Municipio Roma X

suddivisione amministrativa di Roma Capitale
Municipio Roma X
municipio
Municipio Roma X – Stemma Municipio Roma X – Bandiera
Municipio Roma X – Veduta
Palazzo del Governatorato, sede del Municipio X nel quartiere di Ostia Levante
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
Città metropolitanaProvincia di Roma-Stemma.svg Roma
ComuneInsigne Romanum coronatum.svg Roma Capitale
Amministrazione
PresidenteGiuliana Di Pillo (M5S) dal 20-11-2017
Data di istituzione11 marzo 2013
Territorio
Coordinate41°43′50.38″N 12°16′49.91″E / 41.73066°N 12.280531°E41.73066; 12.280531 (Municipio Roma X)Coordinate: 41°43′50.38″N 12°16′49.91″E / 41.73066°N 12.280531°E41.73066; 12.280531 (Municipio Roma X)
Superficie150,74 km²
Abitanti231 220[1] (31 dicembre 2019)
Densità1 533,9 ab./km²
Sottodivisioni10
Frazioni confinantiMunicipio Roma IX, Municipio Roma XI, Fiumicino (comune), Pomezia (comune)
Altre informazioni
Cod. postale00119, 00121, 00122, 00123, 00124, 00125, 00126
Prefisso06
Fuso orarioUTC+1
TargaRM
Cartografia
Municipio Roma X – Localizzazione
Sito istituzionale

Il Municipio Roma X (fino al 2001 Circoscrizione XIII e fino al 2013 Municipio XIII) è la decima suddivisione amministrativa di Roma Capitale, l'unico ad affacciarsi sul mar Tirreno e a trovarsi interamente al di fuori del Grande Raccordo Anulare.

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

Il territorio del municipio si estende da nord a sud dal mar Tirreno fino alla frazione di Vitinia (Municipio IX), mentre da ovest a est dal fiume Tevere, che lo separa dal comune di Fiumicino, alla frazione di Villaggio Tognazzi, parte del comune di Pomezia.

Una parte consistente del territorio è occupata da aree verdi come la pineta di Castel Fusano, la pineta delle Acque Rosse e la tenuta presidenziale di Castel Porziano. Al 2020 infatti il municipio conta ben 12,29 km² di verde urbano.[2]

StoriaModifica

La zona del X Municipio era già abitata in età antica grazie alla fondazione della città antica di Ostia da parte dei romani nel VII secolo a.C., anche se alcuni ritrovamenti archeologici suggeriscono che l'attuale zona di Acilia sia identificabile con l'insediamento di Ficana, risalente al XII secolo a.C..

Nonostante l'importanza della colonia romana di Ostia, il territorio subì un drastico cambiamento con la caduta dell'Impero romano d'Occidente nel V secolo divenendo pressoché inabitato nel corso del Medioevo, fatta eccezione per il borgo di Gregoriopoli (nucleo dell'odierna frazione di Ostia Antica). Nonostante l'inospitalità del territorio, occupato principalmente da malsane paludi salmastre, lo Stato Pontificio si adoperò per difendere la foce del Tevere e il litorale di Roma costruendo diverse fortificazioni lungo l'intera linea costiera del Lazio (le cosiddette torri costiere del Lazio) come ad esempio la rocca di Ostia, tor San Michele e tor Boacciana.

L'intera area rinacque grazie alle opere di bonifica portate avanti dai ravennati tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo che spianarono la strada all'urbanizzazione della zona di Ostia in particolare. Buona parte degli edifici e delle infrastrutture della zona risale infatti ai primi anni del '900 come ad esempio la chiesa di Santa Maria Regina Pacis e la ferrovia Roma-Lido. Di pari passo si sviluppò lo sfruttamento degli arenili con la nascita dei primi stabilimenti balneari.

La suddivisione di Roma in venti circoscrizioni si ebbe nel 1972, e la zona litoranea fu compresa nel territorio della XIII Circoscrizione, confinante nord con la XII (Municipio IX) e la XV (Municipio XI), a sud con il mare, a ovest con la XIV Circoscrizione (che a partire dal 1992 si è trasformata nel comune di Fiumicino) e a est con il comune di Pomezia.

Negli ultimi decenni del XX secolo iniziò a farsi strada un movimento per la promozione dell'indipendenza del territorio municipale da Roma, che sfociò in due referendum nel 1989 e nel 1999, conclusisi rispettivamente con la vittoria del "No" e con il non raggiungimento del quorum.

Nel 2001 furono soppresse le circoscrizioni e sostituite con i municipi, che tuttavia mantennero grossomodo invariati i confini, mentre nel 2013, con la delibera nº 11 dell'11 marzo, l'Assemblea Capitolina istituì il X Municipio in luogo del precedente XIII.

Nel marzo del 2015 si dimette il presidente del municipio Andrea Tassone (PD), a seguito di un'inchiesta sui suoi rapporti con la mafia: viene poi arrestato e condannato a 5 anni per corruzione nel mezzo dell'inchiesta Mafia Capitale. Alle dimissioni di Tassone il Municipio viene brevemente retto dall'assessore Alfonso Sabella per poi procedere allo scioglimento, approvato dal Consiglio dei Ministri.

Nel 2017 dopo due anni di commissariamento, viene eletta la pentastellata Giuliana di Pillo.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
Castel Porziano

Il Municipio X presenta diverse attrazioni come il Porto Turistico di Roma (inaugurato nel 2001 e sequestrato nel 2015 nell'indagine contro Mauro Balini), il Centro Habitat Mediterraneo, un'oasi gestita dalla LIPU con annesso un parco dedicato alla memoria di Pier Paolo Pasolini, e il complesso del Cineland, Ex Mecanica Romana, che è oggi un cinema multisala da 14 sale con annesse varie attività di svago.

Di interesse archeologico sono invece gli scavi di Ostia antica, fondata dal Re di Roma Anco Marzio nel VII secolo a.C., situati in una vasta zona al confine con la Via del Mare e il Fiume Tevere.

Il Municipio dispone anche di vari parchi urbani e aree naturali, come il Parco della Madonetta (tra Via Bruno Molajoli e Via Tespi), la Pineta di Castel Fusano (lungo la Via Cristoforo Colombo) e la Pineta delle Acque Rosse.

Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

Il Municipio X è collegato a Roma tramite la via del Mare, inaugurata nel 1927, la via Ostiense, riaperta nel 1928, e tramite la via Cristoforo Colombo, inaugurata il 28 ottobre 1939. La via Litoranea porta al vicino comune di Pomezia, mentre via Tancredi Chiaraluce e la strada statale 296, attraversando il ponte della Scafa, portano a Fiumicino.

Altre vie di grande importanza che attraversano il Municipio sono il Lungomare di Ostia, Via di Acilia e Viale dei Romagnoli.

FerrovieModifica

Costruita nel 1924, la ferrovia concessa Roma-Lido (RL) collega le stazioni di Porta San Paolo e Cristoforo Colombo. Nel municipio sono presenti le stazioni di Acilia, Acilia Sud (in costruzione), Ostia Antica, Lido Nord, Lido Centro, Stella Polare, Castel Fusano e Cristoforo Colombo.

La RL si interscambia con la linea B della metropolitana presso le stazioni EUR Magliana e Basilica San Paolo ed è gestita dall'ATAC, azienda concessionaria del trasporto pubblico di Roma Capitale, nonostante sia di proprietà della regione Lazio.

Trasporto pubblicoModifica

 
Mercedes-Benz Citaro di ATAC in servizio sulla linea 06

Nel Municipio X, oltre alla ferrovia Roma-Lido, è presente unicamente il trasporto su gomma operato da diverse linee autobus, gestite da ATAC, Cotral e Roma TPL. Sono assenti tranvie e filovie.

I capolinea principali del Municipio X sono le stazioni ferroviarie di Lido Centro e Acilia.

SanitàModifica

Il X Municipio è servito da un unico complesso ospedaliero, il Giovanni Battista Grassi, in via Gian Carlo Passeroni ad Ostia, perciò gli abitanti del X Municipio si rivolgono spesso agli ospedali romani più vicini, come il Sant'Eugenio.

È presente inoltre sul territorio anche la Casa della Salute di Ostia (ex San'Agostino), sul lungomare Paolo Toscanelli, il Centro Prelievi ASL Roma 3 e l'Istituto Clinico Cardiologico.

TelevisioneModifica

Il municipio vanta un'emittente televisiva locale (Canale 10) interamente dedicata al territorio del litorale romano.

Suddivisione amministrativaModifica

La suddivisione urbanistica del territorio comprende le dieci zone urbanistiche dell'ex Municipio Roma XIII e la sua popolazione è così distribuita[3]:

Municipio Roma X
13A Malafede 6,35 km² 16 844
13B Acilia Nord 9,12 km² 28 047
13C Acilia Sud 7,14 km² 25 594
13D Palocco 10,33 km² 27 120
13E Ostia Antica 22,56 km² 17 207
13F Ostia Nord 5,73 km² 43 291
13G Ostia Sud 4,39 km² 36 413
13H Castel Fusano 12,26 km² 1 494
13I Infernetto 11,38 km² 29 838
13X Castel Porziano 61,49 km² 145
Non localizzati 5 227
Totale 150,74 km² 231 220

AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
dicembre 1997 25 marzo 2000 Massimo Di Somma PDS Presidente ex Municipio XIII
18 maggio 2000 27 maggio 2001 Paolo Orneli DS Presidente ex Municipio XIII
27 maggio 2001 29 maggio 2006 Davide Bordoni Forza Italia Presidente ex Municipio XIII
29 maggio 2006 28 aprile 2008 Paolo Orneli[4] Partito Democratico Presidente ex Municipio XIII
28 aprile 2008 10 giugno 2013 Giacomo Vizzani[5] il Popolo della Libertà Presidente ex Municipio XIII
10 giugno 2013 28 aprile 2015 Andrea Tassone[6] Partito Democratico Presidente
28 aprile 2015 27 agosto 2015 Alfonso Sabella[7] Commissario
27 agosto 2015 20 novembre 2017 Domenico Vulpiani Commissario
20 novembre 2017 in carica Giuliana Di Pillo[8] Movimento 5 Stelle Presidente [9]

NoteModifica

  1. ^ Roma Capitale - Roma Statistica. Popolazione iscritta in anagrafe al 31 dicembre 2019 per zone urbanistiche.
  2. ^ Municipio X - Il territorio, su comune.roma.it. URL consultato il 4 aprile 2020.
  3. ^ Roma Capitale - Roma Statistica. Popolazione iscritta in anagrafe al 31 dicembre 2019 per zone urbanistiche.
  4. ^ Centrosinistra, eletto al primo turno delle elezioni amministrative del 28-29 maggio 2006 con il 59,33% dei voti.
  5. ^ Centrodestra, eletto al ballottaggio delle elezioni amministrative del 27-28 aprile 2008 con il 51,27% dei voti.
  6. ^ Centrosinistra, eletto al ballottaggio delle elezioni amministrative del 9-10 giugno 2013 con il 64,65% dei voti.
  7. ^ Nominato dal sindaco il 28 aprile 2015.
  8. ^ Movimento 5 Stelle, eletta al ballottaggio delle elezioni amministrative del 19 novembre 2017 con il 59,60% dei voti.
  9. ^ Amministrative Roma 2017, Municipio X.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma