Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative

museo italiano
Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative
Sallustiano - v Boncompagni villino Boncompagni Ludovisi e Museo 1280048.JPG
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàRoma
IndirizzoVia Boncompagni Ludovisi, 18
Caratteristiche
TipoArte
Apertura1995
GestioneMIBACT - Polo museale del Lazio
DirettoreMariastella Margozzi
Visitatori9 782 (2018)[1]
Sito web

Coordinate: 41°54′30.99″N 12°29′42.58″E / 41.908608°N 12.495161°E41.908608; 12.495161

Il Museo Andrea e Blanceflor Boncompagni Ludovisi (anche, più semplicemente, Museo Boncompagni Ludovisi), è un museo dedicato alle le arti decorative, al costume e alla moda italiane. Il Museo è allestito nel Villino Boncompagni Ludovisi, in via Boncompagni 18 (traversa di via Vittorio Veneto) a Roma. Già affidato alla Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea, dal dicembre 2014 è entrato a far parte dei 43 musei del Polo museale del Lazio. L'ingresso è gratuito.

StoriaModifica

Già residenza della famiglia Boncompagni Ludovisi, nel 1972, con disposizione testamentaria, l'edificio in stile Eclettico, che risale agli inizi del XX secolo, fu donato dalla principessa Blanceflor de Bildt Boncompagni allo Stato italiano, perché lo mantenesse e lo usasse "esclusivamente per scopi artistico-culturali di pubblica utilità".

Il museo è stato aperto al pubblico nel 1995. È oggi gestito dal Polo Museale del Lazio.

Percorso musealeModifica

Dedicato alle arti decorative, al costume e alla moda italiane, nelle 5 sale espositive il Museo Boncompagni Ludovisi espone gli arredi originali del villino Boncompagni Ludovisi, tra cui:

È in fase di allestimento una sezione, con oggetti che spaziano in un periodo compreso tra il XVIII secolo ed il XX secolo, che riguarda:

  • arti decorative;
  • moda italiana [tra cui abiti di "gran sera" delle grandi firme dell'alta moda italiana del periodo che spazia dal 2° dopoguerra al periodo contemporaneo (1950-1990)];
  • costume;
  • design.

In modo particolare il Museo Boncompagni Ludovisi propone la storia della moda italiana che va dai primi anni del XX secolo, alle sfide alla moda francese degli anni venti, fino all'autonomia creativa della fine degli anni quaranta, per arrivare ai successi degli ultimi decenni. Nella collezione, abiti di Fausto Sarli, Fernanda Gattinoni, Valentino, Roberto Capucci, Raffaella Curiel, Lorenzo Riva, Renato Balestra, Mila Schön, Marella Ferrera, André Laug e Angelo Litrico. Nel 1996, a questo patrimonio si è aggiunto l'importante Fondo di abiti appartenuti a Palma Bucarelli (1910-1998), la direttrice della Galleria nazionale d'arte moderna di Roma dal 1941 al 1975, una tra le donne più eleganti d'Italia. Ci sono ancora abiti della Sartoria Paradisi di Roma e i depositi di collezionisti importanti, come quello della giornalista di moda Maria Vittoria Caruso Alfonsi.

Il Museo Boncompagni Ludovisi ospita eventi e mostre d'arte contemporanea.

È aperto dalle 9.30 - 19:00 (ultimo ingresso alle 18:00). Ingresso libero. Chiuso tutti i lunedì, il 1º gennaio, il 1º maggio ed il 25 dicembre. Salvo aperture straordinarie su progetto MiBACT.

MostreModifica

NoteModifica

  1. ^ Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Visitatori e introiti dei musei Archiviato il 21 giugno 2019 in Internet Archive.. Aggiornato al 15 febbraio 2019.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN140019696 · LCCN (ENnr2005017825 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2005017825