Motomondiale 2021

edizione sportiva
Motomondiale 2021
Edizione n. 73 del Motomondiale
Dati generali
Inizio28 marzo
Termine14 novembre
Prove18
Titoli in palio
MotoGPFrancia Fabio Quartararo
su Yamaha YZR-M1
Moto2Australia Remy Gardner
su Kalex Moto2
Moto3Spagna Pedro Acosta
su KTM RC 250 GP
MotoESpagna Jordi Torres
su Energica Ego
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

Il Motomondiale 2021 è stata la settantatreesima edizione del motomondiale.

Il calendarioModifica

Il 18 agosto la Dorna comunica l'annullamento del Gran Premio della Malesia a Sepang, con la sostituzione di un nuovo Gran Premio a Misano Adriatico[1].

Data Gran Premio Circuito Vincitore MotoGP Vincitore Moto2 Vincitore Moto3 Vincitore MotoE Resoconto
28 marzo   GP del Qatar Losail   Maverick Viñales   Sam Lowes   Jaume Masiá - Resoconto
4 aprile   GP di Doha Losail   Fabio Quartararo   Sam Lowes   Pedro Acosta - Resoconto
18 aprile   GP del Portogallo Portimão   Fabio Quartararo   Raúl Fernández   Pedro Acosta - Resoconto
2 maggio   GP di Spagna Jerez de la Frontera   Jack Miller   Fabio Di Giannantonio   Pedro Acosta   Alessandro Zaccone Resoconto
16 maggio   GP di Francia Le Mans   Jack Miller   Raúl Fernández   Sergio García   Eric Granado Resoconto
30 maggio   GP d'Italia Mugello   Fabio Quartararo   Remy Gardner   Dennis Foggia - Resoconto
6 giugno   GP di Catalogna Catalogna   Miguel Oliveira   Remy Gardner   Sergio García   Miquel Pons Resoconto
20 giugno   GP di Germania Sachsenring   Marc Márquez   Remy Gardner   Pedro Acosta - Resoconto
27 giugno   GP d'Olanda Assen   Fabio Quartararo   Raúl Fernández   Dennis Foggia   Eric Granado Resoconto
8 agosto   GP di Stiria Spielberg   Jorge Martin   Marco Bezzecchi   Pedro Acosta - Resoconto
15 agosto   GP d'Austria Spielberg   Brad Binder   Raúl Fernández   Sergio García   Lukas Tulovic Resoconto
29 agosto   GP di Gran Bretagna Silverstone   Fabio Quartararo   Remy Gardner   Romano Fenati - Resoconto
12 settembre   GP d'Aragona Aragón   Francesco Bagnaia   Raúl Fernández   Dennis Foggia - Resoconto
19 settembre[2]   GP di San Marino e della Riviera di Rimini Misano Adriatico   Francesco Bagnaia   Raúl Fernández   Dennis Foggia   Jordi Torres Resoconto
  Matteo Ferrari
3 ottobre   GP delle Americhe Circuito delle Americhe   Marc Márquez   Raúl Fernández   Izan Guevara - Resoconto
24 ottobre   GP dell'Emilia Romagna Misano Adriatico[1]   Marc Márquez   Sam Lowes   Dennis Foggia - Resoconto
7 novembre   GP dell'Algarve Portimão   Francesco Bagnaia   Remy Gardner   Pedro Acosta - Resoconto
14 novembre   GP della Comunità Valenciana Valencia   Francesco Bagnaia   Raúl Fernández   Xavier Artigas - Resoconto

Sistema di punteggio e legendaModifica

Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 >
Punti 25 20 16 13 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0

Le classiModifica

MotoGPModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2021.

Rispetto al 2020, solo il team Suzuki conferma entrambi i piloti, Joan Mir e Álex Rins; Yamaha schiera il confermato Maverick Viñales e Fabio Quartararo, proveniente dal team Petronas Yamaha, con Valentino Rossi che fa il percorso inverso. Ducati promuove Francesco Bagnaia e Jack Miller nel team ufficiale dal team Pramac, al posto di Andrea Dovizioso (che decide di prendersi un anno sabbatico) e Danilo Petrucci (passato al team Tech 3). Honda sposta Álex Márquez dal team ufficiale al team LCR Honda, sostituendolo con Pol Espargaró che lascia così KTM. Il posto di quest'ultimo viene preso dal portoghese Miguel Oliveira, mentre Aprilia, dopo la conferma della squalifica di Andrea Iannone per doping, sceglie Lorenzo Savadori come pilota titolare per la stagione, di fianco al confermato Aleix Espargaró.

Tre sono i debuttanti di questa stagione: il campione Moto2 in carica Enea Bastianini e il secondo classificato della stessa classe Luca Marini, in sella alle due Ducati del team Esponsorama, e Jorge Martín, che corre per il team Pramac a fianco del francese Johann Zarco. Dopo il licenziamento da parte di Yamaha, Viñales si trasferisce in Aprilia, ereditando la sella di Lorenzo Savadori, che passa al ruolo di tester per la casa di Noale. Viñales viene a sua volta sostituito prima da Cal Crutchlow, e, a partire dal Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, da Franco Morbidelli. La sella lasciata vacante da Morbidelli nel team Petronas viene coperta, dapprima da Garrett Gerloff, Cal Crutchlow e Jake Dixon, a causa di un infortunio per Morbidelli, e per gli ultimi cinque gran premi, da Andrea Dovizioso, che torna a competere nel motomondiale. Da registrarsi anche la partecipazione di Dani Pedrosa al Gran Premio di Stiria 2021 in qualità di wildcard in sella a una KTM. Per Pedrosa si è trattato del ritorno alle competizioni dopo 3 anni dall'ultimo Gran Premio, in Comunità Valenciana, nel 2018.

A vincere il titolo è stato il francese Fabio Quartararo, che lo ha ottenuto matematicamente al termine del Gran Premio dell'Emilia Romagna. Quartararo, primo francese a vincere il titolo in classe regina, è stato anche il pilota col maggior numero di vittorie, cinque, di cui tre nelle prime 6 gare di campionato. Dietro di lui si è classificato Francesco Bagnaia su Ducati, vincitore in quattro occasioni. Terzo classificato il campione in carica Joan Mir, autore di numerosi piazzamenti a podio, senza tuttavia mai ottenere una vittoria.

Oltre a Quartararo e Bagnaia, i più vincenti sono stati Marc Márquez (ritornato dopo il grave infortunio che lo ha costretto a saltare l'intera stagione precedente), che ha ottenuto 3 successi e Jack Miller, vittorioso in due occasioni. Viñales, Oliveira, Martín e Binder, con un successo a testa, si sono aggiudicati la vittoria dei restanti gran premi.

Il titolo costruttori è stato vinto per il secondo anno consecutivo dalla italiana Ducati, che ha preceduto Yamaha e Suzuki. La stessa situazione si è riproposta anche nella classifica riservata ai team, con il team ufficiale Ducati che ha preceduto, quello di Yamaha e Suzuki.

Alla vigilia del Gran Premio di Stiria, Valentino Rossi annuncia il ritiro dalle competizioni al termine della stagione, dopo 26 stagioni nel Motomondiale in cui ha ottenuto 9 titoli mondiali, 115 vittorie e 65 pole position. Al termine della gara finale della stagione a Valencia viene inserito nella MotoGP Hall of Fame.

Classifica piloti (prime 5 posizioni)Modifica

Pos. Pilota Moto                                     P.ti
1   Fabio Quartararo Yamaha 5 1 1 13 3 1 6 3 1 3 7 1 8 2 2 4 Rit 5 278
2   Francesco Bagnaia Ducati 3 6 2 2 4 Rit 7 5 6 11 2 14 1 1 3 Rit 1 1 252
3   Joan Mir Suzuki 4 7 3 5 Rit 3 4 9 3 2 4 9 3 6 8 Rit 2 4 208
4   Jack Miller Ducati 9 9 Rit 1 1 6 3 6 Rit Rit 11 4 5 5 7 Rit 3 3 181
5   Johann Zarco Ducati 2 2 Rit 8 2 4 2 8 4 6 Rit 11 17 12 Rit 5 5 6 173
Pos. Pilota Moto                                     P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classifica costruttori (prime tre posizioni)Modifica

Pos Costruttore                                     P.ti
1   Ducati 2 2 2 1 1 4 2 5 4 1 2 4 1 1 3 3 1 1 357
2   Yamaha 1 1 1 3 3 1 5 3 1 3 7 1 8 2 2 4 13 5 306
3   Suzuki 4 4 3 5 Rit 3 4 9 3 2 4 2 3 6 4 6 2 4 240
Pos Costruttore                                     P.ti

Classifica squadre (prime tre posizioni)Modifica

Pos. Squadra Piloti                                     P.ti
1   Ducati Lenovo Jack Miller 9 9 Rit 1 1 6 3 6 Rit Rit 11 4 5 5 7 Rit 3 3 433
Francesco Bagnaia 3 6 2 2 4 Rit 7 5 6 11 2 14 1 1 3 Rit 1 1
2   Monster Energy Yamaha Maverick Viñales 1 5 11 7 10 8 5 19 2 NC 380
Cal Crutchlow 17 16
Franco Morbidelli 18 19 14 17 11
Fabio Quartararo 5 1 1 13 3 1 6 3 1 3 7 1 8 2 2 4 Rit 5
3   Suzuki Ecstar Joan Mir 4 7 3 5 Rit 3 4 9 3 2 4 9 3 6 8 Rit 2 4 307
Álex Rins 6 4 Rit 20 Rit Rit Inf 11 11 7 14 2 12 Rit 4 6 8 Rit
Pos. Squadra Piloti                                     P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Moto2Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2021.

La Moto2 vede un dominio assoluto da parte del team Red Bull KTM Ajo, coi piloti Remy Gardner e Raúl Fernández che si antagonizzano fino all'ultimo round a Valencia. A spuntarla è il pilota australiano, figlio dell'iridato 1987 Wayne Gardner, che diventa il secondo figlio di un campione del mondo a vincere un mondiale dopo Kenny Roberts Junior.

Gardner vince il mondiale nonostante un numero di vittorie minore a quello del compagno rookie Fernández (5 vittorie, contro le 8 dello spagnolo, che supera così il record di vittorie al debutto nella classe precedentemente detenuto da Marc Márquez che si era fermato a 7 nel 2011), ma grazie a una maggiore costanza di risultati. Oltre ai due alfieri del team Ajo, ottengono vittorie anche Sam Lowes (in tre occasioni), Fabio Di Giannantonio e Marco Bezzecchi in una.

Kalex per il secondo anno consecutivo riesce nell'impresa di imporsi in tutti i Gran Premi stagionali, vincendo così il titolo costruttori. Dominato anche il titolo a squadre, vinto dal team Ajo per via delle prestazioni di Gardner e Fernández, davanti al team Marc VDS di Lowes e di Augusto Fernández e allo SKY Racing Team VR46 di Bezzecchi e Celestino Vietti.

Classifica piloti (prime 5 posizioni)Modifica

Pos. Pilota Moto                                     P.ti
1   Remy Gardner Kalex 2 2 3 4 2 1 1 1 2 4 7 1 2 2 Rit 7 1 10 311
2   Raúl Fernández Kalex 5 3 1 5 1 2 2 Rit 1 7 1 Rit 1 1 1 Rit 2 1 307
3   Marco Bezzecchi Kalex 4 4 6 2 3 3 4 3 5 1 10 2 Rit 5 3 Rit 8 20 214
4   Sam Lowes Kalex 1 1 Rit 3 Rit Rit 7 5 4 14 4 4 Rit 4 Rit 1 3 7 190
5   Augusto Fernández Kalex 14 6 5 Rit Rit Rit 5 Rit 3 3 3 6 3 6 4 2 9 3 174
Pos. Pilota Moto                                     P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classifica costruttori (prime tre posizioni)Modifica

Pos Costruttore                                     P.ti
1   Kalex 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 450
2   Boscoscuro 10 13 2 9 10 11 11 2 7 2 8 3 4 3 11 3 4 5 199
3   MV Agusta Rit 20 14 15 9 19 16 Rit 21 21 19 22 10 24 13 19 17 NP 19
Pos Costruttore                                     P.ti

Classifica squadre (prime tre posizioni)Modifica

Pos. Squadra Piloti                                     P.ti
1   Red Bull KTM Ajo Raúl Fernández 5 3 1 5 1 2 2 Rit 1 7 1 Rit 1 1 1 Rit 2 1 618
Remy Gardner 2 2 3 4 2 1 1 1 2 4 7 1 2 2 Rit 7 1 10
2   Elf Marc VDS Racing Sam Lowes 1 1 Rit 3 Rit Rit 7 5 4 14 4 4 Rit 4 Rit 1 3 7 364
Augusto Fernández 14 6 5 Rit Rit Rit 5 Rit 3 3 3 6 3 6 4 2 9 3
3   SKY Racing Team VR46 Celestino Vietti 12 7 Rit 18 19 16 14 15 10 6 6 12 15 10 Rit 4 6 4 303
Marco Bezzecchi 4 4 6 2 3 3 4 3 5 1 10 2 Rit 5 3 Rit 8 20
Pos. Squadra Piloti                                     P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Moto3Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2021.

Nella classe Moto3 è il debuttante Pedro Acosta ad aggiudicarsi il titolo che, dopo un avvio di campionato con un secondo posto e tre vittorie consecutive nelle prime quattro gare del campionato, riesce ad ipotecare il mondiale; a nulla serve la rimonta di Dennis Foggia, autore di sei podi consecutivi tra il Gran Premio d'Austria e il Gran Premio dell'Emilia Romagna, che viene però fermato da una controversa manovra di Darryn Binder al Gran Premio dell'Algarve. Il titolo di Acosta, diventato il secondo pilota più giovane di sempre a ottenere il mondiale dopo Loris Capirossi, è significativo anche per il team Red Bull KTM Ajo per il quale corre: per la seconda volta, dopo il 2016, entrambi i campioni del mondo delle classi Moto2 e Moto3 corrono per la struttura di Aki Ajo (nel 2016 furono Johann Zarco e Brad Binder).

Degna di nota è la prima vittoria ottenuta da Acosta al Gran Premio di Doha: partito dalla pitlane per una penalità, riesce a rimontare il gruppo partito prima di lui e a vincere la gara.

Acosta è stato il pilota più vincente della stagione, con sei successi; i suoi avversari diretti per il mondiale, cioè Foggia e Sergio García, ne hanno ottenute rispettivamente cinque e tre. Le altre vittorie sono state appannaggio di Jaume Masiá, Romano Fenati, Izan Guevara e Xavier Artigas (questi ultimi due al debutto nel motomondiale come Acosta).

KTM torna al successo nella graduatoria costruttori dopo un digiuno durato cinque anni, davanti a Honda e a Gas Gas, completando l'opera con il titolo a squadre ottenuto dal team Ajo grazie ai risultati di Acosta e Masià.

La stagione è stata costernata da un incidente mortale: nelle qualifiche del Gran Premio d'Italia, il pilota svizzero Jason Dupasquier finisce a terra, venendo successivamente investito da Jeremy Alcoba e Ayumu Sasaki; trasportato d'urgenza all'ospedale Careggi, riporta traumi toracici e un gravissimo trauma cranico, che porta alla sua morte la mattina seguente. Prima di Dupasquier, l'ultima vittima a seguito di incidente nel motomondiale era stato Luis Salom, deceduto nel 2016.

Classifica piloti (prime 5 posizioni)Modifica

Pos. Pilota Moto                                     P.ti
1   Pedro Acosta KTM 2 1 1 1 8 8 7 1 4 1 4 11 Rit 7 8 3 1 Rit 259
2   Dennis Foggia Honda Rit 17 2 Rit 18 1 Rit 3 1 22 3 3 1 1 2 1 Rit 13 216
3   Sergio García Gas Gas 4 23 8 13 1 9 1 7 2 2 1 16 18 4 NP Inf Rit 2 188
4   Jaume Masiá KTM 1 9 9 21 Rit 2 4 Rit 20 4 6 6 10 5 4 2 19 3 171
5   Romano Fenati Husqvarna 11 10 7 2 10 6 11 13 3 3 5 1 14 Rit 12 7 7 12 160
Pos. Pilota Moto                                     P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classifica costruttori (prime tre posizioni)Modifica

Pos Costruttore                                     P.ti
1   KTM 1 1 1 1 3 2 3 1 4 1 2 2 2 2 4 2 1 3 369
2   Honda 3 2 2 3 2 1 2 3 1 6 3 3 1 1 2 1 2 1 350
3   Gas Gas 4 6 8 11 1 9 1 7 2 2 1 4 4 4 1 12 5 2 266
Pos Costruttore                                     P.ti

Classifica squadre (prime tre posizioni)Modifica

Pos. Squadra Piloti                                     P.ti
1   Red Bull KTM Ajo Jaume Masiá 1 9 9 21 Rit 2 4 Rit 20 4 6 6 10 5 4 2 19 3 430
Pedro Acosta 2 1 1 1 8 8 7 1 4 1 4 11 Rit 7 8 3 1 Rit
2   GasGas Aspar Sergio García 4 23 8 13 1 9 1 7 2 2 1 16 18 4 NP Inf Rit 2 313
David Alonso 22
Izan Guevara 7 6 Rit 11 14 17 Rit 10 12 14 8 4 4 12 1 12 5 7
3   Leopard Racing Dennis Foggia Rit 17 2 Rit 18 1 Rit 3 1 22 3 3 1 1 2 1 Rit 13 288
Xavier Artigas Rit Rit Rit 9 7 16 Rit 9 9 NP NP 18 Rit Rit 14 9 8 1
Pos. Squadra Piloti                                     P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

MotoEModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2021.

Classifica piloti (prime 5 posizioni)Modifica

Pos. Pilota             P.ti
1   Jordi Torres 3 5 3 2 7 1 13 100
2   Dominique Aegerter 2 4 2 18 3 2 12 93
3   Matteo Ferrari 6 8 7 4 8 4 1 86
4   Eric Granado 13 1 Rit 1 2 Rit 5 84
5   Alessandro Zaccone 1 3 4 3 6 Rit Inf 80
Pos. Pilota             P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class Squalificato '-' Dato non disp.

NoteModifica

  1. ^ a b Annullato il Gp a Sepang, al suo posto un Gp a Misano, su gazzetta. URL consultato il 18 agosto 2021.
  2. ^ Gara 1 della MotoE si è corsa il 18 settembre

Collegamenti esterniModifica

  Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto