Mr. Wrestling II

wrestler statunitense
Mr. Wrestling II
Mr Wrestling II - Wrestling Yearbook Magazine - Summer 1977.jpg
Mr. Wrestling II nel 1977
NomeJohn Francis Walker[1][2]
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
Luogo nascitaCharleston
10 settembre 1934
MorteMililani Town
10 giugno 2020
Ring nameThe Grappler[1]
Johnny Walker
Mr. Wrestling
Mr. Wrestling II[1]
Residenza dichiarataAtlanta
Altezza dichiarata183[3] cm
Peso dichiarato112[3] kg
AllenatoreTony Morelli
Pat O'Connor
Debutto1955
Ritiro1989
Progetto Wrestling

John Francis "Johnny" Walker, meglio conosciuto con il ring name di Mr. Wrestling II (Charleston, 10 settembre 1934Mililani Town, 10 giugno 2020), è stato un wrestler statunitense.

È noto per aver militato nelle promozioni Championship Wrestling from Florida e Georgia Championship Wrestling a cavallo tra gli anni settanta e ottanta.[2][3]

CarrieraModifica

I primi anni (1956–1964)Modifica

Walker iniziò ad allenarsi sotto la tutela di Tony Morelli e Pat O'Connor. Compì il proprio debutto nel 1955 utilizzando il ring name di Johnny Walker.[3]

Tra la fine degli anni cinquanta e i primi anni sessanta la sua gimmick mutò in quella di Johnny "Rubberman" Walker, un lottatore solido ed esperto ma alquanto mediocre. Il soprannome derivava dalla sua flessibilità sul ring.[2]

Si ritirò per la prima volta appena ventinovenne, nel 1964.[4]

The Grappler (1967–1972)Modifica

Il ritirò tuttavia non durò molto e Walker tornò a competere a partire dal 1967. Nei primi anni settanta militò in una promozione indipendente della Florida, sotto le vesti di un personaggio mascherato chiamato "The Grappler".[1]

Mr. Wrestling II (1972–1989)Modifica

Al 1972 lottava ormai sporadicamente e gestiva una stazione di servizio nel Tennessee. Un promoter della Georgia, Paul Jones, ed il booker Leo Garibaldi gli chiesero di tornare a lottare come un personaggio mascherato dal nome di Mr. Wrestling II.[2] Presentato inizialmente come compagno di squadra dell'originale Mr. Wrestling (Tim Woods), Walker arrivò poi a sostituirlo in numerose occasioni. Eddie Graham, proprietario della federazione NWA Florida, deteneva anche una parte della promozione del Georgia e fece competere i propri wrestler in entrambe le aziende.

A Georgia Mr. Wrestling II divenne immediatamente un wrestler di punta e vinse il titolo dei pesi massimi in ben dieci occasioni. Durante questo periodo era considerato addirittura tra i cinque wrestler più famosi negli Stati Uniti,[5] arrivando ad essere idolizzato anche dall'allora governatore della Georgia nonché futuro presidente Jimmy Carter.

Benché gran parte della sua carriera tra gli anni settanta e ottanta si fosse concentrata nel sud-est degli Stati Uniti, fece comunque importanti apparizioni nella Mid-South Wrestling tra il 1983 ed il 1984, in qualità di allenatore e mentore del giovane Terry Allen. Furono mandati in onda numerosi video promozionali della coppia, commentati da Reisor Bowden o Jim Ross, che mostravano Wrestling II intento a dare istruzioni al suo allievo oppure impegnato con lui in sessioni di allenamento. Come tag team i due vinsero anche i titoli di coppia della federazione, il 25 dicembre 1983, avendo la meglio su Butch Reed e Jim Neidhart.

Una serie di disfatte ed incomprensioni portarono tuttavia i due a sciogliersi e a combattere l'uno contro l'altro. Gli screzi iniziarono quando Wrestling II abbandonò un sanguinante Allen nel bel mezzo di un incontro coi Midnight Express. La settimana seguente decise di gettare la spugna in un match che costò all'allievo la possibilità di partecipare ad un torneo per il titolo televisivo, motivando la propria scelta ad un taglio troppo profondo. Nel frattempo ebbe l'occasione di vincere il titolo nordamericano ai danni di Junkyard Dog, che avrebbe poi perso contro lo stesso Magnum T.A. a Tulsa il 13 maggio 1984.

Dopo alcuni anni da singolo, si ritirò per la seconda volta nel 1989.

Hawai'i Championship WrestlingModifica

Negli anni duemila si occupò di gestione dei talenti all'interno della Hawai'i Championship Wrestling. Il 13 ottobre 2007 combatté un'ultima volta quando vinse le cinture di coppia a fianco del suo nuovo pupillo Mr. Wrestling 3.

Fuori dal ringModifica

Jimmy Carter, governatore della Georgia e futuro presidente degli Stati Uniti, e la madre Lillian consideravano Mr. Wrestling II come il loro lottatore preferito. Walker fu addirittura invitato all'inaugurazione di Carter nel 1977, ma rifiutò gentilmente.[6] Per ragioni di sicurezza la United States Secret Service gli aveva chiesto di apparire senza maschera, ma Walker preferì proteggere la vera identità del suo personaggio. Ai tempi Mr Wrestling II era infatti così popolare che egli stesso volle evitare di apparire in pubblico senza maschera. Ciò nonostante ebbe l'occasione di incontrare privatamente la famiglia Carter in svariate occasioni, comunque sotto rigoroso controllo della Secret Service.[2]

È morto il 10 giugno 2020, all'età di 85 anni.[7]

PersonaggioModifica

Mossa finaleModifica

SoprannomiModifica

  • "Rubberman" Johnny Walker[4]

Titoli e riconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d Terry Funk, Scott E. Williams e Mick Foley, Terry Funk: More Than Just Hardcore, Sports Publishing LLC, 2006, p. 80, ISBN 978-1-59670-159-5.
  2. ^ a b c d e Mike Mooneyham, Mr. Wrestling 2 was No. 1 in hearts of fans, in The Post and Courier, Charleston (Carolina del Sud), Evening Post Industries, 24 luglio 2011. URL consultato il 19 novembre 2013.
  3. ^ a b c d Harris M. Lentz III, Biographical Dictionary of Professional Wrestling, 2d ed., McFarland, 1º gennaio 2003, pp. 238–, ISBN 978-0-7864-1754-4.
  4. ^ a b John Grasso, Historical Dictionary of Wrestling, Scarecrow Press, 6 marzo 2014, p. 319, ISBN 978-0-8108-7926-3.
  5. ^ Masked in USA - Mr Wrestling II, su wrestlehistory.com (archiviato dall'url originale l'11 novembre 2011).
  6. ^ Adam Martin, 'Mr. Wrestling II' Johnny Walker Interview: Talks about his early career, su wrestleview.com. URL consultato il 16 settembre 2008.
  7. ^ E’ MORTO ‘MR. WRESTLING II’ JOHNNY WALKER, AVEVA 85 ANNI, su zonawrestling.net, 10 giugno 2020.
  8. ^ Dave Meltzer e Bret Hart, Tributes II: Remembering More of the World's Greatest Professional Wrestlers, Sports Publishing LLC, gennaio 2004, pp. 185–, ISBN 978-1-58261-817-3.
  9. ^ a b c Royal Duncan & Gary Will, Wrestling Title Histories, 4th, Archeus Communications, 2000, ISBN 0-9698161-5-4.
  10. ^ Dave Meltzer, Sat. update: Great TV show, WWE multiple releases, Austin talks WWE Hall of Fame, Best night for Bellator, PPV predictions, NWA Hall of Fame, James Storm headlines benefit show, Devitt takes another title, su Wrestling Observer Newsletter, 17 novembre 2012. URL consultato il 17 novembre 2012.
  11. ^ Royal Duncan and Gary Will, Tennessee: U.S. Tag Team Title, in Wrestling Title Histories, Archeus Communications, 2000, p. 194, ISBN 0-9698161-5-4.
  12. ^ NWA United States Tag Team Title (Mid-America), su wrestling-titles.com. URL consultato il 23 aprile 2015.
  13. ^ James Caldwell, News: Pro Wrestling Hall of Fame announces 2014 HOF class, su Pro Wrestling Torch, 26 novembre 2013. URL consultato il 26 novembre 2013.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica