Mukhammas

Mukhammas (arabo مخمس quintuplo) è un genere letterario persiano o urdu (cinquina o quintupla), su argomenti correlati al sufismo, basata su un pentametro e con cinque versi per strofa.

È una delle forme di verso più popolari in Tajik Badakhshan, presente sia in un madoh che in altri generi.[1]

Dettagli della formaModifica

Il mukhammas è una stanza di due distici e un emistichio in monorima, e il quinto verso è il "peso" o fardello: ogni stanza successiva influisce su una nuova rima, tranne nel quinto verso, ad esempio aaaab + ccccb + ddddb e così via.

Ogni stanza di un mukhammas comprende cinque versi.

  • Nella prima stanza, tutti e cinque i versi rimano.
  • Nelle successive, I primi quattro rimano, ma il quinto interrompe la rima. Può essere ripetuto, altrimenti la sua rima può essere quella della prima stanza.[2]

TemiModifica

Un tema ricorrente nei mukhammas è la lode di Imam Ali e dei suoi compagni, anche se talvolta può riguardare argomenti diversi.

PoetiModifica

Molti poeti urdu hanno scritto dei mukhammas. Tra i più importanti:

Poeti che hanno scritto mukhammas in altre lingue:

NoteModifica

  1. ^ Limerick, su thepoetsgarret.com. URL consultato il 19 febbraio 2014.
  2. ^ Terms Index - A Desertful of Roses, su columbia.edu. URL consultato il 19 febbraio 2014.
  3. ^ Сервис регистрации доменов и хостинга : RU-TLD.RU, su literature.aznet.org. URL consultato il 19 febbraio 2014.

Voci correlateModifica