.ti
1   Giacomo Agostini Yamaha 1 - 1 1 1 NE INF NE 1 Rit 75
2   Dieter Braun Yamaha - - 3 - 2 NE 4 3 NE 3 2 62
3   Patrick Pons Yamaha 4 - 4 Rit 3 NE 2 10 NE 4 - 47
4   John Dodds Yamaha 10 - Rit - Rit NE 8 1 NE 2 Rit 31
5   Chas Mortimer Maxton-Yamaha - - 2 5 Rit Rit NE 6 Rit NE - 5 29
Pos. Pilota Moto                         P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 250Modifica

Diversamente che nella categoria superiore, in 250 le Harley-Davidson si rivelarono maggiormente competitive, tanto che il titolo iridato fu di Walter Villa; Villa riuscì ad ottenere 4 vittorie sulle 10 prove in calendario.

Anche in questa categoria il Gran Premio motociclistico di Germania fu boicottato dalla maggior parte dei piloti di punta a causa della pericolosità del circuito nelle condizioni di maltempo di quel giorno e anche il Tourist Trophy fu disertato, sempre per motivi di pericolosità.

Curiosamente alle spalle del pilota vincitore si piazzarono gli stessi due piloti che avevano occupato le stesse posizioni in classe 350, Dieter Braun e Patrick Pons.

La 250 vide esordire un promettente pilota statunitense, Kenny Roberts, terzo ad Assen.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1974.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                         P.ti
1   Walter Villa Harley-Davidson NE - NE 1 1 6 2 1 1 Rit - 77
2   Dieter Braun Yamaha NE - NE - Rit 2 5 3 3 3 3 58
3   Patrick Pons Yamaha NE - NE 3 4 7 3 Rit 5 2 15 50
4   Takazumi Katayama Yamaha NE NE Rit 3 1 5 2 Rit Rit 43
5   Bruno Kneubühler Yamaha NE - NE 2 2 - - 8 4 Rit 4 43
Pos. Pilota Moto                         P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 125Modifica

Nella ottavo di litro il pilota svedese Kent Andersson riuscì a ripetersi, bissando il titolo dell'anno precedente e sopravanzando in classifica Bruno Kneubühler e Ángel Nieto.

Otello Buscherini giunse quarto ma avrebbe potuto essere secondo, se, dopo aver tagliato per primo il traguardo, non fosse stato squalificato nella penultima gara del campionato in Jugoslavia per irregolarità tecniche della sua Malanca.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1974.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                         P.ti
1   Kent Andersson Yamaha 1 - 1 2 NE 3 2 1 NE 1 1 4 87 (117)[4]
2   Bruno Kneubühler Yamaha 2 - NP Rit NE 1 3 3 NE 5 6 3 63 (68)[4]
3   Ángel Nieto Derbi Rit - 2 1 NE Rit 1 Rit NE 16 2 5 60
4   Otello Buscherini Malanca 3 - 3 Rit NE 2 5 Rit NE 3 SQ 2 60
5   Henk van Kessel Bridgestone - - 4 Rit NE Rit - 2 NE Rit 3 Rit 30
Pos. Pilota Moto                         P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 50Modifica

Con il ritiro dalle gare del campione in carica Jan de Vries il testimone nella classifica delle minore cilindrata passò ad un altro pilota olandese, Henk van Kessel.

Sia il vincitore del titolo che i suoi primi 5 inseguitori erano equipaggiati di moto Kreidler.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1974.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                         P.ti
1   Henk van Kessel Kreidler 1 - NE 1 NE 2 2 1 Rit 1 1 1 90 (114)[4]
2   Herbert Rittberger Kreidler 4 - NE - NE 1 8 2 Rit 5 2 2 65 (68)[4]
3   Juliaan Vanzeebroeck Kreidler - - NE 7 NE 16 4 3 1 2 9 3 59 (61)[4]
4   Gerhard Thurow Kreidler - - NE - NE 12 1 4 4 3 4 4 57
5   Rudolf Kunz Kreidler 2 - NE - NE 4 3 7 2 7 5 7 52 (60)[4]
Pos. Pilota Moto                         P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe sidecarModifica

I sidecar, che furono tra l'altro l'unica categoria a non essere particolarmente coinvolta nel boicottaggio del Gran Premio motociclistico di Germania (anche a causa del fatto che la maggior parte dei partecipanti era di quella nazionalità), gareggiarono su 8 prove e ciascuno dei primi tre equipaggi in classifica se ne aggiudicò due.

La vittoria finale andò come l'anno precedente all'equipaggio tedesco Klaus Enders/Ralf Engelhardt.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1974.
Classifica equipaggi (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                         P.ti
1   Klaus Enders/Ralf Engelhardt Busch-BMW NQ 2 Rit 1 Rit 1 2 NE NE 2 NE NE 66
2   Werner Schwärzel/ Karl-Heinz Kleis König 2 1 2 Rit 5 3 NE NE 1 NE NE 64 (70)[4]
3   Siegfried Schauzu/Wolfgang Kalauch Busch/BMW 1 3 1 4 9 3 Rit NE NE 3 NE NE 60 (70)[4]
4   Rolf Steinhausen/Karl Scheurer-Josef Huber[5] Busch-König - 4 - 3 Rit 2 1 NE NE - NE NE 45
5   Heinz Luthringshauser /Hermann Hahn Busch-BMW 6 - 3 5 1 4 5 NE NE - NE NE 45 (50)[4]
Pos. Pilota Moto                         P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

NoteModifica

  1. ^ Le corse si svolsero anche il 6 giugno
  2. ^ L'Ultra-Lightweight TT si disputò, ma senza validità iridata: vinse il britannico Clive Horton su Yamaha.
  3. ^ Le gare si svolsero anche il 21 luglio
  4. ^ a b c d e f g h i j k Tra parentesi i punti ottenuti prima degli scarti come da regolamento
  5. ^ Scheurer fu passeggero in Germania Ovest e al Nazioni; Huber nei Paesi Bassi e in Belgio.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica