Museo Ebraico di Venezia

Museo della comunità ebraica di Venezia

Il Museo Ebraico di Venezia è un museo diffuso ovvero un complesso urbanistico architettonico e museale che include spazi espositivi e sinagoghe presenti all'interno ed all'esterno del Museo stesso. Si trova nel cuore del sestiere di Cannaregio e vi si accede dal campo del Ghetto Novo, nell'angolo tra le due più antiche sinagoghe di Venezia. Istituito nel 1954 dalla Comunità Ebraica di Venezia, dal 1990 è regolarmente aperto al pubblico con visite guidate, esposizioni permanenti e temporanee.

Museo Ebraico di Venezia
Museoebraicove.baldari.museo entrata .jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàVenezia
IndirizzoCampo di Ghetto Nuovo, 2902, b, 30121 Venezia VE
Coordinate45°26′42.18″N 12°19′37.52″E / 45.44505°N 12.32709°E45.44505; 12.32709
Caratteristiche
Tipostoria, religione
Superficie espositiva250 
Istituzione1954
Apertura1954
ProprietàComunità Ebraica di Venezia
GestioneOpera Laboratori
DirettoreMarcella Ansaldi
Visitatori16 980 (2020)
Sito web

Collezione permanenteModifica

La collezione permanente del museo comprende oggetti rituali e di uso domestico legato alle festività ebraiche, tessuti di addobbo della Torah e della sinagoga[1], una collezione di ketubboth (contratti matrimoniali), una collezione di libri antichi tra cui uno dei primi Talmud stampato da Daniel Bomberg nel 1500. Gli spazi espositivi comprendono: una sala degli argenti dedicata agli oggetti rituali legati alle varie festività ebraiche e agli abbellimenti della Torah (vi sono preziosi esempi di Rimmonim, i puntali dei bastoni su cui si arrotola la Torah, e di Ataroth, le corone della Torah); la seconda sala invece presenta tessuti di addobbo della Sinagoga, come i parochet, tende dell'Aron haQodesh (tra questi particolarmente prezioso è quello di Stella da Perugia del '600) e le Mappoth, tessuti della Torah.

Altre due sale vengono solitamente adibite a mostre temporanee mentre all'ultimo piano, vicino all'entrata del matroneo della Scola Canton si può visitare un'antica Sukkah oggi restaurata.

All'interno del Museo si trovano anche una libreria specializzata in judaica e una caffetteria Kasher.

SinagogheModifica

Dal museo del ghetto è possibile accedere, con visita guidata, ad alcune delle Sinagoghe di Venezia: la Scuola Grande Tedesca e la Scuola Canton di rito Ashkenazita, nella zona del Ghetto Novo e alla Scola Levantina, sinagoga collocata in Ghetto Vecchio nella parte Sefardita del quartiere ebraico.

Mostre temporaneeModifica

Titolo Inizio Fine Sede Città
Volti e storie di una comunità. Ritratti oggetti memorie 15 gennaio 2017 5 marzo 2017 Museo Ebraico di Venezia Venezia
La nuova Haggadah di Venezia 17 aprile 2016 31 luglio 2016 Museo Ebraico di Venezia Venezia

NoteModifica

  1. ^ Giovannina Reinish Sullam, Il ghetto di Venezia, le sinagoghe e il museo, Roma, Carucci, 1985.

BibliografiaModifica

  • Touring Club Italiano, Venezia, in Biblioteca di Repubblica, Italia, vol. 5, Milano - Roma, Touring club italiano - Gruppo editoriale L'Espresso, 2005, OCLC 799224309.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN240123126 · LCCN (ENnr2005008102 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2005008102