Moulinet (Alpi Marittime)

comune francese nel dipartimento delle Alpi Marittime
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Molinetto" rimanda qui. Se stai cercando la frazione italiana di Mazzano in provincia di Brescia, vedi Molinetto (Mazzano).
Moulinet
comune
Commune de Moulinet
Moulinet – Stemma
Moulinet – Veduta
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneBlason région fr Provence-Alpes-Côte d'Azur.svg Provenza-Alpi-Costa Azzurra
DipartimentoArms of Nice.svg Alpi Marittime
ArrondissementNizza
CantoneContes
Amministrazione
SindacoGuy Bonvallet (csx) dal 2008
Territorio
Coordinate43°57′N 7°25′E / 43.95°N 7.416667°E43.95; 7.416667 (Moulinet)Coordinate: 43°57′N 7°25′E / 43.95°N 7.416667°E43.95; 7.416667 (Moulinet)
Superficie41,07 km²
Abitanti215[1] (2009)
Densità5,23 ab./km²
Comuni confinantiBreglio, Sospello, Lucéram, Lantosque, La Bollène-Vésubie
Altre informazioni
Cod. postale6380
Prefisso04
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE06086
Targa06
Nome abitantiMoulinois (FR) Molinettesi (IT)
Parte diComunità della Riviera francese
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Moulinet
Moulinet
Sito istituzionale

Moulinet (in italiano, desueto, Molinetto) è un comune francese di 215 abitanti situato nel dipartimento delle Alpi Marittime della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Il dialetto parlato a Moulinet è il mentonasco, dialetto ligure con influssi occitani, e tratto roiaschi.

Geografia fisicaModifica

Moulinet è un piccolo villaggio situato a 32 km da Mentone, nel Parco nazionale del Mercantour, è attraversato dal torrente Bevera, che ha la sorgente nel Massiccio dell'Authion, a 2075 metri d'altitudine, e si getta nel fiume Roia, ad un chilometro a monte di Ventimiglia, in Italia, dopo un percorso movimentato di 38 km. La pratica della canoa è totalmente interdetta, su tutta la parte francese con divieto prefettizio.

Il paese ha visto spesso passare il Rally automobilistico di Montecarlo, di cui Moulinet è una tappa, a metà cammino dal Colle di Turini e da Sospel, situati ciascuno a 12 km.

La strada dipartimentale 2566 tra Sospel e Moulinet, è in effetti un'opera monumentale, sorretta da muri d'una decina di metri di altezza in certi punti, con curve impressionanti. La strada è sormontata a strapiombo dalla Cappella di Notre Dame de la Menour, con la Madonna delle Grazie, costruita su un costone roccioso al di sopra delle gole del Bevera.

StoriaModifica

Fin dall'epoca longobarda vi operarono i monaci della potente abbazia di San Colombano di Bobbio ed al suo ricco feudo reale ed imperiale monastico[2][3][4], cui dipese l'abbazia di San Dalmazzo di Pedona, che gestiva ampi territori anche nelle valli del nizzardo e che nel VIII secolo a Nizza fondarono il monastero di Cimiez.

Molinetto era compreso nella Contea di Nizza ed è stato ceduto dal Regno di Sardegna alla Francia nel 1860. Il comune è stato decorato della "Medaglia d'Argento" dei villaggi di Francia negli anni 1930.

Nel corso della seconda guerra mondiale, la totalità della popolazione è stata spostata dalle truppe d'occupazione tedesche fino a Cuneo in Italia, tra il 29 settembre 1944 ed il 12 aprile 1945, per cui tale periodo è tradizionalmente evocato come quello della "deportazione" del villaggio. Questo episodio del conflitto nelle Alpi Marittime è stato oggetto di una tesi di laurea in storia contemporanea, redatta da Goulven Godon, preparata sotto la direzione di Jean-Louis Panicacci, sostenuta dinanzi all'Università di Nizza "Sophia-Antipolis" nel giugno 2004 e dal titolo "La deportazione delle popolazioni civili delle vallate del Roia e del Bevera in Italia del nord (1944-1945)".

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti

NoteModifica

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ Valeria Polonio Felloni Il monastero di San Colombano di Bobbio dalla fondazione all'epoca carolingia
  3. ^ Eleonora Destefanis Il Monastero Di Bobbio in Eta Altomedievale
  4. ^ C. Cipolla - G. Buzzi Codice Diplomatico del Monastero di S. Colombano di Bobbio fino all'anno MCCVIII - Volumi I-II-III, in Fonti per la Storia d'Italia, Tipografia del Senato, Roma 1918

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN7343155286627287180007 · WorldCat Identities (ENviaf-7343155286627287180007
  Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia